Coldiretti: Donne Impresa, una “camminata in rosa” per dire no alla violenza

0
990

Si sono conclusi ieri gli appuntamenti del programma “Marzo Donna 2016” organizzati dalla Consulta Pari Opportunità e dal Comune di Alessandria:

La “Marcia in rosa” ha chiuso ieri gli appuntamenti dedicati al “Marzo Donna 2016” proposti dalla Consulta Pari Opportunità del Comune Città di Alessandria.

Ottima affluenza , per un’iniziativa partita dalle donne che ha saputo coinvolgere tutti.

“Donne Impresa Coldiretti non poteva mancare a questo appuntamento in grado di unire solidarietà e coralità non solo al femminile. Un momento di crescita che ha voluto essere un segnale tangibile e concreto di come si possa fare rete. – ha affermato Graziella Boveri responsabile regionale e provinciale Donne Impresa – Tutti gli iscritti hanno ricevuto una pettorina gialla realizzata appositamente per l’occasione e riportante i loghi dei soggetti promotori e, come Donne Impresa, per rendere ancora più “colorata” la marcia, abbiamo invitato tutte le partecipanti e i partecipanti ad indossare qualche indumento di colore rosa. Invito che è stato accolto con entusiasmo”.

Un ottimo colpo d’occhio che ha animato e colorato le vie della città, una proposta condivisa con UISP-Comitato Territoriale di Alessandria, Coldiretti Alessandria – Donne Impresa e COOP Novacoop e che ha avuto come obiettivo quello di rendere protagonisti donne e uomini per una manifestazione in cui sport e sensibilità solidale si coniughino in un clima di festa e di coralità.

L’incasso della manifestazione (grazie a un’offerta di 5 euro per ciascun iscritto) è stata raccolta direttamente da UISP e destinata, oltre che per la copertura assicurativa dei partecipanti, a favore dell’Ostello Femminile della Caritas Diocesana di Alessandria per l’acquisto di generi di prima necessità, alimentari o di igiene personale o per garantire la prestazione aggiuntiva di personale dedicato alla custodia e alla assistenza delle donne stesse.

Durante il percorso della “Marcia in Rosa-Camminiamo insieme” sono state realizzate tappe “in rosa” per ricordare figure femminili importanti del territorio come Madre Teresa Michel, l’omaggio alle Borsaline e a Virginia Marini: il tutto allietato dai canti e dai ricordi messi in scena (e non è un modo di dire) del gruppo folkloristico del Museo della Gambarina.

Al termine della camminata per tutti l’invito al momento conviviale organizzato all’interno del cortile del Palazzo Comunale offerto da Coldiretti e Coop: decisamente apprezzati, tra le altre specialità, il pane ai cinque cereali prodotto con lievito madre dalla “Cooperativa Vallenostra“ di Mongiardino e la marmellata di pesche di Volpedo realizzata da “Cascina Galeazzo” di Volpeglino.

Tutti sono ritornati a casa con le mele, simbolo della sana alimentazione, offerte dalla “Cooperativa Fresche Terre di Scrivia”, accompagnate dal materiale informativo distribuito da Me.Dea, il centro provinciale contro la violenza alle donne.

“Coldiretti sostiene queste manifestazioni perché sono in linea con la filosofia che ci contraddistingue da sempre. Sport, sana alimentazione e solidarietà vanno di pari passo, – ha affermato il presidente Coldiretti Alessandria Roberto Paravidino – i consumatori ricercano oggi uno stile di vita sano e, oltre allo sport, è fondamentale una corretta alimentazione che parte dal riconoscimento dei prodotti del territorio che Campagna Amica promuove garantendone la qualità. Iniziative come queste rappresentano, quindi, un contributo importante per divulgare un corretto stile di vita. Ecco perché Coldiretti, impegnata nel difendere la sana alimentazione e la salute del consumatore, ha accolto con entusiasmo la proposta di essere partner di questa iniziativa”.

Print Friendly, PDF & Email