Domenica 13 ottobre, 286° giorno
dell’anno, 41^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 79 giorni

0
596
La 'Casa Bianca' di Washington, sede della presidenza USA, fu iniziata nel 1792 e inaugurata nel 1800

FRASE DEL GIORNO – Il tempo e la pazienza possono più della forza o della rabbia.
(Jean De La Fontaine)

SANTI DEL GIORNO – San Comgano (Abate), Sant’Edoardo (Re), Santa Parasceve la giovane (Eremita), San Teofilo di Antiochia (Vescovo), Santa Chelidonia di Subiaco (Solitaria), San Geraldo D’Aurillac.

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1792 iniziò la costruzione della Casa Bianca. Progettata dall’architetto James Hoban, l’opera fu promossa da una legge del Congresso (1790) per la necessità di realizzare una residenza per il Presidente USA, che fosse sia sede istituzionale che residenza privata. Ne venne fuori, nella capitale Washington, un edificio in stile georgiano dal caratteristico colore bianco. La ‘White House’ fu inaugurata nel 1800 col nome di Palazzo presidenziale e il primo a prendervi dimora fu John Adams, 2° presidente Usa; solo un secolo dopo, con Theodore Roosevelt, divenne ufficialmente ‘Casa Bianca’.
Nel 1884 fu istituito il meridiano di Greenwich. Divenne il meridiano “fondamentale” per sincronizzare gli orologi di tutto il mondo, dopo la Conferenza internazionale dei Meridiani tenuta in questo giorno a Washington, con 41 delegati di 25 nazioni. Fu istituito così il meridiano “zero” di Greenwich (zona ovest di Londra) in base al quale vennero individuate 24 zone temporali corrispondenti ad altrettanti fusi orari. L’introduzione del Tempo atomico internazionale nel 1955 e l’adozione del Sistema di posizionamento e navigazione satellitare (GPS), fecero emergere delle imperfezioni nel precedente criterio di misurazione, tant’è che nel 1984 la linea di Greenwich venne spostata di 100 metri.

NATI DEL GIORNO – Margaret Thatcher (1925-2013), Inghilterra, politica. Tutti la ricordano come The Iron Lady, la “lady di ferro”, per l’intransigenza e la determinazione con cui portò avanti le proprie idee politiche, spesso impopolari. Nella storia inglese resta un personaggio di gran rilievo, prima donna ad essere Primo Ministro del Regno Unito.
Nata a Grantham, laureata a Oxford (Chimica e Legge), a 34 anni fu eletta alla Camera dei comuni nel Partito Conservatore. Entrata nel 1979 al n° 10 di Downing Street nel momento peggiore per l’economia inglese, sull’orlo della bancarotta, vi rimase 11 anni occupando la scena internazionale. Scomparsa a Londra nell’aprile 2013, fu personaggio amato e odiato per la sua dottrina politica, ribattezzata ‘tatcherismo’, ovvero conservatorismo e liberismo.
Dario Ballantini (1964), Italia, imitatore. Toscano di Livorno, è noto al pubblico TV come “inviato” di Striscia la notizia e per la nutrita galleria di imitazioni, da Valentino a Vasco Rossi, passando per politici e personalità di sport e spettacolo. Dagli anni ’80 porta avanti la passione per la pittura, con personali in prestigiose gallerie d’arte italiane ed europee.
Marco Travaglio (1964), Italia, giornalista. È la penna più sferzante del giornalismo italiano contemporaneo. Nato a Torino, iniziò come freelance in giornali cattolici, poi seguì  Montanelli, che lo indicò come suo erede, al ‘Giornale’ e ‘La Voce’. Nel ’98 passò a “Repubblica” come redattore di giudiziaria, e nel 2001 salì alla ribalta per le inchieste scottanti grazie alla trasmissione “Satyricon” di Daniele Luttazzi. Da lì iniziò l’ascesa mediatica, che lo portò a scontrarsi più volte col nemico giurato Silvio Berlusconi, i cui processi giudiziari occuparono un ruolo centrale nella sua produzione. Fu molte volte ospite di Michele Santoro in numerose trasmissioni TV e nel 2009, insieme ad altri giornalisti, fondò “il Fatto Quotidiano”, impresa rivoluzionaria nel panorama editoriale italiano.
Antonio Di Natale (1977), Italia, ex-calciatore. Napoletano, detto Totò, militò con Iperzola, Varese, Viareggio, Empoli e Udinese, giocando 686 volte e segnando 300 gol.
Due volte capocannoniere, è 6° nella classifica ‘all time’ dei marcatori in serie A (209 gol).
In Nazionale (42-11) fu medaglia d’argento agli Europei 2012.
Ian Thorpe (1982), Australia, ex-nuotatore. Nato a Sydney, specializzato nella stile libero (soprattutto 200 e 400 metri), è uno dei più grandi nuotatori di sempre. Conquistò 5 ori, 3 argenti e 1 bronzo Olimpici, 13 ori, 2 argenti e 1 bronzo Mondiali, 9 ori e 3 argenti PanPacifici, 6 ori e 1 argento ai Giochi del Commonwealth, con 23 record del mondo. Era noto per la potenza della gambata, che incrementava notevolmente nelle fasi finali di gara, dovuta anche alle anomale dimensioni dei piedi, misura 51. Praticamente ‘pinne’.

Print Friendly, PDF & Email