12.1 C
Alessandria
venerdì, Ottobre 15, 2021

Trasporto ferroviario, il sindaco di Casale Monferrato Demezzi: ‘Chiediamo uniformità di trattamento’

«Casale e il territorio monferrino hanno già dato. Chiediamo uniformità di trattamento».

Con queste parole del sindaco Giorgio Demezzi è iniziato l’incontro di questa mattina, 8 gennaio, tra l’assessore regionale ai Trasporti, Barbara Bonino, e i rappresentanti del territorio: dirigenti e studenti degli istituti superiori casalesi, Sindaci e Amministratori e funzionari locali e provinciali, il rettore dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale e il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Al tavolo dei relatori anche l’assessore regionale Riccardo Molinari, il funzionario regionale Vionel Vigna e gli assessori casalesi Giampiero Farotto e Federico Riboldi.

Il tema dell’incontro è stato spiegato proprio dal primo cittadino casalese Demezzi: «Le questioni da affrontare sono tre: il nuovo orario invernale dei treni che è andato a penalizzare pesantemente i numerosi studenti pendolari che raggiungono la città da tre Province diverse, la soppressione della linea Casale – Vercelli e la nascita della tratta Casale – Mortara – Milano. Su questi punti, vorremmo capire quali sono le prospettive future di un territorio che, lo ribadisco, ha già dato».

L’assessore Bonino ha voluto aprire il proprio intervento spiegando innanzitutto le scelte fatte per la totale revisione del trasporto ferroviario piemontese, con un orario cadenzato che andasse a inglobare Torino con i nodi di interscambio più importanti, tra cui Chivasso e Alessandria, punti di arrivo e partenza della linea casalese.

«La riorganizzazione dei trasporti – ha spiegato l’assessore regionale – ha avuto come punto fermo l’idea che la breve percorrenza debba essere svolta su gomma e la media – lunga su ferro, con l’obiettivo di migliorare il servizio, aumentare la qualità e efficientare la spesa».

Passando poi ai punti in questione, dopo un lungo dibattito con i presenti, ha annunciato che già lunedì prossimo, 13 gennaio, sarà possibile incontrarsi in Regione per affrontare tecnicamente i singoli problemi del nuovo orario invernale.

Sulla Casale – Vercelli ha spiegato come, ad oggi, sia impossibile pronosticare di andare a gara in tempi brevi per la gestione integrata gomma – ferro, vista soprattutto l’incertezza dei finanziamenti statali.

Sulla Casale – Mortara – Milano, invece, ha ribadito il pieno interessamento della Regione Piemonte alla realizzazione, inserendola tra le priorità nel tavolo di discussione con la Regione Lombardia. Nel frattempo, come ha richiesto il sindaco Demezzi, l’assessore Bonino si è impegnata a richiedere a Trenitalia che sul proprio sito siano inseriti i collegamenti su gomma, affinché chi debba raggiungere Milano da Casale Monferrato non si trovi come unici risultati un giro tra le città piemontesi e lombarde, quando invece, già oggi grazie alle autocorse Casale – Vercelli, è possibile raggiungere il capoluogo lombardo in poco più di un’ora.

«Un incontro importante e proficuo – ha sottolineato al termine il sindaco Giorgio Demezzi -, perché ha permesso di poter esprimere, in modo pacato e costruttivo, le problematicità e di avere già calendarizzato un incontro tecnico a breve».

».

Con queste parole del sindaco Giorgio Demezzi è iniziato l’incontro di questa mattina, 8 gennaio, tra l’assessore regionale ai Trasporti, Barbara Bonino, e i rappresentanti del territorio: dirigenti e studenti degli istituti superiori casalesi, Sindaci e Amministratori e funzionari locali e provinciali, il rettore dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale e il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Al tavolo dei relatori anche l’assessore regionale Riccardo Molinari, il funzionario regionale Vionel Vigna e gli assessori casalesi Giampiero Farotto e Federico Riboldi.

Il tema dell’incontro è stato spiegato proprio dal primo cittadino casalese Demezzi: «Le questioni da affrontare sono tre: il nuovo orario invernale dei treni che è andato a penalizzare pesantemente i numerosi studenti pendolari che raggiungono la città da tre Province diverse, la soppressione della linea Casale – Vercelli e la nascita della tratta Casale – Mortara – Milano. Su questi punti, vorremmo capire quali sono le prospettive future di un territorio che, lo ribadisco, ha già dato».

L’assessore Bonino ha voluto aprire il proprio intervento spiegando innanzitutto le scelte fatte per la totale revisione del trasporto ferroviario piemontese, con un orario cadenzato che andasse a inglobare Torino con i nodi di interscambio più importanti, tra cui Chivasso e Alessandria, punti di arrivo e partenza della linea casalese.

«La riorganizzazione dei trasporti – ha spiegato l’assessore regionale – ha avuto come punto fermo l’idea che la breve percorrenza debba essere svolta su gomma e la media – lunga su ferro, con l’obiettivo di migliorare il servizio, aumentare la qualità e efficientare la spesa».

Passando poi ai punti in questione, dopo un lungo dibattito con i presenti, ha annunciato che già lunedì prossimo, 13 gennaio, sarà possibile incontrarsi in Regione per affrontare tecnicamente i singoli problemi del nuovo orario invernale.

Sulla Casale – Vercelli ha spiegato come, ad oggi, sia impossibile pronosticare di andare a gara in tempi brevi per la gestione integrata gomma – ferro, vista soprattutto l’incertezza dei finanziamenti statali.

Sulla Casale – Mortara – Milano, invece, ha ribadito il pieno interessamento della Regione Piemonte alla realizzazione, inserendola tra le priorità nel tavolo di discussione con la Regione Lombardia. Nel frattempo, come ha richiesto il sindaco Demezzi, l’assessore Bonino si è impegnata a richiedere a Trenitalia che sul proprio sito siano inseriti i collegamenti su gomma, affinché chi debba raggiungere Milano da Casale Monferrato non si trovi come unici risultati un giro tra le città piemontesi e lombarde, quando invece, già oggi grazie alle autocorse Casale – Vercelli, è possibile raggiungere il capoluogo lombardo in poco più di un’ora.

«Un incontro importante e proficuo – ha sottolineato al termine il sindaco Giorgio Demezzi -, perché ha permesso di poter esprimere, in modo pacato e costruttivo, le problematicità e di avere già calendarizzato un incontro tecnico a breve».

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x