Martedì 5 maggio, 126° giorno
dell’anno, 19^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 240 giorni (bisestile)

0
1063
Un'immagine di Sarno (SA) dopo la spaventosa alluvione del 1998

FRASE DEL GIORNO – Se Karl, invece di scrivere così tanto sul capitale, ne avesse accumulato un po’, sarebbe stato molto meglio. (La madre di Karl Marx)

SANTI DEL GIORNO – San Gottardo di Hildesheim (Vescovo, protettore delle partorienti), Sant’Irene (Erina) da Lecce (Vergine e Martire), San Brittone di Treviri (Vescovo), San Gioviniano (Martire), San Lanno (Lando, Martire venerato a Vasanello),  San Mauronto (Abate e Diacono), San Nicezio di Vienne (Vescovo), San Sacerdote di Limoges (Vescovo), Sant’Avertino, Sant’Eutimio di Alessandria (Martire), Sant’Angelo da Gerusalemme (Martire, Carmelitano), Santa Teuteria e Santa Tosca (Vergini).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1862 istituito il Servizio Postale nazionale.
Garantire le comunicazioni tra i cittadini, preservandone l’inviolabilità, fu una questione prioritaria tra quelle affrontate all’indomani della nascita dello Stato unitario. Il 5 maggio 1862 il Parlamento approvò la legge n° 604 che istituiva il servizio nazionale delle Regie Poste, provvedimento costituito dai seguenti punti cardine: affermazione del concetto di “servizio pubblico”; creazione del monopolio statale attraverso l’abolizione di tutte le concessioni private; tutela della privacy della corrispondenza; introduzione di una tariffa unica mediante l’utilizzo del francobollo.
Nel 1946 prima schedina Totocalcio. Fu ‘il rito’ del fine-settimana degli italiani per oltre mezzo secolo: la mitica schedina del Totocalcio debuttò nei bar la prima domenica di maggio ’46. Una colonna da indovinare, al costo di 30 lire. A poco più di due mesi di distanza dal lancio della schedina, arrivò il primo vincitore, con un ’12’ da 463.846 lire (equivalente a circa 4 anni di paga di un operaio dell’epoca). Il 13° risultato fu introdotto solo nel ’51 e da quel momento l’espressione ‘fare 13’ entrò nella lingua italiana, indicando una strepitosa fortuna ricevuta dal destino con un grande profitto.
Nel 1998 alluvione di Sarno e QuindiciUn’immane onda di fango e detriti, alimentata dalla pioggia incessante e dal dissesto idrogeologico, cancellò le vite di 160 persone.
La tragedia si materializzò nell’arco di 3 giorni, alla fine dei quali la pioggia incessante (oltre 140 mm in 72 ore) provocò il distacco di due milioni di metri cubi di fango dalle pendici del monte Pizzo d’Alvano. La valanga nera investì in poco tempo i centri abitati di Sarno (SA) e Quindici (AV), portando ovunque morte e distruzione. Il prezzo più alto in termini di vittime, 137, e danni materiali lo pagò Sarno, il cui Sindaco di allora, Gerardo Basile, fu processato per omicidio plurimo e riconosciuto colpevole (con sentenza definitiva della Cassazione nel ’13) di negligenza per non aver ordinato la tempestiva evacuazione, sottovalutando il rischio della frana lanciato dall’assessorato regionale all’Ambiente.
Lo sforzo dei soccorso e dei volontari, giunti da tutta Italia, consentì il salvataggio di numerose persone, sepolte dalla colata di fango.

NATI FAMOSI – Karl Marx (1818-1883), Germania, filosofo. Pensatore e storico tra i più influenti del ‘900, fu il principale teorico del materialismo storico e del comunismo.
Nato a Treviri (Prussia, odierna Germania) da un’agiata famiglia ebraica aschenazita, Karl Heinrich Marx era il terzogenito dei 9 figli del facoltoso avvocato tedesco Herschel Meier Halevi Marx e di Henriette Pressburg, donna olandese, zia degli industriali Anton e Gerard Philips, futuri fondatori della famosa industria. Tanto importante fu il padre, nella sua formazione, quanto difficile fu il rapporto con la madre, che gli rimproverò sempre di non essersi fatto una posizione adeguata al suo rango sociale e alle sue capacità intellettuali. Marx iniziò la facoltà di giurisprudenza su consiglio del padre, ma poi preferì gli studi filosofici a quelli giuridici e prese le distanze dall’idealismo hegeliano; approdò ad una ‘visione materialistica della storia’, su cui costruì il suo ragionamento filosofico, passato alla storia come ‘marxismo’. Insieme con Engels pubblicò il ‘Manifesto del partito comunista’  (1848) che ispirò l’ideologia in URSS e in altri Paesi, e ‘Il Capitale’ (1867) con cui criticò l’economia capitalistica, teorizzandone la fine.
Tyrone Power (1914-1958), Usa, attore. Divo del cinema tra gli anni ’30 e ’50, fu amato dalle donne per l’incontestabile fascino e noto per essere il padre della cantante Romina Power. Nato a Cincinnati (Ohio), morto a Madrid, Tyrone Edmund Power Jr. fu uno dei primi ‘sex symbol’ del grande schermo, fama legata a ruoli di eroe malinconico, come ne “Il segno di Zorro”. Figlio d’arte (il padre fu noto attore all’epoca del muto), ebbe una vita sentimentale “movimentata” (tre matrimoni e due divorzi) che ne accrebbe la fama.

Print Friendly, PDF & Email