Venerdì 17 luglio, 199° giorno
dell’anno, 29^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 167 giorni (bisestile)

0
1203
L'attore canadese Donald Sutherland, 85 anni oggi, ricevette l'Oscar alla carriera nel 2017

FRASE DEL GIORNO – Ragionare per convenienza tira fuori l’animo italiano, che non è Ettore o Achille, ma Ulisse: la convenienza è essere scaltri, cercare il Cavallo di Troia, voler essere più furbi degli altri. (Paolo Bonolis)

SANTI DEL GIORNO – Sant’Alessio (Mendicante, protettore di mendicanti e portieri), San Generoso (Martire e Vescovo di Tivoli), San Chenelmo (Martire in Inghilterra), San Koloman (Colman, Pellegrino), Sant’Ennodio di Pavia (Vescovo), Santa Marcellina (Vergine), Beata Carlotta della Resurrezione (Martire).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1902 primo impianto di aria condizionata. Il rimedio contro l’afa vide la luce negli Usa: ad escogitarlo fu l’ing. Willis Haviland Carrier, impiegato in una società produttrice di stufe e sistemi di aerazione. Per dare risposta al problema di un cliente (deterioramento della carta per l’umidità) nella sua tipografia di Brooklyn, ebbe un lampo di genio osservando il vapore che fuoriusciva da sotto il treno. Si convinse che la soluzione era comprimere l’aria fino a renderla liquida, poi raffreddarla e ridistribuirla sotto forma di vapore nell’ambiente chiuso. Fu un successo tale che, in poco tempo, tutte le industrie statunitensi se ne dotarono, registrando aumento di ordini nei mesi estivi.
Nel 1936 scoppiò la Guerra civile spagnola. Drammatico conflitto che anticipò gli orrori della Seconda guerra mondiale. Da un lato i ‘nacionales’, appoggiati dai governi di Italia e Germania, dall’altro i ‘republicanos’, fedeli al governo socialista, spalleggiati da URSS e democrazie occidentali. A trionfare furono i ‘nacionales‘, che instaurarono un regime dittatoriale con a capo il generale Francisco Franco, che costrinse all’esilio numerosi intellettuali e artisti, fra cui Pablo Picasso, pittore che ricorderà nel capolavoro ‘Guernica’ il bombardamento aereo tedesco sull’omonima città.
Nel 1955 aprì Disneyland Los Angeles: “Ho sempre cercato di immaginare un posto dove portare le mie due figlie nei pomeriggi di sabato e domenica, un posto dove potevo divertirmi anch’io!”. Con queste parole Walt Disney salutò l’inaugurazione di ‘Disneyland’ ad Anaheim (periferia di Los Angeles), primo parco di divertimenti costruito come una città immaginaria, parallela al mondo reale. In tutto il mondo esistono oggi 6 parchi Disney: 2 negli Stati Uniti (California, ’55, Florida, ’71), 2 in Cina (Hong Kong, ’05, Shanghai, ’16), 1 in Giappone (Tokyo, ’83) e 1 in Francia (Parigi, ’92).
Nel 1994 l’Italia perse il Mondiale ai rigori. Fu l’ultima edizione a 24 squadre (poi 32) e gli azzurri di Arrigo Sacchi arrivarono in fondo: di fronte c’era il Brasile. La partita, giocata al ‘Rose Bowl’ di Pasadena davanti a 95.000 persone, abbastanza brutta e con poche emozioni, finì 0-0 dopo i supplementari. Con i calci di rigore i ‘cariocas’ vinsero 3-2 e si aggiudicarono il titolo, pur tirando solo 4 volte, mentre gli azzurri, che iniziarono la serie, fecero gol solo 2 volte su 5: a bersaglio Albertini ed Evani, mentre fallirono Baresi (1°), Massaro (4°) e Roby Baggio (5°).

NATI DEL GIORNO – Donald Sutherland (1935), Canada, attore. Nato a Saint John, da famiglia scozzese, come Donald McNichol Sutherland, da quasi mezzo secolo è protagonista al cinema (180 film), in TV e a teatro. Raggiunse la popolarità negli anni ’70, specializzandosi nel ruolo di “cattivo e cinico” come nei film “Quella sporca dozzina” (’68), “MASH” (’70) e “Il giorno della locusta” (’75). Nello stesso periodo fu scritturato da Fellini e Bertolucci per le pellicole “Il Casanova” (’76) e “Novecento” (’76). Poi si ricordano “Gente comune” (’80), “Sorvegliato speciale” (’89), “JFK” (’91), “Virus letale” (’95), “Orgoglio e pregiudizio” (’06). Da giugno ’13 fu protagonista della serie TV “Crossing Lines” e nel fantascientifico “Hunger Games: La ragazza di fuoco”, di cui interpretò anche i 2 sequel. Vincitore di 2 Golden Globe e 1 Emmy, nel ’17 ricevette l’Oscar alla carriera. Dichiaratamente ateo, nella vita privata si sposò 3 volte: Lois Hardwick (’59-’66), Shirley Douglas (’66-’70) da cui ebbe i figli gemelli Rachel e Kiefer (’66), e Francine Racette (’72), dalla quale nacquero Roeg (’74), Rossif (’78) e Angus (’79).
Milva (1939), Italia, cantante. Nata a Goro (FE) come Maria Ilva Biolcati, per la sua carriera di cantante e attrice teatrale è annoverata tra le più apprezzate artiste a livello internazionale, unica ad aver ricevuto le massime onorificenze di Italia, Francia e Germania. Nota in patria come ‘Milva la rossa’, per il colore dei capelli e le idee politiche, fu soprannominata la “Pantera di Goro”, affiancata ad altre due grandi voci degli anni ’60: la “Tigre di Cremona” (Mina) e l“Aquila di Ligonchio” (Iva Zanicchi).

Print Friendly, PDF & Email