6.3 C
Alessandria
martedì, Ottobre 26, 2021

Almanacco di domenica 21 marzo,
80° giorno del 2021, 11^ settimana

FRASE DEL GIORNONon pensavo che si potesse essere più caldi dei catalani. Invece i milanisti lo sono. (Ronaldinho)

SANTI DEL GIORNO – San Serapione di Thmuis (Vescovo), San Giustiniano di Vercelli (Vescovo), San Nicola di Flue (Patrono della Svizzera), San Berillo di Catania (Vescovo), Santi Filemone e Donnino di Roma (Martiri), Sant’Endeus (o Enna) di Aran (Abate), San Lupicino (Abate), Santa Benedetta Cambiagio Frassinello (Religiosa).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1788 un incendio distrusse gran parte di New Orleans.
Nel 1804 Napoleone promulgò il ‘Code civil des Français’, primo tentativo di raccogliere l’intero diritto privato vigente in un’unica fonte normativa scritta.
Nel 1935 la Persia venne rinominata Iran.
Nel 1956 Anna Magnani fu la prima donna italiani a vincere l’Oscar.
Nel 1963 chiuse il penitenziario di Alcatràz, situato su un’isola della baia di S.Francisco.
Nel 1980 Il presidente Jimmy Carter annunciò il boicottaggio Usa degli alle Olimpiadi di Mosca, in segno di protesta contro l’invasione sovietica in Afghanistan.
Nel 2006 venne fondato Twitter.

NATI FAMOSIAlda Merini (1931-2009), Italia, scrittrice. E’ la maggiore poetessa italiana del secondo ‘900. Nata a Milano da famiglia modesta, come Alda Giuseppina Angela, studiò pianoforte e a 15 anni esordì come autrice, scoprendo quel male interiore, chiamato ‘sindrome bipolare’, che la accomunò ad altri grandi poeti passati. Dopo il ricovero all’ospedale psichiatrico di Villa Turno, cercò conforto nella scrittura e visse una vita normale (2 matrimoni e 3 figli). Con un tumore alle ossa, morì all’Ospedale San Paolo.
Luigi Tenco (1938-1967), Italia, cantautore. Nato a Cassine (AL), ebbe una storia difficile: nacque da una relazione extraconiugale della madre, Teresa Zoccola, appena separata dal marito e cameriera presso la famiglia Micca di Torino. E’ incerta l’identità del padre, identificato in uno dei maschi della famiglia stessa. La madre, incinta, scappò da Torino e tornò a Cassine, dove partorì Luigi, che prese il cognome del marito della madre, Giuseppe Tenco, morto prima che lui nascesse per un incidente in stalla. In carriera usò gli pseudonimi ‘Gigi Mai’, ‘Gordon Cliff’ e ‘Dick Ventuno’. Come Luigi Tenco pubblicò “I miei giorni perduti”, “Mi sono innamorato di te”, “Un giorno dopo l’altro”, “Lontano, lontano” e “Vedrai vedrai”, brani famosissimi, e morì suicida in albergo il 27 gennaio ’67, dopo che al Festival di Sanremo fu eliminata la sua “Ciao amore ciao”, presentata con Dalida
Ayrton Senna (1960-1994), Brasile, pilota. Uno dei più bravi di sempre in Formula 1.  Nato a San Paolo, guidò le monoposto Toleman, Lotus, McLaren e Williams vincendo 3 volte il titolo iridato (’88, ’90, ’91) e salendo 80 volte sul podio in 10 stagioni. Il 1° maggio ’94 un terribile incidente al GP di San Marino mise ‘fine’ alla sua carriera. Molto religioso e incline alla beneficenza, fu citato in molte canzoni, tra cui “Ayrton” di Lucio Dalla.
Alena Šeredová (1978), Repubblica Ceca, modella e attrice. Nata a Praga, 2^ al concorso di bellezza nazionale, gareggiò per il suo paese a Miss Mondo, finendo 4^. In Italia divenne famosa con “Torno Sabato” di Panariello. Icona sexy, debuttò al cinema in “Ho visto le stelle!” (’03), comparendo poi in “Christmas in Love” (’04) e “Una donna per la vita” (’12).  Sposata col portiere Buffon, da cui ebbe i figli Louis Thomas (’07) e David Lee (’09), si separò nel ’14 e da allora è la compagna di Alessandro Nasi, cugino dei fratelli Elkann.
Ronaldinho (1980). Brasile, ex-calciatore. Nato a Porto Alegre come Ronaldo de Assis Moreira, giocò con Gremio, PSG, Barcellona, Milan, Flamengo, Atletico Mineiro, Querétaro e Fluminense (699-266). Vinse 3 campionati e 1 Coppa in Brasile, 2 scudetti, 2 Supercoppe e 1 Champions (Barça), 1 scudetto italiano (Milan), 1 Copa Libertadores e 1 Recopa Sudamericana (Atletico Mineiro). Con la nazionale (131-56) vinse Mondiale ’02, bronzo Olimpico ’08, 1 Copa America, 1 oro e 1 argento in Confederations. Fu Pallone d’Oro ’05.

 

Raimondo Bovone
Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli