Alessandria:”Costruttori di democrazia”

0
722

Percorsi esperienziali per avvicinare gli studenti delle Scuole secondarie di II grado alessandrine alla conoscenza della “macchina amministrativa” comunale

L’idea iniziale attorno alla quale si è costruito il progetto “Costruttori di Democrazia” è di Simone Annaratone, Consigliere Comunale di Alessandria: un’idea che ha trovato un “terreno fertile” e una particolare sensibilità elaborativa nei vertici dell’Associazione culturale “Amici ed ex-Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei” di Alessandria oltre che nella Dirigenza e nel Corpo Docenti dello stesso Liceo Scientifico alessandrino.

Questi i presupposti alla base della odierna conferenza stampa di presentazione ufficiale di un progetto — denominato appunto “Costruttori di Democrazia” (un titolo tratto da un discorso dell’11° Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano) — che coinvolge tutta l’Associazione, così come tutte le componenti del Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Alessandria: studenti, insegnanti, ex-docenti, dirigente scolastico vigente ed ex-dirigenti dell’Istituto, senza dimenicare gli stessi genitori degli iscritti al Liceo.

Il progetto — che si avvale anche dell’adesione dell’Ufficio Scolastico RegionaleAmbito provinciale Alessandria e Asti — si declinerà attaverso una serie di percorsi esperienziali che, a partire da una prima sperimentazione incentrata sulle classi IV F e B del Liceo Scientifico Galilei, sono rivolti in prospettiva a tutti gli studenti delle Scuole secondarie di II grado alessandrine.

Il tema-cardine è quello della conoscenza più diretta della “macchina amministrativa” comunale al fine di avvicinare gli studenti, per un verso, a una più matura conoscenza dei profili politico-istituzionali e delle peculiarità funzionali e amministrative che consentono agli Enti locali — e, nello specifico, al Comune di Alessandria (presso il quale sono previste anche vere e proprie “visite sul campo”) — di erogare i servizi alla propria comunità territoriale e, per altro verso, a contribuire a porre le basi “motivazionali” per un sempre più significativo coinvolgimento dei giovani all’ambito “della” e “delle” politiche territoriali.

Si tratta dunque di percorsi che uniscono la dimensione formativo-didattica con quella della “consapevolezza civica” e che consentono realmente a chi ne partecipa di vivere l’esperienza tipica dei “costruttori di democrazia” (citando il Presidente Napolitano): una democrazia fatta e fondata sulla cultura, sulla sensibilità, sul senso di responsabilità e di condivisione partecipata per il “bene comune” e per lo sviluppo armonioso della propria comunità territoriale.

Durante questi percorsi verrà inoltre proposto agli studenti partecipanti di elaborare dei dossier con le proprie analisi su quanto approfondito, unite a riflessioni ed eventuali proposte anche per avvicinare ulteriormente la “macchina amministrativa” ai cittadini alessandrini. Al termine del percorso, tali dossier parteciperanno a un bando con cui verranno segnalati i primi tre più significativi elaborati.

L’importanza del progetto, la sua valenza culturale e le sue dirette ricadute anche dal punto di vista “civico” non sono passati inosservati da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha deciso di sostenere direttamente il progetto prevedendo un contributo economico declinato come “borse di studio” per i primi tre classificati al bando di cui sopra. Tali borse di studio saranno riscuotibili in occasione dell’iscrizione dei tre studenti vincitori al primo anno del corso universitario che sceglieranno.

A presentare i contenuti di questo importante progetto nel corso della conferenza stampa odierna sono l’Assessore comunale al Sistema Educativo Integrato di Alessandria, Maria Teresa Gotta, il Consigliere Comunale Simone Annaratone, la Presidente dell’Associazione Culturale “Amici ed ex-Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei” di Alessandria, Mariavittoria Delpiano, e il Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Alessandria, Carlo Arzani.

————————————-

«Una Scuola che si apra sempre di più favorendo la conoscenza anche delle altre Istituzioni pubbliche — ha precisato l’Assessore comunale Maria Teresa Gottaè una Scuola viva e che ha il coraggio di guardare al futuro. L’Assessorato comunale che ho l’onore di guidare non a caso ha, quale denominazione, quella di “Sistema Educativo Integrato” e proprio la scelta di questo termine (“integrato”) richiama e mette in luce la valenza del progetto “Costruttori di Democrazia». «Un progetto — conclude l’Assessore Gotta — dove il criterio dell’integrazione viene opportunamente declinato in termini culturali e nell’ambito di un’esperienza didattico-formativa mediante la quale gli studenti potranno veramente “toccare con mano”, apprendere “con la mente”, ma anche “con gli occhi e con il cuore” la struttura della macchina amministrativa comunale, le sue complessità e pure le sue potenzialità, se governata a servizio del bene comune e per riqualificare ogni giorno la vita della nostra comunità locale».

«Ringrazio molto — ha dichiarato Simone Annataratone, Consigliere comunale e ideatore del progetto — sia l’Associazione culturale “Amici ed ex-Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei” di Alessandria, sia il Dirigente scolastico del Liceo Scientifico ing. Carlo Arzani per il fattivo sostegno nel trasformare l’idea iniziale in un vero e proprio progetto che, grazie alla diretta gestione operativa da parte dell’Associazione, potrà essere fruito da un numero auspicabilmente crescente di studenti alessandrini. A questo riguardo, è altrettanto doveroso ringraziare la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per la sensibilità con la quale ha inteso riconoscere la validità del progetto didattico prevedendo un contributo per le borse di studio destinate ai vincitori del bando e finalizzate al proseguimento degli studi universitari di questi ultimi».

«Il modello delle associazioni degli ex-allievi delle Istituzioni scolastiche superiori — ha sottolineato la Presidente dell’Associazione culturale “Amici ed ex Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei” di Alessandria Mariavittoria Delpianoè il primario riferimento e la sfida che consente alla nostra Associazione di sperimentare concretamente nuovi percorsi. L’Associazione, a questo riguardo, intende svolgere un ruolo di sostegno ai bisogni di base dei giovani, così come indicato dallo Statuto per le attività di formazione, come la promozione e l’organizzazione di seminari, corsi di preparazione e corsi di perfezionamento su argomenti scientifici, umanistici, economici e sociali, con particolare attenzione alle esigenze degli allievi del Liceo, degli altri Istituti medi-superiori e della stessa Università».

«Si tratta di un progetto molto importante — per Carlo Arzani, Dirigente scolastico del Liceo Scientifico Galilei di Alessandria — ed è significativo che sia maturato a partire da un’esigenza di maggior consapevolezza civica manifestata proprio dalla “base”, dagli studenti delle IV classi che si apprestano a diventare nel giro di pochi mesi tutti maggiorenni. Questa maggiore età significa vivere sempre più responsabilmente facendo tesoro di quanto gli autori che si studiano in IV (Montesquieu, Rousseau etc.) hanno elaborato sul tema della democrazia, ma anche di quanto affermava Gaber quando, nel cantare “Libertà è Partecipazione”, invitava a intepretare la libertà come collegata proprio alla consapevolezza e alla partecipaazione attiva di tutti».

Print Friendly, PDF & Email