NUOVO PRESIDENTE PER LALESSANDRIA CALCIO

0
291

21 GIUGNO 2010. Per i pi semplicemente il solstizio destate; la giornata dellanno che vanta pi ore di luce; la stessa in cui; per convenzione; si fa ricadere linizio della bella stagione. Ma alla nostra citt; si sa; piace andare contro tendenza e piove da alcuni giorni.Almeno fino a sera quando un fulmine squarcia le tenebre e irrompe in citt Giorgio Veltroni da Sansovino; Toscana. In realt in citt questo illustre sconosciuto era giunto da alcune ore; ma non gli era stato possibile visitarla perch impegnato a un tavolo di serrate trattative con lobiettivo dichiarato di rilevare lAlessandria Calcio. Missione compiuta. A quel tavolo sedavano anche il presidente uscente Gianni Bianchi; cui va un ringraziamento per il lavoro svolto nellultimo lustro; Repetto dellAmag; stratega delloperazione; e il sindaco Piercarlo Fabbio; cui occorre rivolgere sincere scuse per aver dubitato; anche se per un solo istante; della sua preziosa supervisione. Ma grazie soprattutto allimprenditore edile toscano e alla sua famiglia se Alessandria potr continuare ad esistere ed essere protagonista nel calcio. Sanato in pochi giorni un buco nel bilancio da 1milione 850 mila euro; scelto il nuovo trainer; poi forse sfiduciato (chiss..); inoltrate le fideiussioni per liscrizione al prossimo torneo; presentate le sudate carte in Lega. Se questi non sono pragmatismo e puntualit; davvero poco ci manca. Ora gli sforzi si spostano sul mercato con alcuni giovani gi confermati e la volont di trattenere i principali big che in riva al Tanaro hanno messo radici; la cui lista capeggiata dal capitano e idolo Fabio Artico. Difficile capire ci che avverr di qui alla partenza per il raduno; ma si percepisce che in sella alla societ vi nuovamente un uomo che ha voglia di fare calcio ed ha voglia di farlo ad Alessandria. Potr forse sbagliare in futuro; ma sapremo perdonarlo perch; dopo quello che ha fatto di recente; il popolo di fede grigia gli deve tutto. Grazie Giorgio. Con laugurio di essere il presidente che meritatamente festegger il centenario; in bocca al lupo F.T.

Print Friendly, PDF & Email