I Campioni alessandrini vincitori dei XXX Giochi Nazionali Invernali Special-Olympics di Bardonecchia

0
422

Nella Sala Giunta di Palazzo Comunale di Alessandria  alla presenza del Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, di Pier Vittorio Ciccaglioni, Assessore comunale allo Sport di Alessandria, di Alessandro De Faveri, Direttore Provinciale Special-Olympics Alessandria, di Marco Petrozzi, Responsabile Tecnico Nazionale Special-Olympics e di Gianluca Perrone, Sonia Salice ed Elisa Trucchi si è svolta la premiazione dei  campioni vincitori dei recenti XXX Giochi Nazionali Invernali Special-Olympics svoltisi a Bardonecchia tra il 13 e il 18 gennaio scorso. Presente alla conferenza stampa anche Giovanni Barosini, Assessore comunale ai Lavori Pubblici di Alessandria, ma sopratutto in qualità di Presidente provinciale della F.A.N.D. (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità).

La ragione dell’incontro riguardava specificamente la testimonianza della soddisfazione e della gratitudine che l’intera comunità alessandrina ha inteso esprimere nei confronti di questi tre giovani atleti che si sono fatti particolarmente onore alla XXX edizione dei Giochi Nazionali Invernali Special-Olympics 2019.

In quella splendida località di montagna e in altri centri sciistici della Valsusa, per lo Special Team della provincia di Alessandria c’erano infatti gli Alessandrini Gianluca Perrone che ha ottenuto la medaglia d’oro nello slalom gigante, nello slalom speciale e nella discesa, e Sonia Salice vincitrice della medaglia d’argento nella corsa 25 mt con racchette da neve. Insieme a loro, la Novese Elisa Trucchi, medaglia d’oro nello slalom gigante e medaglia d’argento nello slalom speciale e discesa.

 

«Alessandria è orgogliosa di questi giovani atleti e dello splendido risultato che hanno conseguito — ha dichiarato l’Assessore comunale allo Sport Pier Vittorio Ciccaglionie non potevamo non solennizzare adeguatamente con questo incontro nella Sala Giunta Palazzo Municipale la rilevanza del successo. Si tratta di un successo che esalta non solo le doti e l’impegno personale di questi nostri campioni, ma anche l’azione di affincamento e di presenza costante svolta da Special-Olympics Alessandria, dalla sua Direzione e dall’intero Staff che segue con passione e con esemplare professionalità questi giovani atleti nelle molteplici discipline sportive attivate».

 

«La soddisfazione per le medaglie conferite ai Giochi Invernali di Bardonecchia a Gianluca Perrone, Sonia Salice ed Elisa Trucchi — ha sottolineato Alessandro De Faveri, Direttore Provinciale Special-Olympics Alessandria — si unisce al ringraziamento che desidero esprimere, a nome di tutto il Direttivo Provinciale di Special-Olympics di Alesssandria, all’Amministrazione Comunale che ha desiderato ufficializzare con questo incontro il plauso dell’intera comunità locale. A questi ringraziamenti, aggiungo anche quelli che rivolgiamo al prepartore tecnico Aldo Matteo Sodero della Scuola nazionale di sci e snowboard di Sestriere che così bene ha preparato i nostri giovani campioni».

 

La conferenza stampa è stata anche occasione per presentare una manifestazione di grande rilevanza per la Città di Alessandria. Si tratta infatti della IX Convention Regionale Team Piemonte di Special-Olympics Italia che si svolgerà proprio ad Alessandria, presso l’Auditorium San Baudolino (via Bonardi 13 – quartiere Cristo) il prossimo 17 febbraio 2019.

L’evento è direttamente organizzato dalla sezione Provinciale di Alessandria Special Olympics Italia e prevede la partecipazione di 300 atleti – con i rispettivi team, tecnici, accompagnatori, amici, simpatizzanti e famiglie – per condividere tutti i progetti, gli eventi e manifestazioni sportive con Special Olympics svolte o che si svolgeranno sul territorio Piemontese e Nazionale

Saranno presentati gli atleti – tra i quali gli alessandrini (già “azzurri” in organico per il basket) Samantha Scioscio e Steven Bragato – convocati per i prossimi Giochi Mondiali World Games di Special-Olympics che si svolgeranno ad Abu Dhabi nel marzo 2019 e  che vedranno partecipare i 151 atleti della Delegazione Italiana.

