Martedì 3 marzo, 63° giorno dell’anno, 10^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 303 giorni (bisestile)

0
1479
Il cantante irlandese Ronan Keating, oggi 43enne, esordì con i 'Boyzone' per poi fare il solista

FRASE DEL GIORNO – Colui che sa quando abbastanza è abbastanza, avrà sempre abbastanza. (Lao Tzu)

SANTI DEL GIORNO – Beato Innocenzo da Berzo (Sacerdote), Santa Cunegonda (Imperatrice), San Marino di Cesarea (Martire), San Tiziano di Brescia (Vescovo), San Vinvaleo (Abate di Landevennec), Sant’Artellaide (Vergine), Santa Camilla di Auxerre (Vergine), Santi Cleonico ed Eutropio (Martiri), Santi Emiterio e Cheledonio (Martiri).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1923 uscì il 1° numero della rivista “TIME”. Nell’America anni ’20 la stampa visse il boom dei periodici illustrati e d’attualità che guardavano agli esempi della vecchia Inghilterra. “TIME” inaugurò questa stagione parlando dei fatti attraverso i volti dei protagonisti, arrivando così a fare la storia del XX secolo fino a oggi.
Nel 1944 ci fu il disastro ferroviario di Balvano (PZ). Un viaggio verso la speranza di procurarsi da vivere si trasformò in una trappola infernale, ricordata, per numero di vittime, come la più grave tragedia ferroviaria della storia d’Italia (quasi 600 morti).
Nel 1992 morì Lella Lombardi, nata a Frugarolo (AL), 4^ figlia del macellaio del paese, abile pilota automobilistica, partì dai kart e fu la seconda donna ad arrivare in Formula Uno, disputando 12 GP, e l’unica a classificarsi in zona punti. Nell’88 si ritirò diventando team manager e aprendo la scuderia Lombardi Autosport. Morì di cancro poco prima di compiere 51 anni, a Milano. Lella Lombardi è sepolta nel cimitero di Frugarolo.

NATI FAMOSIZico (1953), Brasile, ex-calciatore e allenatore. Nome intero Artur Antunes Coimbra, uno dei grandissimi di sempre, giocò con Flamengo, Udinese, Sumitomo Metals e Antima Antlers, con 696 gare ufficiali con 476 gol e vincendo 7 campionati carioca, 3 campionati brasiliani, 1 Coppa Libertadores e 1 Coppa Intercontinentale. Con la nazionale brasiliana giocò 71 volte (48 gol) e vinse il bronzo Mondiale (’78) e il bronzo in Copa America (’79). Da allenatore (9 squadre) vinse 1 scudetto e 1 Supercoppa turchi, 1 scudetto e 1 Coppa uzbeki, 1 Coppa e 1 Supercoppa di Russia, 1 Coppa d’Asia.
Zbigniew Boniek (1956), Polonia, calciatore. Detto ‘Zibì’, arrivò in Italia a 26 anni e ci giocò dall’82 all’88. Vestì le maglie di Zawisza Bydgoszcz, Widzew Łódź, Juventus e Roma con 430 presenze e 123 gol, vincendo 3 scudetti (2 Lodz, 1 Juve), 2 Coppe Italia (1 Juve, 1 Roma), 1 Coppa Campioni, 1 Coppa Coppe, 1 Supercoppa europea (tutto con la Juve).
In nazionale marcò 80 presenze e 24 reti, vincendo il bronzo Mondiale ’82. Allenò Lecce, Bari, Sambenedettese, Avellino e nazionale polacca, ma senza grande successo (meno di 90 panchine in tutto). Dal ’12 è presidente della federazione polacca.
Francesco Paolantoni (1956), Italia, attore. Napoletano doc, nell’87 entrò nell’allegra brigata di “Indietro tutta!” di Arbore, vestendo i panni di Cupido. La popolarità arrivò 9 anni dopo con “Mai dire gol”. Ospite fisso a “Quelli che il calcio” (‘98-’01), molto attivo a teatro e nelle fiction TV, recitò in “Andiamo a quel paese” (’14) e “Una festa esagerata” (’18). Nel ’19 condusse con Paola Perego “Superbrain – Le supermenti” su RAI UNO.
Ronan Keating (1977), Irlanda, cantante. Nato a Dublino, cominciò con i “Boyzone”, vendendo 27 milioni di dischi dal ’94 al ’00. Esordì come solista col singolo “When You Say Nothing At All” (colonna sonora di “Notting Hill”) e salì in vetta alle classifiche in GB ed Europa. Nel 2000 pubblicò il 2° album, poi nel ’07 tornò con i “Boyzone” incidendo un album e partecipando ad un tour, nel ’09 pubblicò l’album “Songs For My Mother” e nell’11 collaborò con Burt Bacharach reinterpretando 10 brani famosi con un’orchestra dal vivo di 40 elementi. Si stima che in carriera abbia venduto più di 50 milioni di dischi.

Print Friendly, PDF & Email