Il Trap beffa Prandelli

0
248

Seconda sconfitta per il c.t. nell’amichevole di Liegi: sotto la pioggia segnano Andrews e Cox. Gli azzurri non trovano mai la porta e giocano senza intensit e con poco movimento. Merito anche dell’aggressivit degli uomini di Trapattoni.LIEGI (Belgio); 7 giugno 2011 – Lesson number one: guarda come il mito incarta la partita al rampante allenatore. Bell’amico; il vecchio Trap. Esce dallo stadio a forti tinte azzurre di Liegi con un bel 2-0. E Prandelli con la sua seconda sconfitta da c.t. dopo quella nell’amichevole del suo esordio il 10 agosto con la Costa d’Avorio. La strategia del trap Bell’amico. Gli irlandesi giocano alla morte; una gara fisica; con una voglia di sbranare gli azzurri da far paura. Giocano ovunque; pressano alto; non lasciano un metro alle iniziative di Rossi prima e Giovinco poi. E segnano; prima con Andrews (al 36′ del primo tempo); poi con Cox (al 44′ della ripresa). Come li avr caricati? un’amichevole; eppure Long si rifiuta di aiutare Chiellini a rialzarsi dopo un contatto. un’amichevole; eppure lo stesso Trap impazzisce per la mancata ammonizione di Pazzini dopo un tocco di mano. Italia poco catalana Gli azzurri non riescono a fare gioco; con tutta la pioggia che scesa Trap riuscito ad annacquare la salsa catalana di Prandelli. Il portiere Forde si gode la serata da spettatore o quasi. Poche; pochissime occasioni. Qualcosa riesce a fare Rossi nel primo tempo; ma per il resto ci sono solo i tiri dalla distanza di Montolivo; quello alto di Nocerino; la punizione di Giovinco e i cross di Cassani; soprattutto finch in campo c’ stato Pazzini. “Niente palle alte”; aveva detto il ct. Qualcuna ce ne stata; ma non solo questo a far scontento Prandelli. Del gioco di prima che aveva entusiasmato contro l’Estonia a Modena resta poco. Si vede qualcosa di buono all’inizio della partita e nei primi dieci minuti della ripresa; con l’ingresso di Matri a far movimento. Ma non basta; mancato spesso il lavoro degli esterni e soprattutto la precisione davanti. Tutto troppo statico. Tutto da rivedere. Tutto molto poco catalano.

Print Friendly, PDF & Email