Mercoledì 13 maggio, 134° giorno
dell’anno, 20^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 232 giorni (bisestile)

0
1289
Il grande cantante e musicista americano Stevie Wonder, oggi 70enne, ha avuto 9 figli

FRASE DEL GIORNO – Se qualcosa non ti piace, cambiala. Se non puoi cambiarla, cambia il tuo atteggiamento. Non lamentarti. (Maya Angelou)

SANTI DEL GIORNO – Beata Vergine Maria di Fatima, San Pietro Nolasco (Religioso), San Natale di Milano (Vescovo), San Servazio (Vescovo), Sant’Emma (Vergine e Martire).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1909 partì il primo Giro d’Italia. Il giornalista Tullo Morgagni aveva già “inventato” due future classiche del ciclismo (Giro di Lombardia e Milano-Sanremo) quando nel 1909, con “La Gazzetta dello Sport”, organizzò una corsa a tappe che attraversava l’Italia. Alle 3 di notte del 13 maggio partì da piazzale Loreto a Milano la 1^ tappa di 397 km, fino a Bologna. Il primo a tagliare il traguardo fu Dario Beni. Dopo 8 tappe (una ogni 2/3 giorni perché la Gazzetta usciva in edicola lunedì, mercoledì e venerdì) il primo vincitore del Giro fu Luigi Ganna, muratore di Varese, primo nella classifica a punti. L’edizione di quest’anno, la 103^, è stata spostata dal ‘coronavirus’, che ha rivoluzionato il calendario: si ‘dovrebbe’ disputare dal 3 al 25 ottobre. 

NATI FAMOSI – Giovanni Sartori (1924-2017), Italia, politologo. Stimato in patria e all’estero, i suoi editoriali sul “Corriere della Sera” erano una lettura imperdibile per chi voleva approfondire i diversi aspetti della vita istituzionale italiana. Fiorentino doc, laureato in Scienze Politiche, insegnò Storia della Filosofia Moderna, Scienza della Politica e Sociologia. Insignito di varie lauree ‘honoris causa’ e riconoscimenti accademici, fu uno dei massimi esperti internazionali di sistemi di partito e di ingegneria costituzionale.
Stevie Wonder (1950), Usa, cantante e polistrumentista. Nato a Saginaw (Michigan) come Stevland Hardaway Judkins, prese ufficialmente il cognome della madre, Morris, quando quest’ultima si separò dal padre e tenne con sé i figli. Cieco dalla nascita per una retinopatia dovuta a difficoltà del parto prematuro e peggiorata da un’eccessiva quantità di ossigeno nell’incubatrice, è considerato uno dei musicisti più innovativi e influenti di tutti i tempi e tra i più famosi artisti pop del XX secolo, icona della ‘black music’ che, in oltre mezzo secolo di carriera, ha regalato splendide sonorità dal ‘soul’ al ‘pop’, passando per il ‘reggae’ e il ‘funky’. Bambino prodigio, scoprì il proprio sconfinato talento musicale a 3 anni, a 4 suonava il piano, a 11 fu soprannominato “Wonder” (meraviglia) da Berry Gordy, numero 1 della ‘Motown Records’, e a 13 era già nella classifica ‘Billboard’. Dotato di grande voce, Stevie Wonder suona magistralmente chitarra, basso, tastiera, batteria, percussioni, armonica a bocca; ha vinto 1 Oscar (’85 con “I just call to say I love you”, miglior canzone dal film “La signora in rosso”), 25 Grammy Awards, 11 American Awards,
1 Grammy Lifetime Achievemente Award, vanta 10 singoli al numero 1 nella ‘Billboard hot 100’ e oltre 30 brani presenti nella ‘US Top 10’. Con 38 album (27 in studio, 3 ‘live’ e 8 raccolte) ha venduto oltre 120 milioni di dischi nel mondo; molto impegnato in campagne a favore dei ciechi, è anche un grande attivista dei diritti civili, con un ruolo fondamentale nel rendere festa nazionale il compleanno di Martin Luther King. Nominato “messaggero di pace” dell’ONU (’09), nel ’14 ricevette da Barack Obama la ‘Presidential Medal of Freedom’, più alta onorificenza civile Usa, e nel ’16 la città di Detroit  gli intitolò una via.
Nella vita privata Wonder ha avuto 3 mogli, Syreeta Wright (’70-’72), Millard Morris (’01-’15), Tomeeka Robyn Bracy (’17), e 9 figli, di cui 5 sono di Yolanda Simmons, mai sposata, e 1 di Melody McCulley. Eccoli: Aisha (’75), Keita (’77), Mumtaz (’83), Sophia (’85), Kwame (’88), Kailand (’01), Mandla Carl Stevland (’05), Zaiah (’13), Nia (’14).
Stefano Tacconi (1957), Italia, ex-calciatore. Nato a Perugia, di ruolo portiere, giocò con Inter, Spoleto, Pro Patria, Livorno, Avellino, Juventus e Genoa (628-586). Vinse 1 Coppa Italia Primavera (Inter) e poi 2 scudetti, 1 Coppa Italia, 1 Coppa Campioni, 1 Coppa Coppe, 1 Coppa Uefa, 1 Supercoppa Uefa e 1 Coppa Intercontinentale (Juventus ’83-’92).
In Nazionale giocò poco (7 presenze e 2 reti subite) e solo in amichevole, sempre superato da Giovanni Galli e Walter Zenga, conquistando il bronzo Mondiale a Italia ’90.

 

Print Friendly, PDF & Email