Venerdì 25 settembre, 269° giorno
dell’anno, 39^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 97 giorni (bisestile)

0
1272
Il cantautore Zucchero 'Sugar' Fornaciari, 65 anni oggi, ha una collezione di oltre 300 cappelli

FRASE DEL GIORNO – Masturbarsi è come pregare, c’è la stessa partecipazione dell’anima. (Zucchero Fornaciari)

SANTI DEL GIORNO – Sante Aurelia e Neomisia (Martiri), San Cleofa (Discepolo di Gesù).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1976 nacquero gli U2. Il giovane batterista Larry Mullen, intenzionato a metter su una band, affisse un volantino nella bacheca della “Mount Temple Comprehensive School”, l’unica scuola non confessionale di Dublino. All’appello risposero in 4 e il 25 settembre si ritrovarono a suonare nella cucina di Larry, dando vita a un nuovo gruppo che prese il nome di ‘Feedback’. Oltre a Mullen c’erano il cantante Paul David Hewson (detto dagli amici d’infanzia Bono Vox, dal nome di un negozio di apparecchi acustici), il bassista Adam Clayton e due chitarristi, Dave Evans (detto The Edge, “lo spigolo” o “il limite”, alludendo al suo carattere e al suo modo di suonare la chitarra) e il fratello Dick Evans. Quest’ultimo uscì nel ’78 e la band prese il nome ‘U2’, suggerito dal chitarrista dei ‘Cure’ Robert Smith e ispirato all’aereo spia USA abbattuto in URSS nel ’60 (ma anche per il doppio significato di “you too”, anche tu, e “you two”, voi due).

NATI DEL GIORNO – Sandro Pertini (1896-1990), Italia, politico. Nel cuore degli italiani resta il “presidente più amato di sempre”, protagonista sul campo per quasi 70 anni di storia nazionale, dalla Prima guerra mondiale alla fine degli “anni di piombo”. Ligure di Sangiovanni di Stella (SV), socialista, Alessandro Giuseppe Antonio Pertini meritò la ‘medaglia d’oro al valor militare della Resistenza’, fondò con Nenni il PSIUP, fu presidente della Camera (’68-’76) ed eletto VII Presidente della Repubblica (’78-’85).
Michael Douglas (1944), Usa, attore. Figlio d’arte del celebre Kirk, nacque a New Brunswick (New Jersey) ed è una star di Hollywood. Lanciato da “Le strade di San Francisco” (serie TV ’71-’76), divenne famoso con “All’inseguimento della pietra verde”(’84), “Il gioiello del Nilo” (’85), “Wall Street” (’87, Oscar di miglior attore) e “Attrazione fatale”(’87). Recitò anche in “La guerra dei Roses” (’89), “Basic Instinct”(’92), “Un giorno di ordinaria follia” (’93) e “Traffic” (’00), portando a casa 4 Golden Globe e 1 David di Donatello, cui va aggiunto l’Oscar ’75 ottenuto per “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, film che produsse sostituendo il padre.
Maurilio De Zolt (1950), Italia, ex-sciatore di fondo. Nato a San Pietro di Cadore (BL), soprannominato ‘grillo’ per il fisico minuto, vinse 1 oro (staffetta) e 2 argenti Olimpici, 1 oro, 3 argenti (2 staffette) e 2 bronzi Mondiali, 19 ori ai Campionati Italiani e 4 volte la ‘Marcialonga’, la più importante ‘Granfondo’ che si svolge in Italia. Ritirato nel ’94, fu uno degli ultimi tedofori della fiaccola olimpica nella cerimonia di apertura di Torino ’06.
Zucchero (1955), Italia, cantante e musicista. Vero nome Adelmo Fornaciari, ma la sua maestra elementare lo chiamò “Zucchero” e da allora tenne il soprannome. Nato a Roncocesi (RE), è un big della musica rock e blues italiana e musicista (chitarra, piano) di rilievo internazionale, conosciuto come ‘the italian mad hatman’ (il cappellaio matto italiano) per la sua passione per i cappelli. I successi più grandi furono “Donne”, “Senza una donna”, “Miserere”, “Come il sole all’improvviso”, “Diamante”“Partigiano reggiano”.  Gli album pubblicati sono 30, i premi vinti 62, i dischi venduti oltre 65 milioni, i matrimoni 2 e i figli 3: Alice (’81) e Irene (’83) da Angela Figlié, Adelmo Blue (’99) da Francesca Mozer.
Karl-Heinz Rummenigge (1955), Germania, ex-calciatore e dirigente. Nato a Lippstadt,  fu Pallone d’oro ’80 e ’81. Giocò attaccante con Bayern, Inter e Servette (593-293)  vincendo 2 scudetti, 2 Coppe di Germania, 2 Coppe dei Campioni e 1 Coppa del Mondo (Bayern), mentre in Nazionale (95-45) vinse l’oro Europeo ’80 e 2 argenti Mondiali (’82 e ’86). Attualmente è presidente del Bayern Monaco.
Scottie Pippen (1965), Usa, ex-cestista. Nato ad Hamburg (Arkansas) come Scottie Maurice Pippen, alto 203 cm, giocò nell’NBA dall’87 al ’04 con Chicago Bulls, Houston Rockets e Portland Trail Blazers. Vinse 6 titoli NBA con i leggendari Chicago Bulls di Michael Jordan, di cui fu valente ‘spalla’ (ritirato il suo numero 33), mentre con la nazionale Usa, il famoso ‘Dream team’, conquistò ben 2 ori Olimpici (Barcellona ’92 e Atlanta ’96).
Will Smith (1968), Usa, attore. Nato a Filadelfia (Pennsylvania) come Willard Carrol Smith jr., è tra gli attori più amati dai giovani. Il rap fu la sua prima passione, poi scoprì di essere portato per recitare. Popolarissimo per la serie TV ‘Willy, il principe di Bel Air’ (’90-’96), al cinema recitò in film d’azione e fantascienza, da “Independence Day” (’96) a “Men in Black” (’97), da “Nemico pubblico” (’98) a “Io sono leggenda” (’07). Ma le sue doti migliori emersero nei ruoli drammatici di “Alì” (’01) e “La ricerca della felicità” (’06). Negli anni portò avanti la passione per la musica, incise 4 album e scalò le classifiche coi singoli “Men in Black”, “Gettin’ Jiggy Wit It” e “Miami”, vincendo 4 Grammy Awards.
Catherine Zeta-Jones (1969), Galles, attrice. Nata a Swansea, è tra le attrici più sexy di Hollywood. Iniziò come ballerina, poi approdò sul grande schermo; il successo arrivò con “La maschera di Zorro” (’98) ed “Entrapment” (’99), in cui palesò il suo sex appeal al fianco di Antonio Banderas e Sean Connery. Nel ’03 la consacrazione: con “Chicago” vinse l’Oscar come “miglior attrice non protagonista”. Dal ’00 è sposata con Michael Douglas, cui ha dato 2 figli: Dylan Michael (’00) e Carys Zeta (’03).

Print Friendly, PDF & Email