9.6 C
Alessandria
lunedì, Ottobre 18, 2021

CASALE MONFERRATO: Il Comune virtuoso; approvato il Bilancio senza problemi

È stato approvato in poco più di un’ora l’assestamento generale del bilancio nell’ultima seduta del consiglio comunale.

«L’astenzione della minoranza – ha voluto sottolineare il vice sindaco; con delega al Bilancio; Giuseppe Filiberti – ha dimostrato la validità e la bontà dell’impianto contabile del Bilancio comunale. Anche nelle divergenze politiche; ho apprezzato l’atteggiamento costruttivo e attento che i consiglieri di opposizione hanno dimostrato».

Un assestamento; quello approvato; che ha fatto emergere alcuni punti importanti; primo fra tutti l’assenza di tagli alla spesa corrente: «La diminuzione di circa 3 milioni di euro – ha spiegato Filiberti – è da imputare esclusivamente a investimenti non effettuati; derivanti; per esempio; da progetti non cofinanziati dallo Stato o dalla Regione. È rimasta invariata; invece; la spesa corrente; quella che garantisce i servizi alla persona. Nessun taglio; quindi. Anzi; in questo 2011; abbiamo previsto addirittura degli aumenti; come nel caso del contributo agli affitti: in un momento di crisi ci è sembrato giusto andare ad aiutare la categorie più disagiate».

Un altro aspetto rilevante è sicuramente il rispetto del Patto di stabilità: «Grazie anche al maggior margine di spesa concesso dalla Regione Piemonte; il Comune di Casale Monferrato non solo ha rispettato il Patto di stabilità; ma al 30 novembre è riuscito a pagare tutti i fornitori nei tempi contrattuali: un risultato molto importante; perché ha permesso alle ditte e alle aziende di ricevere quanto dovuto senza ritardi. Un ottimo risultato; dunque; che ci permetterà di non incorrere in alcuna penalizzazione per il 2012».

Un buon segnale anche sul versante dei mutui; dove il Comune si assesta su una percentuale di interessi passivi rispetto al totale delle entrate correnti; del 2;9 per cento; ben distante dal 12 per cento previsto per il 2011 e da quelle indicate per i prossimi anni: 8 per cento nel 2012; 6 per cento nel 2013 e 4 per cento nel 2014. «Questo permetterà; negli anni a venire; di poter accendere nuovi mutui; rispettando i vincoli imposti dalla normativa – ha concluso il vice sindaco Giuseppe Filiberti -; anche se è giusto ricordare che gli interessi che si andranno a pagare sui mutui contratti; incideranno sulla spesa corrente; cioè quella voce di spesa destinata ai servizi. Per questo motivo; continueremo a farne uso con parsimonia e attenzione».

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x