“Il sasso nello stagno”: un concorso per scegliere gli spettacoli

0
968

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Novi Ligure, insieme all’Associazione Culturale “Karkadé” e a “Quizzy Teatro”, dà ufficialmente il via al concorso per selezionare gli spettacoli che comporranno il cartellone della Stagione Teatro Ragazzi 2016 “Il sasso nello stagno”. La rassegna debutterà nel mese di febbraio ed è rivolta a bambini e ragazzi di tutte le scuole della città (dall’infanzia alle superiori). Il concorso presenta una significativa novità: per la prima volta saranno gli insegnanti e gli studenti – ovvero i destinatari del progetto – a scegliere gli spettacoli considerati più meritevoli di attenzione.

L’idea è dell’Assessore alla Cultura, Cecilia Bergaglio, e degli attori e registi del territorio Monica Massone e Davide Sannia, direttori artistici della stagione.

Abbiamo voluto offrire a tutti gli studenti novesi la possibilità di vivere gratuitamente le emozioni e la magia del teatro senza gravare sulle famiglie, in un frangente che sappiamo essere difficile, non solo dal punto di vista economico”, dichiara Cecilia Bergaglio, “L’obiettivo del progetto è infatti consentire a tutti, senza distinzioni, la possibilità di vivere il teatro, la cultura, come momento di crescita e di formazione. La novità de ‘Il Sasso nello stagno’ è anche la modalità con cui si definirà la stagione teatrale ragazzi: gli spettacoli saranno scelti da una commissione di professionisti, insegnanti e studenti. Un modo per coinvolgere tutte le compagnie teatrali del territorio e di far partecipare il pubblico già nella fase di selezione e composizione della rassegna”.

Dove sta scritto che gli spettacoli di una rassegna teatrale debbano essere scelti per forza dalla sola Direzione Artistica?” – affermano Massone e Sannia – “E’ da questa piccola provocazione che siamo partiti per ragionare su come coinvolgere davvero la città. Per rendere ancora più trasparente il tutto, abbiamo deciso di formare una commissione coinvolgendo due insegnanti per ogni istituto coinvolto, un gruppo di studenti in rappresentanza di ogni ordine scolastico e l’Art Director novese Poppi Posillipo. “’un sasso nello stagno‘ ossia la volontà di smuovere le acque, risvegliare la coscienza critica di pubblico ed artisti, creare un circolo virtuoso di ragionamenti e sensibilità sul nostro presente. Da Novi a quanto più in là possibile: più grande sarà il sasso, più lontano arriverà la nostra voce”.

Il concorso è aperto a tutte le compagnie e ai gruppi professionistici, ma anche a singoli artisti attivi su tutto il territorio nazionale, con particolare attenzione per quelle realtà operative sulla provincia di Alessandria. Ogni soggetto può presentare uno spettacolo per una delle categorie seguenti: Teatro per l’Infanzia (3-5 anni), Teatro per Bambini (6-10 anni), Teatro per Ragazzi della Scuola Secondaria di I Livello (11-13 anni) e Teatro per Ragazzi della Scuola Secondaria di II Livello (14-18 anni), “Piedibus”. Per quest’ultima si cerca una compagnia disposta ad inventare un percorso teatrale a tappe con lo scopo di accompagnare in modo divertente i bambini da scuola a teatro.

E’ importante sottolineare che saranno privilegiati gli spettacoli che tratteranno tematiche sociali o di attualità e che presenteranno un allestimento particolarmente agile.  Le proposte selezionate andranno in scena al Teatro “Giacometti” di Novi Ligure, in un’unica replica, in matinée.

Per partecipare alla “Call” è necessario inviare all’indirizzo mail stagioneteatroragazzi@gmail.com un video integrale dello spettacolo (o un video esaustivo dello stesso), unitamente alla scheda artistica e tecnica dell’opera e a un curriculum teatrale aggiornato.

Ogni video sarà pubblicato sulla pagina FaceBook “Il sasso nello stagno”, dove anche i “mi piace” conquistati concorreranno a completare il giudizio finale, e diffuso su Internet, per dare visibilità anche a chi non sarà selezionato.

Il Comune di Novi Ligure elargirà a ogni compagnia/gruppo/singolo professionista selezionato un contributo a cachet, mentre l’ingresso agli spettacoli sarà gratuito.

Print Friendly, PDF & Email