Il Toro alla ricerca di punti importanti contro l’Atalanta

0
377

Sfida importante quella che vedrà di fronte, all’Olimpico di Torino, i granata contro l’Atalanta di Stefano Colantuono. Il Torino viaggia spedito in Europa League, primo in classifica del gruppo B, mentre in campionato stenta ancora, con 11 punti in 9 giornate che rappresentano un magro bottino per una squadra che tanto bene ha fatto nella passata stagione. Adesso, come fanno notare anche gli esperti di scommesse sulla serie a betfair per gli uomini di Ventura è arrivato il momento di massimizzare soprattutto le gare casalinghe, per quanto complicate possano essere.
Di contro l’Atalanta sicuramente non ride. La situazione in casa orobica si è surriscaldata negli ultimi tempi visti gli scarsi risultati, tanto che in settimana si era parlato addirittura di esonero per Stefano Colantuono, alla guida dei nerazzurri dal 2010, che parzialmente si è salvato grazie alla buona prova offerta contro il Napoli.
Torino e Atalanta si sono affrontate per 90 volte in Serie A, con 37 vittorie dei granata contro le 19 degli orobici ed in mezzo 34 pareggi, l’ultimo dei quali risale all’ottobre 2007, seguiti da cinque successi granata e due dei bergamaschi. Il Torino è reduce da quattro vittorie consecutive in casa contro l’Atalanta in Serie A.
I granata non subiscono gol in casa da due partite di campionato, mentre l’Atalanta ha perso cinque delle ultime sette partite, con soli due gol all’attivo il che le dà il primato negativo in senso di gol realizzati in campionato. Pessimo anche il rendimento della Dea in trasferta con 6 sconfitte su 7 partite intervallate dal successo di Cagliari del 14 settembre.
Speranza in casa Toro è anche legata alla particolare curiosità che l’Atalanta è la vittima preferita di Fabio Quagliarella in Serie A. L’attaccante napoletano ha infatti realizzato ben otto gol alla squadra di bergamo, sebbene non ne abbia messo a segno nessuno nelle ultime cinque sfide. La speranza in casa bergamasca invece si chiama sempre Germán Denis che finalmente ha interrotto contro il Napoli un digiuno di gol che durava da nove presenze in Serie A.
Tra le file granata mister Ventura non potrà contare su Molinaro sulla corsia sinistra e sarà costretto a schierare Darmian sull’out mancino e Bruno Peres a destra che comunque sta migliorando di giornata in giornata. In difesa, inoltre, è piena emergenza, con Bovo e Glick out; pertanto Ventura dovrebbe affidarsi allo svedese Jansson, sorpresa di questo inizio di stagione. A centrocampo assente Basha, sarà Gazzi ad affiancare Vives in mediana con Sanchez Mino che agirà sul centrosinistra con il compito di appoggiare le punte Amauri e Quagliarella. Confermato il belga Gillet tra i pali.
In casa Atalanta, Colantuono dovrebbe affidarsi ancora al suo consolidato 4-3-3 con Sportiello tra i pali e la linea Zappacosta Stendardo biava e Dramè in difesa. Gli orobici devono fare a meno di elementi importanti come Estigarribia e “Papu” Gomez che costringono Colantuono a dover scegliere uno tra Molina, D’Alessandro e Raimondi per il ruolo di esterno destro accanto a Denis e Maxi Moralez. A centrocampo, con Cigarini è squalificato dopo il rosso rimediato contro il Napoli, dovrebbero giocare Baselli in mezzo a Carmona sul centrosinistra e migliaccio sul centrodestra, anche se uno tra D’Alessandro e molina potrebbe inserirsi per una maglia da titolare.
Appuntamento alle ore 15, con Angelo Cervellera della sezione di Taranto come arbitro designato a dirigere la gara, coadiuvato dagli assistenti Valentino Fiorito di Salerno e Andrea Edoardo Stefani di Milano; quarto uomo sarà Giorgio Schenone di Genova.

Print Friendly, PDF & Email