Sabato e domenica, le giornate FAI di primavera

0
796

” E’ con la cultura e la bellezza che si combatte la barbarie” così il sindaco Rita Rossa, riferendosi ai fatti tragici di Tunisi, ha presentato in conferenza stampa le giornate del FAI (Fondo Ambiente Italiano) che si terranno sabato e domenica 21 e 22 marzo.
La Delegazione FAI Alessandria, presieduta da Ileana Gatti Spriano, propone per quest’anno dei veri gioielli del nostro territorio: in città sarà aperto al pubblico il conservatorio “Antonio Vivaldi” e oltre ad ammirare le sale, anche quelle di solito chiuse, si potrà ascoltare dal vivo la musica “bella” così come ha spiegato la direttrice, Angela Colombo. Ad Acqui Terme saranno aperti al pubblico l’acquedotto romano e la lavanderia delle Terme; a Castellazzo Bormida il Santuario della Beata Vergine della Creta e delle Grazie ospiterà l’esposizione di arte sacra; Masio mostrerà la sua torre medievale inserita nel progetto di museo diffuso; tanti i castelli aperti, da quello di Redabue a quello di Mornese e a quello Balbi di Piovera, i cui attuali proprietari i conti Calvi di Bergolo hanno sottolineato in conferenza stampa quanto sia importante per il privato l’azione del FAI che fa da trait d’union con le istituzioni e gli altri detentori di beni artistici: nel castello sabato e domenica si potranno vivere i mezzi di trasporto, dalle carrozze alle auto d’epoca. A Silvano d’Orba saranno aperte al pubblico le antiche distillerie Gualco e Barile, eccellenza nazionale nella produzione della grappa.
Il sindaco Rita Rossa ha sottolineato come le iniziative del FAI accendino la luce dove ci sono le ombre, valorizzando il nostro territorio e la presidente Gatti Spriano ha ricordato che il FAI ha bisogno di tutti, quindi, sabato e domenica visitiamo i luoghi del FAI e ricordiamoci che possiamo aiutare il fondo con un sms al numero 45507.

Print Friendly, PDF & Email