Inizia il campionato dei grigi a Piacenza
con Sestu in più, Loviso e Picone in meno

0
736

Si comincia.  Domenica pomeriggio alle 18.30, al ‘Garilli’ di Piacenza, va in scema il primo atto di una recita che ne dura 38, più una serie playoff infinita e massacrante che porterà la quarta promossa. Eh sì, perchè con i gironi a 20 squadre e gli spareggi a 28 sarà la stagione di Lega Pro più lunga della storia. Francamente non si sentiva il bisogno di raddoppiare il carico, ma la ferrea volontà di coinvolgere più squadre negli spareggi promozione sommata alle ‘cambiali elettorali’ di riportare la categoria a 60 squadre, daranno vita ad una stagione che corre il rischio di ritrovarsi, già a Natale, una quindicina di squadre che han finito i soldi e poi, alla fine, ad una vera e propria lotteria per designare la quarta promossa, e qui il rischio è che salga una società poi non in grado di affrontare la serie cadetta. Ma siccome è la prima volta che abbiamo davanti una stagione così complicata, aspettiamo di  vedere come andrà.
Certo i grigi non corrono il rischio di restare senza soldi, e la squadra è stata costruita per arrivare prima, così che si eviterebbero tante scomode ‘code’ piene di possibili sorprese. Nel perfezionamento della rosa son da registrare tre variazione degli ultimi giorni: l’arrivo di Alessio Sestu e la partenza di Massimo Loviso e Giuseppe Picone.
Sestu (Roma, 29-09-83) è un centrocampista di fascia o centrale con una carriera importante, giocata soprattutto nelle categorie più importanti: 67-2 in A, 167-12 in B, 14-0 in Coppa Italia, 84-12 in Lega Pro, con le maglie di Modena, SudTirol, Cittadella, Treviso, Mantova, Salernitana, Avellino, Reggina, Bari, Vicenza, Siena, Chievo, Sampdoria, Brescia ed Entella. Di proprietà del Chievo, resterà all’Alessandria in prestito biennale; il suo valore di mercato attuale è di 250.000 € e nell’ultima stagione a Chiavari ha ‘marcato’ 32 presenze, 1 gol, 3 assist e 6 ‘gialli’. Con lui si è chiuso il mercato in entrata.
In uscita, invece, due elementi: il 32enne centrocampista Massimo Loviso, accasatosi all’Albinoleffe (girone B) dopo aver rescisso con i grigi (solita storia, buonuscita da una parte e contratto nuovo dall’altra), che ha messo insieme, nella scorsa stagione, 20 presenze e 4 gol totali, e il 21enne difensore Giuseppe Picone, ceduto alla Paganese (girone C) dopo 2 presenze e 1 gol in coppa e zero in campionato.
L’avversario di domenica sarà una della due squadre di Piacenza, la Pro, che guidata dall’ex grigio Cavalli ha eliminato il super Parma dal girone di Coppa Italia Lega Pro. I rossoneri emiliani di Fulvio Pea giocano con il 4-3-3 e sono molto pericolosi sui calci da fermo; subito un impegno severo per l’Alessandria, che avrà in panchina il 2° allenatore Mauro Isetto in quanto Braglia è squalificato, come il difensore Gozzi: avanzi della scorsa stagione…
La probabile formazione potrebbe essere questa (4-4-2): Vannucchi; Celjak, Piccolo, Sosa, Manfrin; Marras, Nicco, Mezavilla, Iocolano; Marconi, Gonzalez.
A ‘fischiare’ il designatore Giannoccaro manderà Vincenzo Fiorini (FR), assistito da Dario Gregorio (BA) e Giovanni Mittica (BA).

Print Friendly, PDF & Email