L’Alessandria soffre, resiste e poi dilaga
Tuttocuoio strapazzato 4-1

0
600

La legge delle 18.30 non perdona. L’Alessandria di Piero Braglia trova la settima vittoria in otto partite e per la settima volta lo fa giocando alle 18.30, ora fortunata per i colori grigi. Nell’unica occasione ad orario diverso (posticipo con la Cremonese alle 20.45) è finita in pareggio. Fin qui la cabala.
Ma poi il campo ha confermato la solidità e la maturità della squadra costruita per vincere. Sul sintetico di Pontedera i grigi hanno cominciato in punta di piedi, subendo la partenza a velocità folle dei neroverdi toscani, vicini al gol dopo 3′. Nel lento adattamento al campo e al ritmo, per gli uomini di Braglia è cruciale il 20′: prima Vannucchi mette in angolo un sinistro di Shekiladze, poi la difesa perde Zenuni, che sul secondo palo segna l’1-0. Qui si vede la maturità della squadra mandrogna che, nettamente superiore per tecnica e forza, nel giro di un quarto d’ora ribalta il risultato: al 27′ Cazzola fa 1-1, al 35′ Bocalon, in sospetto fuorigioco, mette dentro il 2-1. Qui si spengono un po’ le velleità del Tuttocuoio, che fino all’intervallo non crea problemi a Vannucchi. Ma ad inizio ripresa il ballo ricomincia, con i ragazzi di Fiasconi che tentano di ‘ubriacare’ la capolista col ritmo. Al 49′ l’arbitro Piscopo, forse pentito per il gol convalidato a Bocalon, concede ai locali un rigore che non c’è, perché Shekiladze si tuffa in area, e rifila il ‘giallo’ a Gozzi. Tempesti lo batte ‘da cane’, tiro molle e centrale che Vannucchi blocca.. Questo spegne un po’ gli ardori dei padroni di casa, che ci provano ancora trascinati da un Caciagli in gran forma, come giocatore e come provocatore. Il ritmo però cala e l’Alessandria controlla, fino al minuto 80 quando, dopo una punizione, Piccolo sfrutta un tocco sbagliato di un difensore e segna il gol del 3-1, il più bello di giornata, con una mezza rovesciata volante (foto Silvi). Gara chiusa. Prima di metterla in archivio va registrato il 2° gol di Bocalon (84′), che infila Nocchi dopo un assist meraviglioso di Fischnaller, giocata quasi identica a quella di Iocolano per Barlocco che ha portato alla prima rete del centravanti grigio. Perciò Alessandria prima in classifica con 22 punti, con un vantaggio di +4 sulla Viterbese, che al momento sembra l’avversario più pericoloso.
Da segnalare la quarta vittoria in trasferta (su 4), la doppietta di Bocalon che aggancia Gonzalez a quota 4, il primo gol per Cazzola e Piccolo, il secondo rigore consecutivo parato da Vannucchi, e sono due-su-tre dopo il gol subìto da Vantaggiato.

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email