Lunedì 14 ottobre, 287° giorno
dell’anno, 42^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 78 giorni

0
845
Una vignetta del '62 che ritrae i presidenti Kruscev e Kennedy, seduti sui missili, impegnati a braccio di ferro

FRASE DEL GIORNO – La più grande vendetta è la felicità: niente manda in bestia le persone più che vederti fare una fottuta bella risata. (Chuck Palahniuk)

SANTI DEL GIORNO – San Callisto I (Papa e Martire), San Celeste (Celestio) di Metz (Vescovo), San Donaziano di Reims (Vescovo), Santa Angadrisma (Badessa).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1894 fu brevettato il pandoro. Col ‘Certificato di Privativa Industriale’, rilasciato dal Ministero al pasticciere veronese Domenico Melegatti, iniziò la storia del pandoro. Le sue origini in realtà si perdono tra aneddoti e leggende: chi lo fa discendere dalle tradizioni della corte viennese, chi dal rinascimentale ‘pan de oro’ veneziano, chi dal veronese ‘nadalin’, dolce a forma di stella prodotto ancora oggi. Il brevetto ufficiale parla di “impasto morbido a forma di stella troncoconica a 8 punte”.
Nel 1947 venne superata la barriera del suono.  Nella base aerea di Edwards, in pieno deserto californiano, una piccola folla assistette al test che portò a termine Chuck Yaeager, pilota di caccia e collaudatore dell’Aeronautica militare Usa. Pilotava l’aerorazzo ‘Bell X-1′, ribattezzato ‘Glamorous Glennis’ (la moglie), che venne sganciato da un bombardiere a 6.100 metri d’altezza: raggiunta l’altitudine di 12mila metri, Yeager portò il velivolo in posizione orizzontale e spinse i motori al massimo. Pochi istanti dopo si udì un boato: era il “bang sonico”, segno che era stato infranto il muro del suono, a 1.200 kmh.
Nel 1962 scoppiò la crisi dei missili di Cuba. Per due settimane il mondo restò col fiato sospeso, temendo di essere alla vigilia di una guerra nucleare. A fronteggiarsi le due superpotenze, USA e URSS, spalleggiate dai rispettivi “blocchi” d’influenza. Due concetti di mondo diversi: il liberismo e il comunismo. Teatro della contesa fu la Cuba di Fidel Castro. 
Il caso scoppiò il 14 ottobre ’62, quando un aereo spia americano U2 fornì le foto-prove che i sovietici stavano installando basi missilistiche a Cuba, puntate sugli USA. Ne scaturì una guerra di nervi, a colpi di dichiarazioni, fra i due presidenti John Fitzgerald Kennedy e Nikita Krusciov, sfociata nel blocco navale USA. Le pressioni della diplomazia internazionale e l’intervento di papa Giovanni XXIII favorirono la distensione e il raggiungimento di un accordo: rimozione dei missili sovietici a Cuba e di quelli americani in Turchia. L’episodio fu uno spartiacque nei rapporti tra le due superpotenze, favorendo l’istituzione di una linea telefonica diretta tra i due presidenti, denominata ‘linea rossa’.

NATI DEL GIORNO – Jules Rimet (1873-1956), Francia, dirigente sportivo. Nato a Theuley, fu presidente FIFA dal ’21 al ’54. Il suo nome è legato all’idea del campionato mondiale di calcio (1930), col nome Coppa Rimet. Il trofeo fu messo in palio ogni 4 anni, fin quando il Brasile lo vinse definitivamente con la terza vittoria a Mexico ’70.
E. E. Cummings (1894-1962), Usa, scrittore. Nato a Cambridge (Massachussets) come Edward Estlin Cummings, fu ispirato da Ezra Pound fin da giovane, ma le sue influenze si allargarono ai movimenti d’avanguardia, Dadaismo e Surrealismo, con cui entrò in contatto nei soggiorni parigini. Amore e natura, individuo e massa, sono i temi ricorrenti della sua produzione, di cui si ricordano le raccolte “Tulipani e camini” (’23) e “XLI Poesie” (’25).  Abile drammaturgo (4 commedie), scrisse anche racconti e disegni per bambini.
Hannah Arendt (1906-1975), Germania, filosofa. Nata a Linden da famiglia ebrea e morta a New York, allieva di Heidegger, scampò alla persecuzione nazista fuggendo prima in Francia e poi negli Usa. Per il quotidiano “New Yorker” seguì (’61) il processo al criminale nazista Adolf Eichmann, dal quale trasse ispirazione per “La banalità del male”, il suo capolavoro più noto, dove spiegò le ragioni di come un popolo, quello tedesco, avesse potuto essere complice di efferati crimini contro l’umanità. Nel ’12 uscì un film sulla sua vita, di Margarethe von Trotta, proiettato il 27 gennaio ’14, per la ‘Giornata della Memoria’.
Roger Moore (1927-2017), Inghilterra, attore. Nato a Londra, con 7 film (’73-’87) è lo 007 più rappresentato della saga di James Bond. A dargli notorietà in TV furono le serie “Il Santo” (’62-’69) e “Attenti a quei due” (’71), che ne misero in risalto fascino e vigore fisico. Nominato Cavaliere dell’Impero Britannico nel 2003 da Elisabetta II, fu sensibile ai diritti degli animali. Si sposò 4 volte: con Doorn van Steyn (’46-’53), Dorothy Squires (’53-’69), Luisa Mattioli (’69-’93) e Kristina Tholstrup (’02-’17). Ebbe 3 figli, tutti dall’attrice italiana Mattioli: Deborah (’63), Geoffrey (’66) e Christian (’73). Provato da una lunga battaglia contro il cancro, morì il 23 maggio 2017 a Crans-Montana (Svizzera).

 

Print Friendly, PDF & Email