L’Alessandria frena ma resta al comando. E a pezzi

0
579

Solo 1-1 in casa con la Torres, ma pareggia anche il Pavia e il Novara addirittura perde a Como, quindi Grigi a 54 alla pari con i pavesi ma primi per effetto degli scontri diretti, e a +1 sui novaresi che adesso, per via di irregolarità amministrative dell’estate, rischiano 4 o 5 punti di penalizzazione. Se la cosa avvenisse a campionato in corso stravolgerebbe la parte alta della classifica, ma con i tempi della Giustizia Sportiva italiana, che non è elefantiaca come la sorella maggiore, Giustizia Civile, ma è comunque molto lenta, non si può mai dire. Vedremo.
Torniamo alla gara di ieri sera, con la squadra di D’Angelo schierata con un 3-5-2 obbligato di fronte ad una formazione sarda messa in modo speculare, per la prima volta, da Christian Bucchi. E nel primo tempo l’Alessandria ha sofferto, andando addirittura sotto dopo 7′ quando, troppo scoperta nel tentativo di segnare, ha subìto un contropiede devastante dell’ex Scotto e di Baraye con quest’ultimo atterrato da Nordi. Il portiere grigio ha preso palla-e-piede, il rigore si poteva dare o non dare, l’arbitro ha optato per il sì e Cerone (ex grigio in Eccellenza nel 2004-2005) dal dischetto ha fatto il gol dell’ex. Con la bava alla bocca la formazione d casa ha schiacciato l’acceleratore trovando il pari dopo 11′ grazie a Iunco, che da fermo ha inventato un tiro di mezza punta che, con la complice deviazione di Migliaccio, ha beffato Testa. Ma fino all’intervallo è stata una gara equilibrata, con i rossoblù ospiti che ripartivano rapidi provando a segnare. Nella ripresa, invece, il panzer grigio ha messo là dietro la Torres, attaccando con continuità e sfiorando in tre occasioni il gol vittoria. Ma la fila degli assenti si è allungata: infatti dopo 20′ Marconi, uomo imprescindibile di questa Alessandria, ha accusato un fastidio all’adduttore sinistro ed è uscito, rilevato da Germinale. Oggi o domani gli esami, ma sarà difficile rivederlo in campo prima di venti giorni. Che sono i tempi di recupero anche per Taddei, Sirri e Cavalli, mentre per Mora ci vorrà di meno. Per la trasferta di Pordenone (domenica ore 14.30) rientra Rantier dalla squalifica e recupera Spighi, ma mancherà Germinale, perchè ammonito e già diffidato. Dunque ancora sei assenti, e per molto tempo, e le assenze sono pesanti soprattutto nel reparto avanzato. E’ d’obbligo a questo punto chiedersi se non sia il caso, da parte della società, di rivedere la decisione precedente e di re-integrare in rosa Matteo Guazzo, che tornerebbe molto utile alla causa nel momento del bisogno, arrabbiato dopo due mesi in cui ha mangiato rabbia e m…a. Questione di strategìe, e il tempo darà la sua sentenza. Noi giornalisti potremo solo raccontare i fatti.

Print Friendly, PDF & Email