13.1 C
Alessandria
mercoledì, Ottobre 20, 2021

La salute delle nostre imprese

 

CALA DEL 7% IN UN ANNO LA PUNTUALITA’ NEI PAGAMENTI DELLE IMPRESE PIEMONTESI

CRESCONO DEL 165% DAL 2010 I RITARDI SUPERIORI AI 30 GIORNI

Nel primo trimestre del 2014 solo il 41,9% delle imprese piemontesi ha pagato alla scadenza le fatture ai propri fornitori. L’11,1% del totale ha accumulato un ritardo superiore ai 30 giorni. Biella la provincia più puntuale, Torino la peggiore. In difficoltà il Commercio al Dettaglio.

I risultati dello Studio Pagamenti 2014 di CRIBIS D&B

 Nei primi mesi del 2014 in Italia si conferma il trend negativo dei pagamenti commerciali: continua ad aumentare il numero di imprese che saldano le fatture con ritardi superiori ai 30 giorni.

All’interno di questo scenario le imprese piemontesi non fanno eccezione. Nel primo trimestre dell’anno in corso il 41,9% delle imprese della Regione ha saldato puntualmente le fatture ai fornitori, mentre il 47% ha regolato i conti con un ritardo fino a 30 giorni dai termini concordati e l’11,1%oltre i 30 giorni.

Dall’analisi del trend si osserva un miglioramento del 7,7% dei pagamenti puntuali rispetto al 2010. Ma il dato allarmante riguarda i ritardi superiori ai 30 giorni, aumentati del 164,3% in quattro anni. Inoltre nel primo trimestre del 2014 il Piemonte esibisce performance di pagamento inferiori alla macroarea di appartenenza, il Nord Ovest (43,7% di imprese puntuali, 10,6% di ritardi oltre i 30 giorni) ma migliori alla media italiana, dove i pagamenti regolari sono fermi al 38%

È quanto si evince dallo Studio Pagamenti 2014 realizzato da CRIBIS D&B, la società del Gruppo CRIF specializzata nelle business information, che ha analizzato i comportamenti di pagamento delle imprese Piemontesi.

ABITUDINI DI PAGAMENTO PER CLASSI DI RITARDO, PIEMONTE 1Q 2014

Nella classifica delle Province più puntuali nei pagamenti Biella si piazza al primo posto, con il 52,2% di imprese puntuali. Seguono Cuneo (49,1%), Asti (46,5%), Novara (46,5%), Vercelli (46,5%), Verbano Cusio Ossola (45,9%), Alessandria (41,1%). Chiude Torino, in chiara difficoltà con solo il 35,2% di imprenditori puntuali.

ABITUDINI DI PAGAMENTO PER CLASSI DI RITARDO, DETTAGLIO PROVINCE, 1Q 2014

Il dettaglio della dimensione aziendale della regione Piemonte dimostra un andamento simile a quello individuato a livello nazionale. Le micro realtà risultano sempre quelle più puntuali (45,4%), seguite da quelle piccole (35,2%), dalle medie (22,1%) e dalle grandi (15,3%). Per quanto riguarda i ritardi gravi la media si aggira intorno al 10% del totale.

A livello settoriale, il Commercio al dettaglio mostra la maggior criticità con solo il 32,3% di imprese affidabili a fronte di una percentuale del 17,1% che salda i debiti con i fornitori oltre il mese di ritardo. Bene i servizi finanziari e l’agricoltura, caccia e pesca con rispettivamente il 54,1% e il 53,3% di pagamenti alla scadenza.

 

Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x