Crisi ATM

0
818

Con riferimento all’incontro svoltosi nella giornata di ieri presso l’azienda A.T.M. S.p.A. e alla procedura di raffreddamento delle relazioni dichiarata in data odierna dalle principali sigle sindacali, si comunica che oggi il Comune di Alessandria ha dato disposizione alla propria Tesoreria per un pagamento di spettanze dell’azienda pari a 600.000 euro al fine di sopperire alle necessità di cassa e garantire le spettanze mensili dei lavoratori.
Si ribadisce la necessità di un immediato intervento risolutivo da parte dell’Amministrazione regionale in considerazione della situazione economico – finanziaria critica dell’azienda e alla luce del protocollo d’intesa occupazionale del settore, sottoscritto dalla stessa Amministrazione regionale con le Organizzazioni Sindacali di settore il 3 luglio 2015.
“L’Amministrazione comunale – ha dichiarato il sindaco Maria Rita Rossa – ha la possibilità di procedere alla individuazione di uno o più partner industriali e finanziari per il consolidamento aziendale di A.T.M., scelti tra le manifestazioni d’interesse ricevute, ma la condizione preliminare ed essenziale è che possa avviarsi immediatamente il procedimento di gara pubblica per l’affidamento in concessione pluriennale del servizio di trasporto locale che oggi afferisce ad ATM e senza il quale non è possibile alcuna valutazione di mercato della stessa azienda. Restiamo, comunque, disponibili ad ogni soluzione che ci permetta di salvare la stabilità economico patrimoniale dell’azienda e a salvaguardare l’occupazione, così come la stessa Amministrazione regionale ha voluto garantire col proprio protocollo d’intesa. L’unica cosa che non possiamo permetterci è che le gare vengano avviate dalla costituenda Agenzia regionale nel corso del prossimo anno, perché sarebbe troppo tardi per consentire all’azienda un piano di razionalizzazione senza esuberi di personale”.

Print Friendly, PDF & Email