Giovedì 1° ottobre, 275° giorno
dell’anno, 40^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 91 giorni (bisestile)

0
1100
La bellezza della 'soubrette' Milly Carlucci, 66 anni oggi, merita questo primo piano

FRASE DEL GIORNO – Il ballo è una grande metafora, uno specchio a cui non si può mentire. E così, alla fine, ognuno viene fuori per quello che è. (Milly Carlucci)

SANTI DEL GIORNO – Santa Teresa di Gesù Bambino (di Lisieux, Vergine e Dottore della Chiesa, protettrice delle missioni), San Bavone di Gand (Eremita), San Mirian III (Re della Georgia – Chiese Orientali), San Piatone (Piato di Tournai, Sacerdote e Martire),  Santa Nana (Regina della Georgia – Chiese Orientali).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1869 ecco la cartolina. Fu un professore di economia austriaco, Hermann Emmanuel, a proporre l’utilizzo della cartolina postale come forma di corrispondenza veloce e stringata per le comunicazioni istituzionali. Il professore presentò l’idea in un articolo di giornale che catturò l’attenzione del direttore delle poste austriache. Si arrivò alla prima emissione di cartoline il 1° ottobre 1869: era un cartoncino color avorio, preaffrancato, con uno spazio destinato a un testo lungo non più di 20 parole.
In Italia circolarono dal 1874, costo 10 centesimi, con l’effigie di Vittorio Emanuele II.
Nel 1982 primi ‘CD’ nei negozi. IL CD, acronimo di ‘compact disc’, fu sviluppato da un progetto comune tra Philips e Sony. Nato dall’esigenza di aumentare la capacità di memoria del supporto musicale classico (10 volte di più rispetto al vecchio LP) e di eliminare distorsioni e rumori di fondo, il CD rivoluzionò la discografia e la fruizione della musica.
La paternità dell’invenzione fu attribuita al presidente Sony Norio Ohga, mentre il primo CD della storia arrivato nei negozi fu “52nd Street” di Billy Joel.

NATI DEL GIORNO – Philippe Noiret (1930-2006), Francia, attore. Nato a Lilla, è uno dei più amati attori del secolo scorso. Cominciò con la prosa a fine anni ’50, guadagnandosi nel decennio successivo la stima dei migliori registi dell’epoca, francesi e italiani. La fama arrivò negli anni ’70 grazie alla saga “Amici miei”, un classico della commedia all’italiana.
Premiato con 2 César e 1 David di Donatello, lasciò le migliori performance drammatiche ne “Il Postino” di Massimo Troisi e “Nuovo cinema paradiso” di Giuseppe Tornatore. Malato di cancro, morì a Parigi nel novembre 2006.
Milly Carlucci (1954), Italia, conduttrice TV. Abruzzese di Sulmona (AQ), Camilla Patrizia Carlucci abbandonò gli studi e scelse la carriera televisiva, seguita poi dalle sorelle Gabriella e Anna. Lanciata da Renzo Arbore in “L’altra domenica” del ’76, due anni dopo sbarcò a “Domenica in”, trovando la popolarità con “Giochi senza frontiere” (’78-’81). Dopo una breve parentesi a Mediaset, dal ’90 fu un crescendo di successi nella TV pubblica, di cui il più recente è “Ballando con le stelle”.
George Weah (1966), Liberia, ex-calciatore e politico. Nato a Monrovia come George Tawlon Manneh Oppong Ousman Weah, è considerato uno dei migliori calciatori africani di sempre. Nel ’95 vinse il Pallone d’oro (primo calciatore non europeo) e il FIFA World Player. Attaccante, dopo gli esordi con 3 formazioni liberiane arrivò in Europa e giocò con Monaco, Paris Saint-Germain, Milan, Chelsea, Manchester City e Olympique Marsiglia, chiudendo la carriera negli Emirati Arabi. Le presenze complessive in carriera (compresa la Nazionale Liberiana) furono 562, i gol 254, i trofei 8: 1 scudetto, 3 Coppe nazionali e 1 Coppa di Lega in Francia, 2 scudetti in Italia, 1 Coppa d’Inghilterra. A 36 anni si ritirò dal calcio ed entrò in politica: al 3° tentativo divenne presidente della Liberia, iniziando il 22 gennaio 2018.
Samuele Bersani (1970), Italia, cantautore. Si distingue per la sensibilità melodica e la profondità dei testi. Nativo di Cattolica (RN), trovò il suo mecenate in un altro emiliano doc, Lucio Dalla, che lo scoprì nel ’91 e gli affidò il ruolo di “apri concerto” del tour “Cambio”. Da lì partì la sua carriera e i successi più famosi furono “Chicco e Spillo”, “Coccodrilli”, “Spaccacuore”, “Giudizi universali” (vincitore del Premio Lunezia come ‘miglior testo letterario’). Con Dalla scrisse il fortunato singolo “Canzone” (’96) e a lui dedicò l’8°  album, “Nuvola numero nove” (’13). A Bersani sono state assegnate 3 Targhe Tenco.

Print Friendly, PDF & Email