Serie C: la Juve U23 cerca i primi punti
domani alle 20.30 contro il Cuneo

0
292
Il sorteggio alla prima di campionato della Juve U23 contro l'Alessandria

La Juventus U23, in campionato, gioca solo di sera. Almeno fin qui, visto che l’esordio con l’Alessandria, la trasferta con la Carrarese e la sfida col Cuneo hanno in comune lo stesso orario di gioco. Ciò che si augurano in casa bianconera, però, è che l’esito sia diverso, visto che nelle prime due giornate è arrivata la sconfitta, risultato al quale le ‘zebre’ non sono tanto avvezze per tradizione. Il posticipo della 3^ giornata, Juventus U23-Cuneo (stadio ‘Moccagatta’), sarà in diretta su Sportitalia e su Eleven Sport.

PRECEDENTI – Essendo la Juve B una novità assoluta, quella dei precedenti è una storia tutta da scrivere. Ma con il Cuneo, uno dei tanti derby del girone A di questa stagione, ce n’è uno dello scorso 21 agosto, in Coppa Italia: al ‘Mocca’ finì 1-0 per la Juve, gol di Zanimacchia al 29′. Beneaugurante.

CUNEO – E’ 11° in classifica dopo 2 giornate con 1 punto, alla pari col Gozzano, col quale ha diviso la posta domenica scorsa (1-1), ma nelle gare ufficiali è stato il primo risultato positivo dopo tre sconfitte (Albissola e Juve B in coppa, Pisa in campionato).
Oltre ad un sacco di problemi societari, il Cuneo ha una rosa molto giovane (età media 22,2) e molto ampia (34 elementi) con 7 stranieri, allenata dal 47enne Cristiano Scazzola che, dopo il 4-4-2 utilizzato in coppa ha virato sul 5-4-1, modulo più ‘coperto’.
Praticamente una ‘Primavera’ con qualche giocatore ‘over’: uno su tutti il capitano Santacroce (’86), forte di 90 presenze in A, 65 in B (3 gol) e 4 in Europa League fra Brescia, Napoli, Parma, Padova e Ternana.

JUVENTUS U23 – Ultima in classifica con zero punti, la peggior difesa (6) e la peggior differenza reti (-5): fa veramente strano leggerlo, e pure scriverlo, credetemi. Ma è un esperimento del calcio italiano, quello delle ‘squadre B’ in terza serie, organizzato male e per il quale, comunque, la Juventus è stata l’unica pronta. Ovvio che si sapeva delle difficoltà che ci sarebbero state, soprattutto all’inizio, ma il percorso di crescita dei giovani, seppur di talento, è questo. La rosa della Juventus U23 è composta da 24 elementi (19 di proprietà e 5 prestiti, con 8 stranieri) ed è la più giovane della categoria (età media 21,1 anni), affidata alle cure del ‘maestro di calcio’ 48enne Mauro Zironelli, che utilizza il modulo 3-5-2 e ha il suo bel daffare a frenare l’irruenza e a limitare le sviste dei giovani talentuosi bianconeri. Per domani tre assenze sicure: il difensore Parodi e il centrale Fernandes, infortunati, e l’attaccante Olivieri, che sconta una vecchia squalifica.

ARBITRO – Il designatore Giannoccaro ha scelto per Juventus U23-Cuneo (giovedì 27 settembre, ore 20.30, stadio ‘Moccagatta’) l’arbitro Fabio Pasciuta (RA), che sarà assistito da Salvatore Emilio Buonocore (Marsala) e Pietro Pascali (BO).

Print Friendly, PDF & Email