Venerdì 14 febbraio, 45° giorno dell’anno, 7^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 321 giorni (bisestile)

0
1010
Esultanza da brividi, quella di Valentina Vezzali dopo la conquista di un oro Olimpico

FRASE DEL GIORNOSan Valentino: un’opportunità in più per amare, amarsi e lasciarsi amare. (Jean Paul Malfatti)

SANTI DEL GIORNO – San Valentino (Martire, protettore di innamorati, fidanzati ed epilettici), Santi Cirillo e Metodio (Monaci, Apostoli degli Slavi, protettori dei professori),  Santi Modestino, Fiorentino e Flaviano (Martiri), San Nostriano di Napoli (Vescovo),  San Vitale di Spoleto (Martire), Sant’Eleucadio di Ravenna (Vescovo), Sant’Antonino di Sorrento (Abate), Sant’Aussenzio (Sacerdote ed Archimandrita), Santa Fortunata (Martire).

EVENTO DEL GIORNOFesta degli innamorati, celebrata in tutto il mondo.
Origini antiche: nei secoli avanti Cristo, a Roma, si celebravano i ‘Lupercalia’, feste legate al ciclo di morte e rinascita della natura, all’inversione delle regole e alla distruzione dell’ordine, permettendo alla società di purificarsi e rinascere. Vari rituali accompagnavano queste feste: mascherate, cortei, giornate con i servi al posto dei padroni e viceversa,  pratiche arcaiche e violente che propiziavano la fertilità femminile. Ma tali riti, malvisti nel tardo Impero Romano, furono banditi dai Papi cristiani. E arriviamo alla festività religiosa, che prese il nome dal santo e martire cristiano Valentino di Terniistituita nel 496 d.C. da papa Gelasio I, andò a sostituire i ‘Lupercalia’, cristianizzando la festività romana.
Una festività dedicata all’amore romantico, fertile e fruttuoso, associata idealmente alla protezione del santo Valentino, e diventata oggi molto, forse troppo, ‘commerciale’.

NATI FAMOSIDaria Bignardi (1961), Italia giornalista. Nata a Ferrara, dopo la laurea in Lettere collaborò con ‘Panorama’ e ‘Chorus’. A 30 anni entrò in RAI come redattrice di “Milano, Italia” e “Punto e a Capo”. A Mediaset si mise in mostra con “A tutto volume” e “Tempi moderni”, ma divenne famosa con la conduzione del 1° “Grande Fratello”, vincendo  Telegatto e Oscar della TV. Dopo il flop de “La fattoria” passò a LA7, conducendo “Le invasioni barbariche”. Da scrittrice pubblicò 6 romanzi, da “Non vi lascerò orfani” (’09) a  “Storia della mia ansia” (’18). Direttrice di RAI 3 da febbraio ’16 a luglio ’17, tornò in TV il 16 ottobre ’19 con “L’assedio” sul canale ‘Nove’ (Gruppo Discovery). Nella vita privata ha avuto 2 mariti (Nicola Manzoni, Luca Sofri) e 2 figli (Ludovico Manzoni, Emilia Sofri).
Gianni Bugno (1964), Italia, ex-ciclista. Nato a Brugg (Svizzera tedesca) ma residente a Monza, fu professionista dall’85 al ’98. Il 1990 fu il suo ‘anno d’oro’: vinse la Milano-Sanremo, il Giro d’Italia indossando la maglia rosa dalla prima all’ultima tappa, il bronzo Mondiale a Utsunomiya e la ‘World Cup’. Si ripetè nel ’91 (Campione del Mondo e Giro del Friuli), e nel ’92 (Campione del Mondo, Giro del Lazio, Giro dell’Emilia, Milano-Torino).
Nel ’94 si aggiudicò Giro delle Fiandre, Campionato Italiano e Coppa Agostoni.
Valerio Mastandrea (1972), Italia, attore. Romano doc, fu lanciato dalla storica trasmissione ‘Maurizio Costanzo Show’. Iniziò col teatro, poi approdò a piccolo e grande schermo nel ’94. Premiato con la Grolla d’oro ’96 per “Tutti giù per terra”, fu poi scritturato da Veronesi per “Viola bacia tutti” (’97) e da Scola per “Gente di Roma” (’03). Nel ’10 vinse il David di Donatello come “miglior attore” per “La prima cosa bella” di Virzì. Il ’13 gli regalò altri 2 David, con “Gli equilibristi” “Viva la libertà”. Come ‘Saverio Mastrofranco’ scrisse il romanzo “Chiedo scusa” (’11). Nel ’16 recitò in “Perfetti sconosciuti” di Genovese e in “Fai bei sogni” di Bellocchio. Nel ’17 arrivò il 4° David di Donatello per “Fiore” di Giovannesi e nel ’18 tornò in TV con la serie “La linea verticale” (Rai 3).
Valentina Vezzali (1974), Italia, ex-schermitrice. Nata a Jesi (AN), poliziotta, fu una campionessa straordinaria del fioretto. Vinse 6 ori, 1 argento e 2 bronzi Olimpici; 16 ori, 6 argenti e 4 bronzi Mondiali; 13 ori, 4 argenti e 4 bronzi Europei; 5 ori e 3 argenti alle Universiadi; 2 ori ai Giochi del Mediterraneo; 30 ori, 5 argenti e 3 bronzi ai Campionati Italiani. In pratica l’azzurra più medagliata di sempre, leggenda della scherma e dello sport mondiale. Partecipò a 5 Olimpiadi (’96, ’00, ’04, ’08, ’12) e fu la prima al mondo a vincere 3 medaglie d’oro nella scherma in 3 Olimpiadi di fila e 3 ori olimpici in gare a squadre. Portabandiera italiana nella cerimonia di apertura di Londra 2012, in politica fu eletta alla Camera dei Deputati (’13-’18) con Scelta Civica di Mario Monti, passando poi al Gruppo Misto prima di fine legislatura. Ha scritto addirittura due autobiografie, “A viso scoperto” (’06, con Caterina Luchetti) e “Io, Valentina Vezzali” (’12, con Betta Carbone). Nella vita privata sposò il calciatore Domenico Giugliano e nacquero 2 figli: Pietro (2005) e Andrea (2013); la coppia si separò nel 2017.

Print Friendly, PDF & Email