I lumi di Chanukkà: in occasione di Expo, in mostra per la prima volta la collezione completa

0
1005

In occasione di Expo la città di Casale Monferrato proporrà una mostra unica e inedita: la collezione completa di oltre centosettanta Chanukkiot d’arte contemporanea della Fondazione Arte Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale.

Un’occasione irripetibile per apprezzare I lumi di Chanukkà realizzati da artisti di livello mondiale, ebrei e non, che hanno interpretato e reinterpretato il simbolico candelabro a nove bracci utilizzato, appunto, per accendere i lumi, uno per ogni sera, durante la celebrazione della festa di Chanukkà (la festività ebraica che commemora la consacrazione di un nuovo altare nel Tempio di Gerusalemme dopo la libertà conquistata dagli ellenici).

Arman, Topor, Recalcati, Pomodoro, Mondino, Palladino, Del Pezzo, Luzzati, Colombotto Rosso, Nespolo sono solo alcuni degli artisti che hanno reso la collezione casalese tra le più importanti a livello internazionale e che da domenica 10 maggio (fino al 1° novembre) sarà esposta nelle sale del secondo piano del Castello del Monferrato e visitabile dal venerdì alla domenica (dalle ore 10,00 alle ore 19,00) con ingresso gratuito.

Una mostra che si sta ancora arricchendo di opere: l’ultima arriverà proprio nei prossimi giorni, dato che l’autore, il toscano Aurelio Amendola, ha realizzato la settimana scorsa nella Sinagoga casalese un’opera fotografica in cui i bracci del Chanukkiot sono rappresentati dagli otto bambini e una bambina della Comunità ebraica.

«Per la prima volta dalla sua nascita, avvenuta nel 1994, l’intera collezione dei Lumi di Chanukkà si potrà ammirare in un’unica sede espositiva – ha sottolineato l’assessore alla Cultura e Manifestazioni, Daria Carmi – Un evento, per la rilevanza degli artisti e per la bellezza delle opere, unico. In occasione di Expo Casale Monferrato propone quindi le sue eccellenze, partendo dal suo simbolo: il Castello del Monferrato. Qui tre importanti e suggestive mostre faranno da cornice alle molte iniziative che si susseguiranno nel cortile e nella riallestita Enoteca del Monferrato, per un viaggio continuo tra cibo e cultura».

E così, nel primo fine settimana di Riso&Rose, guardando l’Expo, si aprirà ufficialmente la mostra I lumi di Chanukkà con l’inaugurazione alle ore 11,30 a cui seguirà la degustazione di piatti alla maniera ebraica.

Come ha ricordato il sindaco Titti Palazzetti in occasione della firma della collaborazione con la Fondazione Arte Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale, presieduta da Claudia De Benedetti, avvenuta lo scorso 13 aprile: «Sarà l’occasione per valorizzare un elemento fondamentale della storia della città quale l’esistenza della Comunità ebraica e di una Sinagoga che gode di prestigio e riconoscimenti a livello mondiale. Per Expo 2015 abbiamo trasformato il Castello in un vero e proprio Padiglione Monferrato: il luogo più adatto della città a ospitare eventi espositivi a carattere internazionale, che saranno fruibili fino al 1° novembre, così da poter attrarre singoli visitatori e gruppi organizzati ma anche le scuole. Fra queste l’esposizione dei Lumi è certamente un’evento di grandissimo rilievo socio-culturale».