E l’apertura del cinema? Non pervenuta

0
708

Gli abitanti di Novi Ligure che speravano nella riapertura del cinema Iris vedono il loro sogno messo in pausa, come fosse un videotape. Il desiderio di riavere in città una sala cinematografica, facilmente raggiungibile senza necessità di prendere l’automobile, è stata fortemente espresso dai cittadini tramite una raccolta firme che ha superato il numero di tremila firmatari.
L’ostacolo alla riapertura è posto da un provvedimento normativo il quale stabilisce il numero massimo di posti a sedere e sale cinematografiche su base provinciale. Vista la grande concentrazione di cinema e multisala nella nostra provincia (Tortona, Spinetta Marengo e Casale Monferrato sono quelli con maggiori posti a sedere) sembrerebbe che non ci sia più possibilità di apertura di ulteriori sale cinematografiche. 
Paolo Moncalvo, promotore della raccolta firme, spiega che questa situazione di stand-by dipenderebbe dalla Regione Piemonte: non è ancora stata messa in agenda la modifica del regolamento sui cinema che permetterebbe di vedere finalmente riaperte le porte dell’Iris.
La modifica al regolamento sembra l’unico sistema per aggirare il limite al numero massimo di sale ormai raggiunto nella nostra provincia.
La riapertura del cinema Iris non sarebbe solo una conquista culturale per Novi Ligure, ma un motivo in più per andare a fare una passeggiata nelle vie vicine avvicinando così gli spettatori ai negozi storici di via Girardengo.

Alice Porotto