Giovedì 23 luglio, 205° giorno
dell’anno, 30^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 161 giorni (bisestile)

0
1034
Edoardo Bennato, armonica e rock, uno dei più grandi cantautori italiani: oggi compie 74 anni

FRASE DEL GIORNO – L’Italia è un Paese ingovernabile e con questa ingovernabilità dobbiamo farci i conti tutti i giorni. (Edoardo Bennato)

SANTI DEL GIORNO – Santa Brigida di Svezia (Religiosa, protettrice di pellegrini e viaggiatori), Sant’Apollinare di Ravenna (Vescovo e Martire, celebrato anche il 20 luglio), San Liborio (Vescovo di Le Mans), Sant’Ezechiele (Profeta), San Fedor Usakov (Ammiraglio della Flotta Navale Russa).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1829 brevettata la macchina da scrivere. Una scatola di legno con una leva all’estremità che, abbassandosi, imprimeva le lettere, minuscole e maiuscole, su un rotolo di carta. Era il “tipografo” (“Typographer”) brevettato nel 1829 dall’inventore americano William Austin Burt. Nonostante i miglioramenti successivi, il prototipo di Burt non diventò mai un successo commerciale, sia per la lentezza di scrittura che per la grandezza, ma fu fondamentale per l’evoluzione della macchina da scrivere.
Nel 1962 primo collegamento in mondovisione“Buonasera! Fra pochi minuti ciascuno di noi potrà partecipare, come testimone e come spettatore, alla nascita della televisione mondiale: per la prima volta nella storia delle telecomunicazioni, gli Stati Uniti e l’Europa si accingono a scambiarsi il primo programma TV attraverso un satellite artificiale”. La mattina del 23 luglio ’62, in diretta RAI, il telecronista Luca Di Schiena salutò così l’avvenuta trasmissione del primo collegamento televisivo via satellite tra USA ed Europa.

NATI DEL GIORNO – Emil Jannings (1884-1950), Svizzera, attore. Quando il cinema era ancora agli albori lui era già una star, vincitore del 1° Oscar come “migliore attore protagonista” nel 1929. Nato a Rorschach (Svizzera tedesca), passò dalla vita di mare ai palcoscenici teatrali, entrando a 30 anni nel mondo della settima arte.
Damiano Damiani (1922-2013), Italia, regista. Nato a Pasiano (PN), dopo essersi misurato col genere spaghetti western passò a film più impegnati, come “Il giorno della civetta” (’68), “Confessione di un commissario di polizia al procuratore della repubblica” (’71) e “Perché si uccide un magistrato” (’74). Targa d’oro ai David di Donatello del ’68, in TV diresse gli sceneggiati “La piovra” (’84) e “Il treno di Lenin” (’88).
Sergio Mattarella (1941), Italia, politico. Dagli ambienti accademici ai banchi di Montecitorio, fino alla prestigiosa soglia del Quirinale. La parabola professionale di Sergio Mattarella, palermitano doc, è stata segnata da un’intensa attività di studio del diritto e da ruoli istituzionali di primo piano. Eletto alla Camera dei Deputati nell’83 (DC), fu Ministro della Pubblica Istruzione (’89-’90) e Ministro della Difesa (’99-’01). Nominato alla Corte Costituzionale nell’ottobre ’11, lasciò l’incarico quando (3 febbraio ’15) fu eletto Presidente della Repubblica italiana, con 665 voti, dopo Giorgio Napolitano.
Massimo Boldi (1945), Italia, attore. Uscito dalla prolifica fucina del Derby di Milano, per i fan è ‘Max Cipollino’, dal nome del suo personaggio più amato. Nato a Luino (VA), suonò la batteria in un gruppo rock fondato col fratello Fabio, partecipò a ‘Canzonissima’ e iniziò la carriera artistica come attore comico e cabarettista, in coppia con Teo Teocoli. Dopo i successi TV come “Drive In”, “Grand Hotel” e “Una rotonda sul mare”, recitò in svariate fiction e parecchi ‘cine-panettoni’, molto spesso in coppia con Christian De Sica.
Edoardo Bennato (1946), Italia, cantautore. Artista e musicista eclettico, autore di testi dissacranti, incarna l’anima rock di Napoli, dove nacque. Si affermò negli anni ’70, a colpi di rock e armonica a bocca, primo cantante italiano a suonarla. Conquistò il pubblico con brani come “Un giorno credi”“Il gatto e la volpe”, “L’isola che non c’è”, “Sono solo canzonette”, e superò per primo, nell’80, la soglia delle 60.000 presenze allo stadio San Siro di Milano. Viene ricordato anche per la sigla della ‘Domenica Sportiva’ ’84 (“E’ gol”) e per quella dei Mondiali di Italia ’90 (“Un’estate italiana”), cantata con Gianna Nannini. In carriera ha pubblicato 40 album: 19 realizzati in studio, 9 ‘live’ e 12 raccolte.

 

Print Friendly, PDF & Email