14.7 C
Alessandria
giovedì, Ottobre 21, 2021
Array

IMPOSTARE LA FOTOCAMERA PER LA MASSIMA QUALITA

PARTE PRIMA: IL SENSORE

Tutte le fotocamere; dalla compatta economica alla reflex professionale; hanno impostazioni “di fabbrica” per produrre fotografie non alla massima qualità di cui sono capaci.

Sembra strano; ma è così! La spiegazione è in una semplice considerazione di tipo commerciale: assieme alla fotocamera trovate nella scatola anche una scheda di memoria in omaggio; la capacità di questa scheda non è grandissima (è un omaggio…) e quando il commesso vi mostra quante foto può contenere la scheda vedrete un numero bello grande; almeno un centinaio di immagini.

Il commerciante fa una bella figura e voi siete contenti.

In realtà il numero di scatti registrabili sulla scheda è così alto proprio perchè la fotocamera ha impostazioni per produrre file (il file è la fotografia digitale) di piccola dimensione.

Adesso lo avete capito: più è piccolo il file e più foto ci stanno nella scheda.

UN PO’ DI TECNICA

Il file è un po’ come un piccolo mosaico; composto da tante tessere; tanti quadratini colorati che vanno a comporre l’immagine (questi quadratini si chiamano “pixel”).

Più quadratini ci sono e più definita; più nitida e dettagliata sarà la nostra fotografia digitale.

Da dove saltano fuori questi pixel?

Dal sensore della fotocamera; il sensore è dove si forma l’immagine proveniente dall’obiettivo; il sensore è dietro all’obiettivo praticamente dove una volta c’era il fotogramma del rullino.

Il sensore è di forma rettangolare; come il fotogramma; e anche lui è composto da tanti quadratini (chiamati pixel anche qui).

Quando fate click l’immagine va sul sensore; il software della fotocamera trasforma questi quadratini in un file; nel file la vostra fotografia.

FILE GRANDI E FILE PICCOLI

Il bello della fotografia digitale è che possiamo dire/impostare la fotocamera per usare TUTTO o UNA PARTE del sensore.

In questa foto un esempio

01_sensore.jpg

Il trucco è svelato!

Se diciamo alla fotocamera di fare la foto usando solo una parte del sensore avremo meno pixel e file piccoli; e quindi ci staranno più immagini nella scheda di memoria

Se impostiamo la fotocamera per usare tutta la superficie del sensore avremo più pixel e quindi file più grandi; e quindi meno foto caricate nella scheda di memoria.

COME FARE?

Semplice; andiamo nel menù della fotocamera; cerchiamo l’impostazione Dimensione File; qui troviamo di solito tre valori GRANDE – MEDIO – PICCOLO: scegliamo il valore per l’immagine più grande.

MEGAPIXEL

La pubblicità vi informa che la vostra fotocamera dei sogni ha un sensore da 10 o 12 o addirittura 16 MP; gli MP sono i MegaPixel cioè Milioni di Pixel. sono i pixel/quadratini che riempiono la superficie del sensore.

Naturalmente una fotocamera che può registrare 12Mp; lo può fare se nel menù abbiamo l’impostazione per utilizzare tutto il sensore.

PARTE SECONDA: LA QUALITA’ DEL FILE

Abbiamo visto che la nostra fotografia può essere composta da tanti (file grande-tutto il sensore) o pochi (file piccolo-una parte del sensore) pixel.

Ma il discorso QUALITA’ DEL FILE non si ferma qui; c’è ancora un parametro.

A parità di numero di pixel nel file; possiamo impostare la fotocamera per avere una “qualità” di questi pixel più o meno alta.

Lo avete capito; se impostiamo la fotocamera per avere questa “qualità” (che in realtà si chiama “valore di compressione del file”) bassa; avremo un file piccolo e quindi più immagini nella scheda di memoria; al contrario se impostiamo questa qualità alta avremo foto più belle ma con file più grandi e quindi meno fotografie nella scheda.

COME FARE?

Semplice; andiamo nel menù della fotocamera; cerchiamo l’impostazione Qualità del File; qui troviamo di solito tre valori FINE – NORMAL – LOW (non stupitevi se li trovate in inglese; corrispondono ad ALTA – NORMALE – BASSA)

I RISULTATI

Un file a qualità FINE-ALTA avrà belle sfumature uniformi; nitidezza e morbidezza nei passaggi da un tono all’altro

Al contrario un file a qualità LOW-BASSA avrà evidenti i quadratini/pixel; sfumature non uniformi; alto contrasto nei passaggi da zone con luminosità differenti.

I due esempi nelle foto vi chiariranno ogni dubbio; è inutile sottolineare qual’è il file a qualità Alta.

02_compressione.jpg

03_compressione.jpg

COSA IMPOSTARE: DIMENSIONE E QUALITA’

Riassumento; per avere la MASSIMA QUALITA’ scegliere:

DIMENSIONE SENSORE GRANDE + QUALITA’ FILE FINE-ALTA

Il nostro file sarà grande “pesante” come si dice; ma stampabile con i risultati migliori che la tecnologia della nostra fotocamera ci mette a disposizione.

Per avere la MINIMA QUALITA’ scegliere:

DIMENSIONE SENSORE PICCOLA + QUALITA’ FILE LOW-BASSA

Il nostro file sarà piccolo “leggero” ma praticamente non stampabile; al massimo andrà bene per la visione a monitor (e in alcuni casi nemmeno per questa).

Nel mezzo tutte le accoppiate DIMENSIONE / QUALITA’ possibili; ad esempio SENSORE GRANDE e QUALITA’ LOW-BASSA etc.

CONSIGLI PRATICI

Uno solo; oggi le schede di memoria ad alta capacità costano una decina di euro; acquistatene due e scattate alla MASSIMA QUALITA’.

La capacità delle schede di memoria si misura in GB (GigaByte); una scheda di buona capacità parte da 4GB.

Schede di pari capacità ma di prezzo notevolmente differente hanno velocità di registrazione dei file differenti; ma questa è un altra storia: comprate tranquillamente schede di marca; del tipo a basa velocità

Vuoi saperne di più ?

Fai un salto in PHOTO RING Gruppo Fotografico

http://www.robotti.it/photo-ring/photo-ring-gruppo-associazione-circolo-fotografica-alessandria.html

Daniele Robotti

fotografo professionista

www.robotti.it

[email protected]

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x