Sabato 14 marzo, 74° giorno
dell’anno, 11^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 292 giorni (bisestile)

0
1436
Il principe Alberto II di Monaco compie oggi 62 anni

FRASE DEL GIORNO – L’uomo ha inventato la bomba atomica, ma nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi. (Albert Eistein)

SANTI DEL GIORNO – Santa Matilde di Germania (Regina), San Lazzaro di Milano (Vescovo), San Leobino di Chartres (Vescovo), Santa Paolina (Religiosa).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1492 la regina Isabella I di Castiglia ordinò ai suoi 150.000 sudditi ebrei di convertirsi al cristianesimo o venire espulsi.
Nel 1702 il terremoto dell’Irpinia e di Benevento causò circa 400 vittime. 
Nel 1861 il tricolore divenne ufficialmente la bandiera del Regno d’Italia.
Nel 1994 Linus Torvalds presentò all’Università di Helsinki la versione 1.0.0 di Linux
Nel 2008 in Tibet l’esercito della Cina sparò sui monaci manifestanti: decine i morti.

NATI FAMOSI – Vittorio Emanuele II (1820-1878), Italia, sovrano. Nato a Torino, primogenito del re di Sardegna Carlo Alberto, venne subito avviato alla disciplina militare, passando da fuciliere a generale. Fu il principale artefice dell’impresa unitaria iniziata dal padre e fu il primo Re dell’Italia unita. Medaglia d’oro durante la Prima guerra di indipendenza (1848-1849), salì al trono sabaudo dopo l’abdicazione del padre. Dopo aver sciolto il Parlamento, contrario agli accordi di pace con l’Austria, pubblicò il ‘Proclama di Moncalieri’ e si occupò del risanamento dei conti dello Stato, del rinnovo dell’esercito e del rilancio del commercio con la Gran Bretagna. Il successo dell’impresa dei Mille, condotta da Garibaldi, riunì sotto la sua corona gran parte della penisola: il 17 marzo 1861 venne proclamato Re del nuovo Regno d’Italia, con capitale Torino. Nel 1865 spostò la capitale a Firenze, con la Terza guerra d’indipendenza annesse Veneto, Friuli e provincia di Mantova, poi la ‘Breccia di Porta Pia’ aprì le porte dello Stato Pontificio. Nel 1871 la capitale diventò Roma, dove scomparve nel gennaio 1878, lasciando il trono al figlio Umberto I.
Albert Einstein (1879-1955), Germania, scienziato. Nato a Ulm, lui e la scienza sono un tutt’uno, tant’è che definire qualcuno “Einstein”, vuol dire attribuirgli il massimo grado di intelligenza nello studio scientifico. Era dislessico e imparò a parlare molto tardi; l’amore che nutriva per la scienza lo rendeva insofferente alle rigide regole scolastiche, con inevitabili conseguenze sul suo rendimento come studente. Però si laureò nel 1900, a 21 anni. Dedicò molto tempo allo studio della fisica e pubblicò tre memorie nel 1905, una delle quali espose la ‘teoria della relatività’ ristretta, primo atto verso quella teoria generale che rivoluzionò la fisica classica. Un’altra memoria, sull’Elettrodinamica dei corpi in movimento,  gli valse il Nobel per la Fisica 1921, motivato “per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell’effetto fotoelettrico”. Perseguitato dal regime nazista, in quanto ebreo e per le sue posizioni pacifiste, emigrò negli USA, dove si batté con passione contro il pericolo di una guerra nucleare. Morì a Princeton ad aprile ’55.
Principe Alberto II (1958), Monaco, sovrano. Il nome completo è Albert Alexandre Louis Pierre Grimaldiprincipe di Monaco dal 6 aprile 2005. Secondogenito e unico figlio maschio di Ranieri III di Monaco e dell’attrice Grace Kelly, è fratello di Carolina e Stéphanie.
Da quando è al comando del Principato, Alberto II ha continuato la politica paterna, promuovendo iniziative culturali internazionali e occupandosi di opere assistenziali ai più bisognosi, patrocinando organizzazioni internazionali come l’UNICEF e sostenendo la salvaguardia della fauna terrestre e marina. Sposato dal 2011 con Charlène Lynette Wittstock, ex nuotatrice e modella dello Zimbabwe, 20 anni meno di lui, da lei ebbe 2 figli, i gemelli Giacomo e Gabriella (’14). In verità Alberto di Monaco ha altri 2 figli più grandi, senza titoli perché non ne sposò mai le madri: Jazmine Grace (’92), figlia di Tamara Jean Rotolo (cameriera americana) e Alexandre (’03), figlio di Nicole Coste (hostess togolese). Entrambi non potranno mai regnare, ma avranno diritto a una parte di eredità del padre.

Print Friendly, PDF & Email