13.6 C
Alessandria
domenica, Ottobre 17, 2021

Rosa canina

Plinio il Vecchio la soprannominò “canina” perché questo tipo di rosa avrebbe guarito un soldato romano dalla rabbia. Questa antenata della rosa selvatica é diffusa in tutta Europa, fiorisce da maggio a luglio e i suoi frutti maturano in tardo autunno. Cresce a cespugli come boscaglia ai piedi di faggi, querce, abeti e i suoi fiori sono rosati. La rosa canina é ricca di vitamina C e di fitoestrogeni, i principi attivi hanno un largo impiego nell’industria farmaceutica e in erboristeria se ne fanno infusi e decotti.
Ha proprietà astringenti, antidiarroiche, viene utilizzato come vasoprotettore e antinfiammatorio. Con i petali viene fatto il miele rosato e in cosmesi il decotto è indicato per pelli arrossate e delicate.
Se dovessimo definire il carattere di questa pianta sarebbe una fanciulla timida ma tenace, generosa ma umile.

Articolo precedenteViaggio alle Sorgenti
Articolo successivoConsigli dalla natura
Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x