Moratti: Interessati a Gasperini Ma non abbiamo ancora deciso

0
397

MILAMO; 22 giugno 2011 – Il tormentone di questo inizio estate potrebbe essere arrivato a una conclusione. Gian Piero Gasperini è vicino a diventare il nuovo tecnico dei nerazzurri. Massimo Moratti; che in giornata aveva smentito di avere in programma un incontro col tecnico (Avete informazioni sbagliate); é intenzionato a scegliere l’ex Genoa come successore di Leonardo. Nonostante le smentite tecniche oggi a Milano si è tenuto un vertice fra il presidente nerazzurro e Gasperini: l’esito del colloquio (il secondo con la dirigenza interista) sarebbe stato positivo; e la telenovela tecnico potrebbe essere giunta alla fine. L’Inter potrebbe ripartire quindi da Gasperini; tecnico che si è fatto apprezzare non solo per i risultati ma anche per la qualità del gioco nella sua avventura al Genoa; e che all’Inter ritroverà alcuni suoi giocatori; come Thiago Motta; Milito; Kharja e Ranocchia. in questi minuti il d.t. Marca Branca e il d.s. Piero Ausilio hanno raggiunto gli uffici di Massimo Moratti. Nelle prossime ore potrebbero arrivare conferme ufficiali. MORATTI PRENDE TEMPO— Moratti all’uscita dagli uffici ha però preso tempo: Non ho ancora deciso su Gian Piero Gasperini; ma non dite una bugia se sostenete che c’è un nostro interessamento verso di lui. C’è una valutazione sulla persona che è serissima ed è un ottimo professionista. La valutazione è data da quanto ho visto in questi anni. Poi Moratti ha inserito una nuova variabile: Potrei anche richiamare Leonardo; che è ancora tesserato con l’Inter. Non è che se ne sia andato via; ha avuto la libertà di vedere se ci fossero delle possibilità extra calcistiche perchè quello di allenatore non è principalmente il suo mestiere. In qualsiasi caso; potrei richiamarlo. E Branca ha provato a spiegare il rinvio su Gasperini: Sarà un weekend lungo; il presidente vuole prendersi tempo per trovare il giusto feeling con l’allenatore. PARLA BRANCA— Villas Boas ci piace; ma solo il Chelsea era disposto a pagare la clausola di rescissione. Tevez è un gran giocatore; ma il suo ingaggio è fuori discussione. Il Manchester City ha offerto 35 milioni di euro per Sanchez e ci ha tagliato fuori. Marco Branca; responsabile dell’area tecnica dell’Inter; alla Bbc spiega la posizione dell’Inter sul pazzo mercato 2011. La società nerazzurra è impegnata nella ricerca dell’allenatore che dovrà sostituire Leonardo: Speriamo di decidere nel giro di qualche giorno. L’assalto al portoghese Andrè Villas Boas è fallito: il 33enne tecnico prodigio ha lasciato il Porto e si è accasato al Chelsea. Villas Boas ci apprezza e lui piace a noi. È stato da noi per quasi due anni. Aveva una clausola; come un giocatore. La clausola rescissoria era di 15 milioni di euro e il Chelsea era l’unico club disposto a pagarla. Diventa difficile; se non impossibile; competere con i club inglesi che hanno a disposizione enormi risorse. Non abbiamo gli introiti che i club inglesi ottengono dal merchandising e al botteghino. Cerchiamo giocatori giovani e di talento che possano crescere; spiega ancora. TEVEZ INARRIVABILE— Non si può pensare; insomma; di strappare l’argentino Carlos Tevez al ricchissimo Manchester City. È un grande giocatore; ha un carattere straordinario. Ma assolutamente no – dice Branca -. Il suo ingaggio lo colloca fuori da ogni discorso: il mercato al momento è folle ed è difficile competere. Noi dobbiamo gestire i nostri conti nell’ottica del fair play finanziario che entrerà in vigore tra due anni. Il discorso riguarda anche altri pezzi pregiati del mercato. Prendete ad esempio Alexis Sanchez. Ci piaceva. Il Manchester City ha alzato l’offerta a 35 milioni di euro più bonus: questo ci ha tagliato fuori. Non molte società possono permettersi tanto. Alla Premier League sono stati accostati i nomi di Wesley Sneijder e Samuel Eto’o; determinanti nei successi ottenuti dall’Inter negli ultimi 2 anni. Sono grandi giocatori; in grado di cambiare la partita in un istante. È normale che le grandi squadre pensino a loro: ma sono felici qui e non penso che vogliano andar via – conclude Branca -. Di sicuro; noi non vogliamo che vadano via. THIAGO MOTTA— Il futuro diThiago Mottadipenderà da chi sarà il nuovo allenatore dell’Inter. Lo ha detto aRadio CrcDario Canova; l’agente del centrocampista. “Il futuro di Thiago Motta? Dipendesse da lui resterebbe tranquillamente all’Inter; ma la situazione all’interno del club credo sia un po’ confusa. Dipenderà dal il nuovo allenatore: fosse Gasperini; difficilmente si priverebbe di lui”.

Print Friendly, PDF & Email