Pallavolo Acqui Terme: Arredo Frigo sconfitta da Busto Arsizio, bene l’Araldica Vini contro Valenza

0
494

ARREDO FRIGO MAKHYMO ACQUI TERME (AL) – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO (VA) 0-3 (20/25, 24/26, 18/25)

ARREDO FRIGO MAKHYMO: Mirabelli A 12, Rivetti 9, Martini 7, Cicogna 4, Mirabelli F 7, Cattozzo 2, Ferrara (L), Pricop 4, Oddone. N.e.: Cazzola, Sassi, Sergiampietri. All. Marenco

FUTURA VOLLEY GIOVANI: Rrena 10, Rigon 8, Moretto 14, Zingaro 17, Veneriano 3, Cialfi 7, Danielli (L), Ndoci 1. N.e.: Francesconi, Franchi (L), Grippo, Salvi, Tonello. All. Lucchini

Dopo due set in cui, nonostante lo svantaggio, le ragazze di Marenco sono riuscite a tenere testa al Futura Volley Giovani Busto Arsizio, avversaria tutt’altro che facile, avendo sfiorato la vittoria nel secondo, disfatta totale nel terzo. Partenza decisa delle lombarde che si portano subito avanti di tre. Reazione acquese e pareggio ai 4. Continuo botta e risposta, con vantaggio un po’ per parte sino all’8 pari, poi le termali si portano avanti sino al 12-9. Il Futura si riporta subito in carreggiata, pareggiando e sorpassando. Botta e risposta, poi dopo il 14 allungo bustocco e recupero acquese ai 19. Futura ancora in avanti, e l’Arredo Frigo Makhymo non riesce più ad inseguire concludendo il parziale a 20. Nel secondo set subito doppio vantaggio della squadra ospite, che poi con un doppio errore riporta il punteggio pari, ancora doppio punto e reazione acquese con F.Mirabelli ed ace di Cicogna, ed è nuovamente parità. Botta e risposta e poi allungo delle varesotte che man mano si distanziano. Le termali cercano l’inseguimento, recuperando uno svantaggio di cinque e passando da 18-13 a 18 pari. Il Futura ritorna subito in avanti, l’Arredo Frigo Makhymo continua ad inseguire, e, nonostante il pareggio ai 24, anche il secondo set è delle avversarie. Nel terzo parziale, invece, Martini e compagne partono in avanti e poi vanno in crisi, facendosi ribaltare un vantaggio di 5-2 sino a 10-5 quando a frenare, seppur momentaneamente, sono le avversarie, contro le quali lo svantaggio si riduce provvisoriamente di quattro punti. Il Futura, però, si riprende subito, riprendendo in mano le sorti della gara e cavalcando abbastanza facilmente contro un Arredo Frigo Makhymo che non ha più la lucidità dei primi due set. “Non era una partita da tre a zero per come si è giocata questa partita – commenta Marenco – sono arrabbiato, perché il secondo set è stato influenzato da un gravissimo errore arbitrale sul 25 pari che ci ha penalizzato. Non dico che ciò ci avrebbe portato alla vittoria ma sicuramente sarebbero cambiate alcune cose. Noi abbiamo sicuramente sbagliato alcunie cose che non dovevamo sbagliare. Abbiamo giocato male il terzo set, ma dopo che uno è sotto due a zero con questa squadra, perdendo così il secondo set, è molto difficile giocare bene il terzo. Nel primo set abbiamo commesso qualche ingenuità, nel secondo abbiamo commesso degli errori sul 18 pari, poi abbiamo recuperato. Il problema non è stato il terzo set. Ci sono delle situazioni che dobbiamo mettere a posto. Alcune cose si sono viste altre sono da migliorare.”

ARALDICA VINI ROMBI ESCAVAZIONI ACQUI – ZS CH VALENZA 3-1 (25/14, 24/26, 26/24, 26/24)

ARALDICA VINI ROMBI ESCAVAZIONI ACQUI: Zenullari, Garzero, Maló, Lombardi, Bobocea, Narzisi, Raimondo (L), Passo. N.e.: Boido, Moretti, Pastorino, Sacco,

Vittoria in quattro set, tutt’altro che facile per la serie D Araldica Vini Rombi Escavazioni di coach Volpara contro lo Zs Ch Valenza. Primo set dominato dalle acquesi che si portano subito avanti, mantenendosi a distanza per tutta la durata del set e riuscendo ad imporre il loro gioco senza troppe difficoltà, chiudendo con un netto 25/14. Secondo set che parte all’inseguimento, invece, per Garzero e compagne che si portano in parità solamente agli otto. Dopodiché parte un continuo punto a punto, con vantaggi a parti inverse che si protrae fino ai 19, quando le acquesi avanzano sino ai 23, sembrando orientate alla chiusura, ma le valenzane pareggiano. Garzero porta a 24, le orafe pareggiano nuovamente, chiudendo poi dopo un’ottima fase difensiva in cui hanno neutralizzato tutte le azioni d’attacco locali. Nel terzo set ancora Araldica Rombi in avanti, con lo Zs Ch Valenza che insegue, accorciando man mano, sino a pareggiare ai 22 e portarsi in vantaggio. Punto a punto sino ai 24, e poi chiusura delle padrone di casa. Nell’ultimo set, le ragazze di Volpara partono in avanti con un continuo botta e risposta sino al 13 pari, quando riescono ad allungare sino a 18. Le valenzane riescono a recuperare, pareggiando ai 21. Doppio punto a punto, con vantaggio acquese dopodiché le orafe si portano a 24. Recupero e chiusura definitiva per Garzero e compagne che si portano a casa la seconda vittoria stagionale. “Una buona partita, faticosa – commenta coach Volpara – che ci porta un po’ di fiducia dopo un periodo difficile. Buona prestazione da parte di tutte. Una cosa che chiedo a tutte le ragazze è di lavorare molto di più in palestra che ne hanno bisogno. Per il resto sono molto contento di questa vittoria”

Print Friendly, PDF & Email