Parole dalla Grande Guerra: i racconti di Paolo Rumiz

0
937

Giornalista e scrittore, autore di reportage da tutto il mondo, inviato in Croazia, Bosnia, Afghanistan, Paolo Rumiz ha raccolto le testimonianze e le voci dei caduti e dei sopravvissuti della Grande Guerra, non solo italiani ma anche austriaci e tedeschi. Le ha elaborate e trasferite nel suo nuovo libro Come cavalli che dormono in piedi (Feltrinelli), un viaggio dentro la memoria per tentare di spiegare le ragioni di un conflitto che ha cambiato la storia del mondo. Lo presenta a Torino giovedì 18 dicembre in un appuntamento curato insieme dal Salone Off 365 e da il Circolo dei lettori (ore 18, il Circolo dei lettori – Via Bogino 9).

 

L’incontro, organizzato in collaborazione con le Biblioteche civiche torinesi, sarà condotto da Marco Pautasso del Salone Internazionale del Libro insieme con i rappresentanti dei gruppi di lettura della Biblioteca D’Annunzio di Via Saccarelli. Peculiarità del Salone Off 365, è infatti il coinvolgimento dei lettori che diventano protagonisti degli appuntamenti. I gruppi di lettori si riuniscono in incontri preparatori, coordinati dal Salone Internazionale del Libro e dalle Biblioteche civiche torinesi, per discutere e recensire il libro, sviscerarne i contenuti, elaborare le domande da porre all’autore, per arrivare informati e preparati al momento della presentazione dell’ospite al pubblico.

 

All’incontro sarà presente la libreria La Feltrinelli di Piazza Castello Torino con una selezione di proposte editoriali sul tema.

 

Info e prenotazioni: 011.5184268 salonelibro.it; 011.4326827 circololettori.it.

 

Paolo Rumiz è ospite del Salone Off 365 dopo altri autori italiani e internazionali: lo scrittore franco-marocchino Tahar Ben Jelloun, lo scrittore egiziano ‘Ala Al-Aswani, il Premio Strega Giovani Giuseppe Catozzella, il criminologo Andrea Di Nicola, il giornalista e videoreporter Giampaolo Musumeci, il sociologo Massimiliano Verga, la scrittrice californiana Susan Vreeland, lo psicoterapeutaMassimo Recalcati, l’avvocatessa Lucia Annibali, la giornalista e vj Paola Maugeri.

 

Print Friendly, PDF & Email