Playoff serie C: Piacenza e Pisa con un piede in finale, Triestina e Trapani favorite nella gara di ritorno

0
529

La partite giocate ieri sera hanno dimostrato in pieno la validità di questa formula playoff: spettacolari, divertenti, gran gioco, tanti gol, emozioni a non finire.

Analizzando i risultati, emerge chiaramente il vantaggio maturato dal Piacenza nella sfida con l’Imolese: un 2-0 esterno che lascia poche repliche, costringendo i grifoni rossoblù a vincere al ‘Garilli’ con 3 gol di scarto, impresa ai limiti dell’impossibile. Un successo con soli 2 gol di vantaggio, infatti, regalerebbe il passaggio del turno ai biancorossi di Franzini (con gli ex grigi Barlocco, Nicco, Sestu) per via delle classifiche di girone.

Discorso analogo per il derby toscano fra Arezzo e Pisa: la vittoria fuori casa 3-2 dei nerazzurri di D’Angelo (ex grigio, come il centravanti Marconi autore di una doppietta) obbliga gli amaranto di Dal Canto a vincere il trasferta con 2 gol di scarto, impresa difficilissima all’Arena Garibaldi, ma non impossibile per Cutolo (che ha sbagliato il rigore del 3-3) e compagni.

Spettacolare il pareggio nel derby siciliano: il 2-2 di Catania ha visto il Trapani di Italiano in doppio vantaggio, poi rimontato dall’orgogliosa formazione rosso-azzurra trascinata da un super Lodi, autore di 2 gol, uno da metà campo, l’altro su rigore. La ‘X’ garantisce ai granata il passaggio del turno con due risultati su tre (pareggio e vittoria), ma per la squadra di Sottil vincere al ‘Provinciale’ è impresa assolutamente alla portata.

Stesso discorso vale per la FeralpiSalò di Damiano Zenoni, allenatore dei playoff visto che le 38 gare del campionato, col 4° posto finale, sono lavoro di Toscano. L’1-1 casalingo con la Triestina (in rimonta) penalizza i gardesani, che potranno solo vincere al ‘Rocco’ per aspirare al passaggio del turno. In questo caso, però, la differenza appare più marcata fra le due squadre (Granoche ha sprecato il rigore del raddoppio) rispetto al derby siciliano, con gli alabardati di Pavanel favoriti, secondo molti, per la promozione in B

GARE DI RITORNO – Si gioca domenica 2 giugno alle 20.30: in caso di parità di punteggio nelle due gare, passeranno il turno le squadre di casa, ovvero le ‘teste di serie’.
Risultati e programmaImolese-Piacenza 0-2; Piacenza-Imolese (dom. 20.30);  Catania-Trapani 2-2; Trapani-Catania (domenica, 20.30);
Feralpisalò-Triestina 1-1; Triestina-FeralpiSalò (domenica,  20.30);
Arezzo-Pisa 2-3; Pisa-Arezzo (domenica, 20.30).

Le quattro vincenti accederanno alla ‘Final four’ che promuoverà due squadre in serie B.   Anche in queste sfide mancherà il gol ‘doppio’ in trasferta, ma ci saranno supplementari e rigori in caso di parità dopo la sfida di ritorno. Il sorteggio ha indicato:
vincente Imolese-Piacenza contro vincente Catania-Trapani (8 giugno e 15 giugno); vincente Arezzo-Pisa contro vincente Feralpisalò-Triestina (9 giugno e 16 giugno).

PLAYOUT – Per definire la quinta e ultima retrocessione si disputeranno altre due partite, sempre alle 20.30: Lucchese-Bisceglie (sab. 1° giugno) e Bisceglie-Lucchese (sabato 8).
Al termine della gara di ritorno, in caso di parità, eventuali supplementari e rigori.

Promosse in serie B: ENTELLA, PORDENONE, JUVE STABIA 
Vincitrice Supercoppa: PORDENONE
Retrocesse in serie D: CUNEO, FANO, PAGANESE, VIRTUS VERONA

Print Friendly, PDF & Email