Martedì 21 aprile, 112° giorno
dell’anno, 17^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 254 giorni (bisestile)

0
1586
L'attore messicano Anthony Quinn nei panni di "Barabba", film girato nel 1961

FRASE DEL GIORNO – La ricchezza vera di un uomo sono i suoi figli. (Francis Ford Coppola)

SANTI DEL GIORNO – Sant’Anselmo d’Aosta (Vescovo e Dottore della Chiesa), San Corrado Birndorfer da Parzham (Cappuccino), San Maelrubha di Applecross (Abate),  San Roman Adame Rosales (Sacerdote e Martire), Sant’Anastasio il Sinaita,  Sant’Aristo (Sacerdote e Martire), Sant’Apollonio di Roma (Filosofo e Martire).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 753 a.C. il Natale di Roma. Secondo la leggenda, in questo giorno Romolo fondò la città. La fissazione al 21 aprile, riportata da Varrone, fu dovuta ai calcoli astrologici di Lucio Taruzio. Da questa data in poi derivò la cronologia romana, definita con la locuzione latina ‘Ab urbe condita’, ovvero ‘dalla fondazione della Città’, che contò gli anni a partire da tale presunta fondazione. Dopo la caduta dell’Impero romano d’Occidente la festa si perse nei secoli, ma venne ripristinata come ‘tradizione’ durante il Risorgimento. Dal 1924 il 21 aprile divenne “Natale di Roma – Festa del Lavoro” per decreto di Mussolini, ma tale decreto venne cassato nel ’45, riportando la Festa del Lavoro al 1º maggio e limitando la festività del ‘Natale di Roma’ al solo ambito cittadino della Capitale.
Nel 1942 in Italia entrò in vigore il nuovo Codice Civile, unificando il precedente del 1865 con il Codice di Commercio del 1882.
Nel 1960 venne ufficialmente inaugurata Brasilia, nuova capitale del Brasile.
Nel 1977 l’agente Settimio Passamonti, 23 anni, venne ucciso a colpi d’arma da fuoco a Roma durante gli scontri tra polizia ed estremisti comunisti di Autonomia Operaia.
Lo scontro fu uno dei più violenti degli ‘anni di piombo’ per numero di colpiti e volume di fuoco, ma le indagini non identificarono mai l’assassino, che rimase sconosciuto.
Nel 1989 Nintendo lanciò il “Game Boy”, consolle portatile per videogames che fu, per milioni di ragazzi di allora, un irresistibile passatempo

NATI FAMOSI – Max Weber (1864-1920), Germania, economista e storico. Nato a Erfurt come Karl Emil Maximilian Weber, compì studi giuridici, economici e storici in vari atenei, arrivando nel 1891 a insegnare storia del diritto ed economia all’Università di Berlino, poi a Friburgo e Heidelberg. Tra il 1904 e il 1905 pubblicò il suo saggio più importante, “L’etica protestante e lo spirito del capitalismo”, in cui ricondusse la nascita del capitalismo moderno all’etica protestante, influenzando il pensiero occidentale e contribuendo alla nascita della sociologia moderna e fornendo concetti fondamentali alle scienze politiche.
Anthony Quinn (1915-2001), Messico, attore. Un ‘gigante’ del cinema, ricordato soprattutto per le magistrali interpretazioni di personaggi dai modi brutali e rozzi. Nato a Chihuahua come Antonio Rodolfo Quinn-Oaxaca, con la madre di origini atzeche e il padre mezzo irlandese e mezzo maya, prima di recitare lasciò la scuola e fece il pugile e il pittore. Si formò a teatro e nel ’36 passò a Hollywood, interpretando tantissimi film prima di diventare un mito: successe negli anni ’50 con “Viva Zapata!” e “Brama di vivere”, che gli valsero 2 Oscar di “miglior attore non protagonista” nel ’53 e nel ’57. Fra i due trionfi fu scritturato da Fellini per “La strada” (’54) ma il successo continuò con “Ombre bianche” (’59), “Barabba” (’61), “Lawrence d’Arabia” (’62) e “Zorba il greco” (’64). Quinn ebbe una vita privata burrascosa, con 12 figli: da Katherine DeMille nacquero Christopher (’39), Christina (’41), Catalina (’42), Duncan (’45) e Valentina (’52); da Jolanda Addolori ebbe Francesco (’63), Danny (’64) e Lorenzo (’66); con Friedel Dunbard ebbe Sean (’73) e Alex (’76), mentre l’ultima moglie Kathy Benvin gli diede Antonia (’93) e Ryan (’96).
Elisabetta II (1926), Inghilterra, regina. Personaggio tra i più influenti della politica mondiale, con 68 anni di regno è la più anziana sovrana britannica di tutti i tempi e la quarta di sempre nella storia. Figlia di re Giorgio VI e della regina Elisabetta, Elizabeth Alexandra Mary salì al trono a 26 anni dopo la scomparsa del padre (6 febbraio ’52) e col titolo di “Regina” assunse il ruolo di Capo del Commonwealth, Governatore supremo della Chiesa d’Inghilterra e Comandante in capo delle forze armate.
Toninho Cerezo (1955), Brasile, ex-calciatore e allenatore. Nato a Belo Horizonte (Brasile) come Antònio Carlos Cerezo, giocò centrocampista con le maglie di Atlético Mineiro, Roma, Sampdoria, São Paulo e Cruzeiro (491-42) vincendo 9 titoli brasiliani, 1 scudetto italiano (Samp), 4 Coppe Italia (2 Roma, 2 Samp), 1 Coppa delle Coppe (Samp), 1 Copa Libertadores (São Paulo), 2 Coppe Intercontinentali, 1 Supercoppa e 2 Recope sudamericane (São Paulo). In Nazionale (57-5) vinse 2 bronzi: Mondiali ’78 e Copa América ’79. Da allenatore (11 squadre fra Brasile, Giappone ed Emirati Arabi) vinse 2 scudetti nipponici, 1 scudetto degli Emirati, 3 Coppe giapponesi e 1 Coppa nippo-sudamericana.

Print Friendly, PDF & Email