Giovedì 8 aprile: la frase del giorno,
i santi del giorno, i nati famosi e cosa accadde oggi

0
1206
Il popolarissimo divulgatore scientifico e personaggio TV, Alberto Angela, compie oggi 59 anni

Frase del giorno

La gente crederà a qualunque cosa, se bisbigliata in un orecchio.  (Alberto Angela)

Santi del giorno

San Dionigi di Corinto (Vescovo), San Walter (Gualtiero) di San Martino di Pontoise (Abate – celebrato anche il 23 marzo), Sant’Amanzio di Como (Vescovo), Santi Erodione, Asincrito e Flegone (Discepoli di San Paolo).

Accadde oggi

  • Nel 1820 scoperta la Venere di Milo. Una delle più celebri sculture della civiltà greca, che incarna l’ideale classico di eleganza e sensualità. L’ufficiale Olivier Voutier sbarcò dalla nave ‘Chevrette’ sull’isola di Milos e trovò il contadino Yorgos Kentrotas che scavava, cercando pietre per la casa, a ridosso di un antico teatro. L’8 aprile affiorò un busto di donna, senza braccia. L’uomo scavò ancora e trovò l’altra metà della statua, con gambe coperte da un drappeggio. L’iscrizione sotto il basamento attribuì l’opera allo scultore Alessandro di Antiochia. La “Venere” (202 cm) è al Louvre di Parigi.

Nati famosi

  • Jacques Brel (1929-1978), Belgio, cantautore. Iniziò a suonare nei cabaret di Parigi e tra la fine dei ’50 e i ’70 raggiunse il successo (13 album). Apprezzato attore e regista teatrale, firmò celebri brani, su tutti “Ne me quitte pas”, ricantata da Céline Dion, Nina Simone, David Bowie, Gino Paoli, Patty Pravo e Franco Battiato. Più la versione comica di Gigi Proietti, intitolata “Nun me rompe er ca’”.
  • Kofi Atta Annan (1938-2018), Ghana, diplomatico. Nato a Kumasi da famiglia ricca, si laureò in Economia negli Usa, si specializzò in Svizzera e al prestigioso MIT di Cambridge (Massachussets). A 24 anni cominciò la carriera diplomatica per l’OMS. Segretario Generale dell’ONU (’97-’06), fu il primo africano nero eletto a Capo della struttura.
    La sua opera di rinnovamento e l’impegno per disarmo e diritti umani nel mondo furono premiati nel ’01 con il Nobel per la Pace.
  • Alberto Angela (1962), Italia, divulgatore scientifico e scrittore. Figlio di Piero, nacque a Parigi. Diplomato in Francia e laureato in Italia (Scienze Naturali), si specializzò in Usa. Studiando i fossili partecipò a grandi spedizioni internazionali. Debuttò in TV in Svizzera (‘Albatros’), nei ’90 entrò nel team paterno de ‘Il mondo di Quark’, dove seguì dinosauri ed archeologia. In RAI conduce “Passaggio a Nord Ovest” (dal ’97), “Ulisse – Il piacere della scoperta” (’00) e “Meraviglie-La penisola dei tesori” (’18). Da scrittore pubblicò “Viaggio nella Cappella Sistina” (’14). Parla bene 4 lingue (italiano, francese, inglese, swahili) e a lui sono dedicati l’asteroide 80652 (‘Albertoangela’) e una rara specie marina dei mari colombiani, chiamata “Prunum albertoangelai”.