L’Alessandria cerca la prima vittoria in casa contro il Gozzano, peggior difesa

0
826

Alessandria, forse è l’occasione buona per rompere il ghiaccio al ‘Moccagatta’, e l’arrivo del neo-promosso Gozzano, peggior difesa del girone, può segnare l’inversione di tendenza in casa. Finora, infatti, il bilancio grigio in campionato davanti al proprio pubblico è deficitario: 2 pareggi e 1 sconfitta, anche se la tifoseria mandrogna ha visto ‘live’ il successo sulla Juve B (2-1, ma era ‘esterno’) e quello in coppa sull’Albissola (2-0).
La squadra di D’Agostino riparte, dopo i 4 punti della settimana sarda, dai ‘piccoli record’ dei due giovani in prestito dal Toro: l’attaccante De Luca è il miglior marcatore stagionale con 4 gol, il portiere Cucchietti è imbattuto da 223′. Se poi consideriamo anche la gara di coppa (ma in porta giocò Pop), l’Alessandria non subisce reti da 318′, recuperi compresi.

PRECEDENTI – Ce ne sono due, risalenti alla stagione ’04-’05 nel campionato di Eccellenza: doppia vittoria grigia (3-0 in casa, 1-0 fuori) e promozione in serie D a fine stagione. La prossima gara è invece la prima assoluta tra i professionisti, dove i rossoblù cusiani si sono affacciati quest’anno (dati Museo Grigio).

GOZZANO – Società quasi centenaria, ha sempre praticato calcio dilettantistico, emergendo solo dal 2011 (promozione in serie D) e approdando tra i ‘pro’ il maggio scorso. In questo balordo inizio di stagione è l’unica squadra che finora ha incontrato l’Entella (perdendo 3-1) e in classifica è 18° con 4 punti, dopo zero vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte, con 9 gol fatti e 17 presi (peggior difesa). In Coppa Italia ha eliminato la Pro Patria con un doppio pareggio (2-2 fuori e 1-1 in casa) e mercoledì 31 affronterà il Renate. La rosa è composta da 29 elementi (5 stranieri) con un’età media di 23,5 anni, ed è affidata alle cure del 54enne Antonio Soda, nuovo in panchina dall’estate avendo rilevato Marco Gaburro, allenatore della prima e storica promozione in serie C. Soda ha già allenato in C e pure in B (Sanremese, Spezia, Benevento, Ravenna, Poggibonsi, Montichiari, dal 2004 al 2012) con 2 promozioni, 1 finale playoff, 2 retrocessioni e 1 esonero. Tornato in D, non gli è andata benissimo: 1 retrocessione, 2 esoneri, fermo una stagione, la scorsaAntonio Soda, tornato tra i ‘pro’ dopo 6 anni, schiera il Gozzano con il modulo 3-4-2-1, mai cambiato e col quale non ha ancora vinto: se si conta anche la coppa, 6 pareggi e 4 sconfitte, con 20 gol incassati. Tanti i giovani e pochi gli elementi di spicco: fra questi il portiere Casadei (23 in B a Lanciano ed ex-grigio, portiere dell’Alessandria ’07-’08 che vinse la serie D con 5 giornate di anticipo), i difensori centrali Bini (35 in B a Piacenza) e l’italo-somalo Abel Gigli (1 in A a Parma, 16 in B a Crotone), senza trascurare l’attaccante Rolando (trequartista, 5 reti). Pesanti le assenze dei due centrocampisti centrali Guitto (fuori da 7 gare) e Sampietro (giocate solo 3).

ALESSANDRIA  – Sempre due gli assenti, ormai lungo-degenti: Tentoni e Checchin.
In settimana la società, sul sito ufficiale, ha fatto il punto della situazione sulle condizioni dei due: Tentoni è stato sottoposto nei giorni scorsi a ecografia di controllo, dalla quale è emersa la riduzione dell’area di lesione. In attesa del prossimo esame ecografico, previsto tra 20 giorni, il giocatore procede regolarmente nelle terapie riabilitative previste”. E poi: Checchin, superati velocemente i postumi di una distorsione, sta proseguendo il lavoro programmato in palestra, in piscina e in campo per il recupero della caviglia infortunata e, più in generale, della condizione atletica complessiva”. Libera deduzione di chi scrive: Tentoni pronto a fine novembre, Checchin dopo la sosta di gennaio. Quindi Gaetano D’Agostino, al momento, deve utilizzare gli uomini che ha a disposizione. Partendo dal modulo base utilizzato fin qui, cioè il 3-5-2, si può pensare, in chiave anti-Gozzano, a questo undici di partenza: Cucchietti; Sbampato, Prestìa, Agostinone; Sartore, Gatto, Gazzi, Bellazzini, Panizzi; Santini, De Luca.

ARBITRO – E’ Nicola Donda (Cormons) il prescelto per dirigere Alessandria-Gozzano di domenica 28 ottobre, ore 18.30, allo stadio “Moccagatta” di Alessandria; con lui gli assistenti Alessandro Colinucci (Cesena) e Alessandro Salvatori (RN).
L’arbitro Donda è al 2° anno in serie C, non ha mai diretto i grigi mentre una volta ha incrociato i cusiani (playoff serie D ’16-’17, Borgosesia-Gozzano 1-2).

STAGIONE – Casino Royale. Le sentenze dei tribunali continuano a far girare la trottola, e certe squadre non giocano. Compresa la Pro Vercelli, avversaria dei grigi mercoledì prossimo in Coppa Italia: gara rinviata. Chissà come finirà.
Intanto sono saltate in settimana le prime due panchine del girone A, il doppio del girone C (1) ma un terzo rispetto al girone B (6): ad Albissola Bellucci ha rilevato Fossati, alla Pistoiese Asta è subentrato a Indiani. 

 

Print Friendly, PDF & Email