Sabato 29 agosto, 242° giorno
dell’anno, 35^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 124 giorni (bisestile)

0
914
Michael Jackson, l'artista più 'performante' della storia della musica, ai tempi di "Thriller" (1982)

FRASE DEL GIORNO – Le bugie sono velociste. Ma la verità corre una maratona. (Michael Jackson) 

SANTI DEL GIORNOMartirio di San Giovanni Battista, Santa Beatrice di Nazareth (Religiosa), Santa Sabina (Martire), San Sebbi (Re della Sassonia Orientale),  Sant’Alberico (Eremita Camaldolese).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1991 la mafia uccise Libero Grassi. Alle 7.30 il silenzio mattutino di via Vittorio Alfieri a Palermo fu interrotto da 3 colpi di pistola: due uomini in fuga, un cadavere sul marciapiede. Era Libero Grassi, titolare dell’impresa ‘Sigma’, ucciso dalla mafia a due passi da casa; contro la malavita lottò fino alla fine vita rifiutandosi di pagare il pizzo e denunciando i suoi estorsori. Sposato e con 2 figli, Grassi divenne un simbolo della lotta alla mafia, soprattutto dopo la lettera pubblicata sul quotidiano “Il Giornale di Sicilia” in cui affrontava gli aguzzini che gli avevano chiesto, sotto la fittizia identità del “ragionier Anzalone”, un ‘contributo’ di 50 milioni per i carcerati. Lo stesso Grassi contribuì all’arresto degli estorsori fornendone una descrizione dettagliata.
Nel 2004 Baldini vinse la Maratona Olimpica. Nell’ultimo giorno di gare di Atene ’04 arrivò per l’Italia una prestigiosa medaglia d’oroStefano Baldini conquistò il primo posto nella maratona. Il brasiliano de Lima guidò la corsa, maturando anche un vantaggio sugli inseguitori di 46″ secondi, perdendone alcuni per l’abbraccio di uno spettatore irlandese. Dopo 2 ore di gara il campione italiano lo superò e trionfò a braccia alzate.
Nel 2005 l’uragano Katrina devastò New Orleans. Oltre 700 morti, strade distrutte e 90% della popolazione evacuata: New Orleans era in ginocchio, poche ore dopo il passaggio dell’uragano Katrina, uno dei cinque più disastrosi della storia UsaLe vittime totali furono 1.833, distribuite in 7 stati (Alabama, Florida, Georgia, Kentucky, Louisiana, Mississippi, Ohio), ma a subire le maggiori conseguenze fu la patria del jazz. Gli argini fragili e i ritardi nell’evacuazione furono all’origine del più grave disastro subito da New Orleans.

NATI DEL GIORNO – John Locke (1632-1704), Inghilterra, filosofo. Nato a Wrington, fu tra i principali pensatori del ‘600. Ricordato come il “filosofo della libertà”, i suoi concetti rivoluzionari sul governo della legge, sulla separazione dei poteri e sulla tolleranza religiosa segnarono profondamente lo sviluppo del pensiero occidentale. E’ considerato il padre del liberalismo classico e un ‘illuminista ante litteram’. Morì a Oates nel 1704.
Ingrid Bergman (1915-1982), Svezia, attrice. Nata a Stoccolma, fu un volto storico della storia del cinema. Tre volte Premio Oscar, secondo l’American Film Institute è la quarta più grande star femminile di Hollywood di sempre. Recitò coi migliori registi del ‘900, da Hitchcock a Rossellini, e accanto agli attori di maggior fascino, su tutti Humphrey Bogart e Cary Grant. Affetta da tumore al seno, morì a Londra il 29 agosto 1982, giorno del suo 67° compleanno. Per il suo contributo al cinema, la Bergman ha una stella nella Hollywood Walk of Fame, al numero 6759 di Hollywood Boulevard. Nella vita privata sposò 3 volte (Aron Lindstrom, Roberto Rossellini, Lars Schmidt) ed ebbe 4 figli: Pia Lindstrom (’38), Renato Roberto Giusto Giuseppe Rossellini (’50), le gemelle Isabella e Isotta Ingrid Rossellini (’52).
Bob Beamon (1946), Usa, ex saltatore in lungo. Nato a New York, è celebre per il record del mondo nel salto in lungo ottenuto all’Olimpiade di Mexico ’68, a 2.280 metri di altezza, quando polverizzò il precedente primato mondiale saltando 8,90 m. Solo ai Mondiali di atletica del ’91 Mike Powell lo superò, saltando 8,95. Dopo 51 anni il salto di Beamon, che in carriera non superò mai più gli 8 metri, è ancora il primato olimpico della specialità.
Michael Jackson (1958-2009), Usa, cantautore, compositore, ballerino. Il “re del pop” nacque a Gary (Indiana) ed è ancora oggi l’artista di maggior successo di sempre.
Battezzato Michael Joseph, 7° di 10 figli di una famiglia modesta, iniziò la carriera di cantante nel ’63, a 5 anni, nel gruppo di famiglia ‘Jackson Five’. Dall’88 al ’05 visse nel Neverland Ranch, dove aveva realizzato un parco ed uno zoo per i bambini malati e poveri. Molto vicino ai bambini, le due denunce di molestie sessuali, subìte da altrettanti fan, ne danneggiarono gravemente la fama, ma fu processato e assolto da tutti i capi d’accusa. Nella meravigliosa carriera vendette oltre 1 miliardo di dischi, ottenendo 40 certificazioni nel ‘Guinness dei primati’, 15 ‘Grammy Awards’, 40 ‘Billboard Awards’, 26 ‘American Music Awards’, 16 ‘World Music Awards’ e 14 singoli al numero 1 negli Usa. Nella vita privata   ‘Jacko’ si sposò 2 volte: con Lisa Marie Presley (’94-’96) e Deborah Jeanne Rowe (’96-’99). Ebbe 3 figli: Prince Michael Jackson (’97), Paris Michael Katherine Jackson (’98), entrambi dalla Rowe, e Prince Michael Jackson II (’02), da lui soprannominato ”Blanket” (‘coperta’) e concepito, come dichiarato dal cantante, con ‘fecondazione in vitro’ e ‘gestazione per altri’, non dichiarando mai l’identità della madre surrogata. Il 25 giugno ’09, dopo un malore, fu ricoverato al Medical Center di Los Angeles dove morì per un arresto cardiaco. L’autopsia confermò che Jackson soffriva di ‘vitiligine’, malattia che provoca la perdita del colore della pelle, rendendola a macchie più chiare, e che distrusse completamente la pigmentazione.

 

Print Friendly, PDF & Email