4.7 C
Alessandria
venerdì, Dicembre 3, 2021

Giovedì 29 aprile: la frase del giorno,
i santi del giorno, i nati famosi e cosa accadde oggi

Frase del giorno

Uno come Balotelli non lo sopporto. Non mi piace lui, il personaggio, il suo atteggiamento strafottente. Non mi va giù. (Sara Errani)

Santi del giorno

Santa Caterina da Siena (Vergine e Dottore della Chiesa, patrona d’Italia, protettrice delle infermiere), San Cristino (Martire), San Severo di Napoli (Vescovo), San Tichico, San Torpete (Torpes, Torpè – Martire), Sant’Acardo (Abate).

Accadde oggi

  • 1961 debuttò Pavarotti. Dopo la vittoria al concorso “Achille Peri”, per Pavarotti si spalancarono le porte della lirica. Nella primavera ’61 fu scritturato per la parte di  Rodolfo ne “La Bohème” di Puccini, direttore Molinari Pradelli, in scena al Teatro Municipale “Romolo Valli” di Reggio Emilia. Il nervosismo delle prove svanì e il pubblico si spellò le mani dopo la magistrale interpretazione della celebre aria “Che gelida manina”. Serata memorabile per il 25enne Pavarotti da Modena. Che divenne un mito.
  • 1990 2° scudetto del Napoli. Dopo 34 giornate (torneo a 18 squadre) il Napoli vinse il suo 2° titolo. Nell’ultima partita, davanti a 70.000 tifosi in visibilio, i calciatori di Bigon batterono la Lazio 1-0, con gol di testa di Baroni al 7′ su punizione di Maradona.
    Il Napoli chiuse la stagione a 51 punti, 2 più del Milan di Van Basten.

Nati famosi

  • Enrico Mattei (1906-1962), Italia, dirigente pubblico. Nato ad Acqualagna (PU), puntò sull’energia per rilanciare lo sviluppo economico italiano e nel ’53 fondò l’Eni, partendo dalla riorganizzazione dell’Agip. Il 27 ottobre ’62 Mattei morì (con tutti i passeggeri) nell’esplosione dell’aereo sul quale stava viaggiando, da Catania a Milano. Si pensò ad un attentato, ma le indagini di allora furono archiviate. Nel ’97 furono riaperte e i reperti vennero analizzati con nuove tecnologie: le conclusioni parlarono di aereo abbattuto con dolo, ma dopo 35 anni non si poté scoprire i responsabili.
  • Michelle Pfeiffer (1958), Usa, attrice. Nativa di Santa Ana (California), molto bella, in carriera vinse Golden GlobeOrso d’ArgentoBAFTA Film Award, varie nomination a Oscar ed altri premi cinematografici e TV. Nel ’07, per il film “Stardust”, guadagnò una stella sulla “Hollywood Walk of Fame”. Negli ultimi anni fu nei cast di  “Assassinio sull’Orient Express” (’17), “Ant-Man and the Wasp” (’18), “French Exit” (’20). Nell’81 sposò l’attore Peter Horton, divorziando 7 anni dopo. Adottò una bambina, Claudia Rose, poi nel ’93 sposò il produttore David Kelley: nel ’94 nacque John Henry.
  • Giovanni Galli (1958), Italia, ex-calciatore e commentatore TV. Nato a Pisa, fu portiere di Fiorentina, Milan, Napoli, Torino, Parma e Lucchese (680) e vinse 1 scudetto (Milan), 2 Supercoppe italiane (1 Milan, 1 Napoli), 2 Coppe Campioni, 1 Supercoppa Uefa, 1 Coppa Intercontinentale (Milan) e 1 Coppa Uefa (Parma). Con la Nazionale (19) vinse il Mondiale ’82 da terzo portiere e fu titolare a Mexico ’86, fuori agli ottavi. Nel ’09 si candidò come sindaco di Firenze col centrodestra e perse il ballottaggio con Renzi.
  • Andre Agassi (1970), Usa, ex-tennista. Soprannominato ‘Kid of Las Vegas’ o ‘Flipper’ (per lo stile di gioco), vinse 8 tornei ‘Slam’ (4 Australian Open, 2 Usa Open, 1 Roland Garros, 1 Wimbledon), 60 titoli ATP e fu numero 1 del mondo per 101 settimane. Unico tennista della storia ad aver vinto, almeno una volta, i 4 tornei dello Slam, l’oro Olimpico (’96), il torneo ATP World Championship e la Coppa Davis (’90, ’92,’95). Nella vita privata sposò l’attrice Brooke Shields (’97-’99) e la collega tennista Steffi Graf (’01), da cui nacquero i figli Jaden Gil ’01) e Jaz Elle (’03).
  • Sara Errani (1987), Italia, tennista. Nata a Bologna, è l’italiana più vincente di sempre: 36 titoli, 9 in singolo e 27 in doppio. Fu n. 5 al mondo in singolo e n. 1 in doppio. In coppia con Roberta Vinci vinse 5 ‘Slam’: Roland Garros e US Open (’12), Australian Open (’13, ’14) e Wimbledon (’14), completando il ‘Career Grand Slam’. Portò a casa anche 3 Fed Cupvinte con la Nazionale italiana (’09, ’10, ’13). Nel ’17, in seguito a una squalifica per doping, scivolò al 243° posto, ma risalì: ora è al n. 111 WTA.
Raimondo Bovone
Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli