5.7 C
Alessandria
martedì, Ottobre 26, 2021

Lav Alessandria: ‘E’ ancora una guerra come in Fantozzi’

Bilancio nero per la stagione di caccia che si è chiusa ufficialmente a fine gennaio: “un’assurda carneficina, una stagione ‘Fantozziana’ oggi come ieri.

Cacciatori armati fino ai denti, una strage di animali, danni incalcolabili all’ambiente, vittime tra i cacciatori e tra la gente comune: 56 vittime per armi da caccia e cacciatori da settembre ad inizio dicembre, 4 morti e 16 feriti tra la gente comune, secondo un bilancio ancora del tutto parziale dell’Associazione Vittime della Caccia.

Ma nonostante la stagione di caccia si chiuda formalmente il 31 gennaio, non c’è comunque pace per gli animali selvatici, moltissimi continuano infatti ad essere uccisi per tutto il corso dell’anno: le volpi con i loro cuccioli (CACCIA IN TANA), nutrie, daini, caprioli, cinghiali, colombi cadranno a migliaia sotto il piombo dei cacciatori, il più delle volte senza alcuna motivazione scientifica se non il chiaro intento della classe politica di raccogliere i voti dei cacciatori.

Una vera e propria guerra, che nella sua tragica realtà ad ogni stagione richiama alla memoria proprio il ragioniere Fantozzi nella sua caricatura del cacciatore e della battuta di caccia, memorabile interpretazione anni ’70 dell’attore Paolo Villaggio nel film “Il secondo tragico Fantozzi”.
Già allora questo film evidenziava le assurdità dell’attività venatoria, il massiccio uso di armi e l’odioso libero accesso dei cacciatori nei terreni privati altrui a cui negli ultimi decenni si aggiungono le sistematiche stragi per la caccia cosiddetta di selezione e la caccia mascherata da deroga, censurata dall’Unione Europea. Basta fare la guerra agli animali! L’unica consolazione è che la caccia non è più un fenomeno di massa come 30-40 anni fa, infatti dagli anni ’80 ad oggi i cacciatori si sono dimezzati arrivando a circa 700mila unità.

Tante le violazioni di legge, la cui gravità è confermata dai controlli svolti dal Corpo Forestale dello Stato: dal gennaio 2010 a settembre 2012 sono stati accertati 2.246 reati, concentrati soprattutto in Puglia, Lombardia e Campania, dove rispettivamente sono stati 366, 350 e 278 i reati contestati. Le persone denunciate sono state 1.567. Gli arresti sono stati 12, le perquisizioni effettuate 513. Sono stati accertati, inoltre, oltre 5 mila illeciti amministrativi per un importo totale delle sanzioni notificate pari a circa 1 milione di euro.

E per citare ciò che nella nostra Provincia è accaduto durante l’attività venatoria di quest’anno: stato di ubriachezza durante una battuta di caccia al cinghiale; un cacciatore con evidenti segni del morbo di Parkinson che cercava di tenere un fucile in mano con non poche difficoltà; un altro ancora si faceva accompagnare in attività venatoria dai figli minori.

E questo lo chiamano “SPORT”

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x