Mondiali; Shanghai: La 4×200 in finale; ma Magnini triste

0
192

La 4×200 di Filippo Magnini è in finale con il quinto tempo; ed è ai Giochi di Londra. Un primo importante obiettivo raggiunto dall’Italia; ancora trascinata dal leader-capitano; indiscusso protagonista in acqua e fuori. In seconda frazione dopo il lancio di Gianluca Maglia di 1’49; l’ex bicampione del mondo dei 100 sl ha nuotato un ottimo 1’46″97; quindi è toccato a Marco Belotti autore di 1’48″17 e a Samuel Pizzetti che era a fianco del francese Yannick Agnel (1’46″52) conclude in 1’48″04 per un quinto posto complessivo di batteria che vale il pass olimpico. “Sono contento perché ho dimostrato di essere in forma e perché con i compagni stiamo ricostruendo la staffetta; ma il Mondiale per me è finito due giorni fa; sono giù perché continuo a parlare con la fidanzata Cristiana per spiegarle che non è successo niente. Mi è stato rovinato un mondiale; a me adesso non me ne frega più niente. Voglio solo tornare a casa e chiarire tutto”. Filippo si riferisce alle voci diventate incontrollabili sulla liasion con Federica Pellegrini; smentita da entrambi. Resta la tensione in squadra; e tutti aspettano di sapere cosa dirà e come reagirà Luca Marin che domenica gareggerà nei 400 misti. “Luca? Queste restano cose private – ha detto Magnini – so solo che adesso non sorrido più. Noi magari siamo abituati a vedere le nostre cose in pubblico; ma chi sta al di fuori non lo accetta. Da adesso in poi deciderò che il mio privato non deve interferire. Ho già perso un’Olimpiade perché non ero sereno”. VELOCISTI— In semifinale dei 50 sl ci vanno Marco Orsi e Luca Dotto con il 7° e 12° tempo rispettivamente in 22″16 e 22″25. “Sono contento dopo la delusione e il quarto posto in staffetta – dice Orsi – io e Luca possiamo farcela ad entrare in finale”. Il finalista dei 100 sl invece dice che “ho fatto un brutto arrivo; ma so che posso crescere”. DELFINISTI— Fuori dalle batterie entrambi i delfinisti: Lorenzo Benatti è 29° in 53″38; Elena Gemo è la prima delle escluse in 26″83: per tre centesimi niente semifinale al cospetto dell’israeliana Ivry. La delusione è forte. DELUSI— Nelle batterie dei 100 farfalla Phelps è solo quinto in 51″95 dietro il keniano d’Italia Jason Dunford (51″87) con l’altro americano Tyler mcGill primo in 51″76; e l’argento uscente Milorad Cavic; serbo che s’allena in Italia; solo 18°; fuori per 10 maledetti centesimi in 52″67. ASPETTANDO IL SETTEROSA— Oggi comincia la due giorni da medaglia della pallanuoto italiana. Alle 10; il Setterosa sfida la Russia per il bronzo: per le azzurre di Fabio Conti un’occasione stupenda di riportare sul podio iridato la squadra che nel vecchio ciclo ha vinto tutto. La finale è Cina-Grecia. Domani; invece; il Settebello contenderà il titolo alla Serbia (la finale per il terzo posto è Croazia-Ungheria).

Print Friendly, PDF & Email