Martedì 22 settembre, 266° giorno
dell’anno, 39^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 100 giorni (bisestile)

0
966
Giuseppe Saronni vince a braccia alzate la Milano-Sanremo '83 con la maglia iridata conquistata l'anno prima

FRASE DEL GIORNO – La morte di un uomo è meno affar suo che di chi gli sopravvive. (Thomas Mann)

SANTI DEL GIORNO – Santi Maurizio, Candido, Essuperio, Vittore e compagni (Martiri della Legione Tebea; San Maurizio è il protettore di alpini, guardie svizzere, militari, tintori), San Settimio di Jesi (Vescovo e Martire), Sant’Emmerano di Ratisbona (Abate e Martire), Santa Basilia (Martire).

EVENTI DEL GIORNO – Oggi si verifica l’equinozio d’autunno, che segna idealmente la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno 2020.
Nel 1888 fu pubblicata per la prima volta la rivista ‘National Geographic Magazine’.
Nel 1949 l’URSS fece detonare la sua 1^ bomba atomica.
Nel 1960 il Mali ottenne l’indipendenza dalla Francia.
Nel 1975 Sara Jane Moore cercò di assassinare il presidente USA Gerald Ford.
Nel 1980 l’Iraq di Saddam Hussein invase il confinante Iran.

NATI DEL GIORNO – Ornella Vanoni (1934), Italia, cantante. Milanese, interprete di classe, possiede una delle più belle voci della musica leggera italiana ed è in attività dal 1956. La sua parabola artistica passò attraverso due grandi artisti: Giorgio Strehler, che la fece maturare come attrice impegnata, e Gino Paoli, che scrisse per lei celeberrime canzoni d’amore. E con entrambi ebbe un’intensa storia d’amore. I grandi autori furono sempre affascinati dalla sua voce, affidandole brani indimenticabili, come “Mi sono innamorato di te” (Luigi Tenco) e “La musica è finita” (Franco Califano). Gli anni ’70 la consacrarono con “Domani è un altro giorno” e “L’appuntamento”. La Vanoni vanta un ampio e poliedrico repertorio, dalle ‘canzoni della mala’ alla ‘bossa nova’ al ‘jazz’, con particolare attenzione alla ‘canzona d’autore italiana’. Gli album pubblicati sono 62, di cui 47 in studio, 6 ‘live’ e 9 raccolte. Ha partecipato 8 volte a Sanremo, arrivando 2^ e tre volte 4^.
Giuseppe Saronni (1957), Italia, ex-ciclista e dirigente sportivo. Nato a Novara, corse dal ’77 al ’90 su pista e su strada, vincendo 2 Giri d’Italia (’79 e ’83), 1 Milano-Sanremo, 1 Giro di Lombardia, 1 Freccia Vallone e 1 Campionato del Mondo su strada (’82). Nella rassegna iridata conquistò anche 1 argento (’81) e 1 bronzo (’86), mentre su pista ottenne 1 bronzo (’81) nella classifica a punti. Dal ’05 è dirigente della UAE Team Emirates.
Andrea Bocelli (1958), Italia, cantante. Tenore tra i più famosi e ambasciatore della musica italiana nel mondo, è originario di Lajatico (PI). Nato con problemi agli occhi per un glaucoma congenito, perse completamente la vista a 12 anni, ma ciò non lo dissuase dal sogno di diventare cantante lirico. Nell’ambiente operistico, però, non trovò sbocchi, e così si lanciò nel pop. La svolta arrivò nel ’92, incontrando Caterina Caselli che lo lanciò con Zucchero (“Miserere” del ’93) e tra le Nuove Proposte di Sanremo ’94, dove trionfò col brano “Il mare calmo della sera”. Da qui l’ascesa fu inarrestabile: il brano “Con te partirò”  (’95) conquistò la scena internazionale. Bocelli ha cantato in molti importanti teatri d’opera, incidendo anche alcune opere, e ha pubblicato 23 album (16 studio, 4 live, 3 raccolte), vendendo in totale più di 90 milioni di dischi. Nella vita privata si è sposato 2 volte, con Enrica Cenzatti (’92-’02) e con Veronica Berti (’14), e ha 3 figli: Amos (’95), Matteo (’97) dalla prima, e Virginia (’12) dalla seconda. Molto attivo nel sociale, si dedica a due Fondazioni, una per per la ricerca medica e l’altra contro emarginazione e povertà.
Ronaldo (1976), Brasile, ex-calciatore. Nato a Rio de Janeiro come Luís Nazário de Lima, soprannominato “Il Fenomeno”, giocò con Cruzeiro, PSV, Barcellona, Inter, Real Madrid, Milan e Corinthians (518-352), vincendo 2 scudetti e 2 Coppe in Brasile, 1 scudetto, 1 Coppa e 2 Supercoppe di Spagna, 1 Coppa delle Coppe (Barça), 1 Coppa Uefa (Inter), 1 Coppa Intercontinentale (Real). Con la nazionale ‘verde-oro’ (105-67) vinse 2 Mondiali (’94 e ’02), 2 Coppe America (’97-’99), 1 Confederation Cup (’97) e 1 bronzo Olimpico (’96).
Roberto Saviano (1979), Italia, giornalista e scrittore. Napoletano doc, cominciò da “il manifesto” e “Corriere del Mezzogiorno”, dove si segnalò per le inchieste sulla camorra. Nel ’06 debuttò col bestseller “Gomorra”, che conquistò pubblico e critica per lo stile molto vicino al linguaggio cinematografico, denunciando gli affari illeciti del clan dei Casalesi. Il successo si ripeté al cinema col film omonimo (’08) di Matteo Garrone (7 David di Donatello). Tradotto in 52 lingue e venduto in oltre 10 milioni di copie, il romanzo gli stravolse la vita nel bene e nel male: diventò personaggio pubblico, ma finì nel mirino della camorra e, da allora, vive sotto scorta. Nel ’14 fu lanciata la serie TV ispirata al libro “Gomorra”. Oltre a collaborare con grandi testate (RepubblicaWashington Post, New York Times), nel ’13 pubblicò “Zero Zero Zero” (sul traffico di cocaina) e nel ’16 “La paranza dei bambini”, romanzo sulle bande di ragazzini attratte dalla vita criminale.

Print Friendly, PDF & Email