Pallavolo Acqui: quarta vittoria consecutiva per l’Arredo Frigo

0
493

PNEUMAX LURANO (BG) – ARREDO FRIGO MAKHYMO ACQUI TERME 2-3 (AL) (22/25, 25/22, 25/16, 17/25, 11/15)

PNEUMAX LURANO: Rossi 23, Rettani 10, Cester 6, Cornelli 15, Monforte 10, Ferri 2, Ardo (L), Corna, Micheletti, Bosisio. N.e: Messaggi, Corna, Rocchetti. All. Fabbri

ARREDO FRIGO MAKHYMO: Mirabelli A 17, Rivetti 4, Martini 25, Pricop 5, Cattozzo, Ferrara (L), Cicogna 12, Sergiampietri 3, Sassi 3. N.e: Oddone. All. Marenco

Quarta vittoria consecutiva per l’Arredo Frigo Makhymo in terra bergamasca, riuscendo a vincere una partita tutt’altro che facile in terra bergamasca al tie break contro Pneumax Lurano, squadra che era motivata più che mai ad ottenere un risultato positivo per continuare a sperare nella salvezza. Buon primo set per le acquesi che, dopo una fase di botta e risposta guidata dalle padrone di casa sino ai 4, passano poi in vantaggio, provando l’allungo prima sul 4/6, poi sul 9/12 trovando in entrambi i casi la reazione delle bergamasche che, sul 14/13 tornano avanti. Ancora doppio vantaggio dell’Arredo Frigo Makhymo sul 16/14 che, nonostante l’inseguimento delle avversarie che si tengono a distanza ravvicinata, riescono a resistere fino alla fine chiudendo 25/22. Nella seconda frazione le locali vanno subito avanti di 4, per poi trovare la reazione di acquese che, guidate in battuta proprio da capitan Martini ribaltano la situazione passando da 5/1 a 5/6. Le lombarde, però, tornano avanti, aumentando il loro vantaggio man mano. Le termali cercano di inseguire, ma commettono diversi errori, riprendendo il passo solo sul finale quando da un 23/17, accorciano sino ai 20, poi ancora accorcio da 24/20 a 24/22, ma un errore sul finale regala il set alle avversarie. Brutta partenza anche nel terzo set per le acquesi che, dopo un doppio botta e risposta, vanno in blakout con risultato che lievita sino al 10/3 per le bergamasche. Nonostante un doppio accorcio, che sembrava fare ben sperare, la fase negativa acquese continua, permettendo alle avversarie di avanzare pressoché indisturbate e chiudere 25/16. Nel quarto set, dopo il 3/1 delle locali, reazione dell’Arredo Frigo Makhymo che si porta sul 3/6. Lurano 4/6 e avvio di una fase di punto a punto che va avanti sino a 11/12 quando le acquesi riescono a consolidare il loro vantaggio avanzando sino ai 16, per poi tenersi avanti sino alla fine e conquistare il tie break. Nel set decisivo Acqui Terme subito in vantaggio, Lurano risponde. Punto a punto sino ai 4, poi Acqui avanza sino a 7. Le avversarie reagiscono, provando ad inseguire senza mai mollare, ma alla fine Martini e compagne riescono ad avere la meglio chiudendo 15/11. Proprio la capitana acquese si laurea top scorer della gara con 25 punti. “È stata una vittoria difficile, in un campo difficile – commenta coach Marenco, soddisfatto – contro una squadra che ha trovato un assetto migliore rispetto nelle prime partite di campionato. Il rientro è sempre più difficile per chi è sopra, piuttosto che per chi è sotto. È ora che tutti cominciamo a vedere che abbiamo vinto quattro partite consecutive e che fino ad adesso ove dovevamo vincere non abbiamo mai mancato il colpo. Per questo sono contento.”

Con questa vittoria, la squadra termale si porta a sette punti di distacco dalla terz’ultima, confermandosi stabilmente al nono posto.

Print Friendly, PDF & Email