Alla IX Convention Regionale Team Piemonte di Special-Olympics Italia ad Alessandria il 17 febbraio prossimo, si evidenzieranno inoltre tutte le Best Practice e i progetti YAP di coinvolgimento e inclusione nelle scuole e sarà presentato ufficialmente lo Special Team costituito nello scorso ottobre 2018.

 

«Relativamente alla IX Convention Regionale Team Piemonte di Special-Olympics — hanno precisato l’Assessore Pier Vittorio Ciccaglioni e il Direttore Alessandro De Faverisiamo veramente onorati che sia Alessandria ad ospitare i tanti atleti e i loro accompagnatori. Si tratta di un evento che rappresenta per il territorio provinciale e, in particolare, per il Comune di Alessandria un’occasione importantissima in tema di sport e inclusione in coerenza con la filosofia di Special-Olympics: un’opportunità quella della Convention Regionale che ci permetterà di focalizzare al meglio possibilità di ulteriori sinergie importanti per la stessa Città, in termini di sviluppi infrastrutturali (a partire da centri sportivi adeguati…), di eventi e manifestazioni regionali e nazionali di sport unificato/inclusivo e di valorizzazione di associazioni dilettantistiche sportive e sociali che ruotano intorno al mondo della disabilità».

 

Special-Olympics – Alessandria

 

La Sezione di Alessandria di Special-Olympics si rapporta con le Istituzioni locali con la volontà di instaurare un rapporto collaborativo e di coordinamento al fine di svolgere attività sportive e manifestazioni a favore delle persone con disabilità. Infatti, attraverso lo sport, le persone con disabilità intellettiva hanno l’opportunità di scoprire nuovi punti di forza e le proprie capacità e possono mettersi alla prova con successo. Attraverso lo sport, gli atleti atleti Special-Olympics trovano gioia, fiducia e soddisfazione, sul campo di gioco e nella vita e, inoltre, diventano fonte di ispirazione per gli altri. Le persone, nelle loro comunità e altrove, aprono il cuore ad un mondo più vasto di talenti umani e potenzialità.

Special-Olympics è la voce che vuole dimostrare con lo sport le abilità degli atleti e la loro dignità. Si conoscono bene, purtroppo, le barriere culturali e i pregiudizi che le persone con disabilità intellettiva devono ancora affrontare ogni singolo giorno. In ogni evento, in ogni occasione, gli atleti Special-Olympics gareggiano per dare il meglio di sé per raggiungere e superare i propri limiti personali. Le loro storie, fatte di piccoli e grandi successi, sono fonte di ispirazione per tutti.

Special-Olympics crede in un mondo dove ci sono milioni di abilità diverse, non disabilità. E si sta diffondendo questo messaggio in tutti gli eventi Special-Olympics, locali, regionali e nazionali.

Dal 1968, Special-Olympics diffonde il proprio messaggio: le persone con disabilità intellettive possono avere successo quando viene data loro l’opportunità. Tutto avviene attraverso il semplice potere dello sport e Special-Olympics può veramente dare lezioni importanti a tutti.

Special Olympics opera attraverso una vasta gamma di eventi, sportivi e non, dai corsi di formazione ai programmi salute alle raccolte fondi.

Con il supporto degli atleti stessi, vengono create opportunità anche per le famiglie, i membri della comunità, i leader locali, le imprese, le forze dell’ordine, le celebrità, al fine di collaborare insieme per cambiare gli atteggiamenti nei confronti delle persone con disabilità intellettiva.

Alcuni dei focus principali di Special-Olympics per la costruzione di comunità includono: lo sport unificato, il programma Alps, il coinvolgimento delle famiglie, i programmi salute e lo Young Athletes.

Special-Olympics non conosce confini e non fa distinzioni di genere, razza, religione, ceto sociale o istruzione, Special Olympics ha la capacità di unire tutti.

 

Direttore Provinciale Alessandria: Alessandro De Faveri

Responsabile Tecnico Nazionale: Marco Petrozzi

 

e-mail: alessandria@specialolympics.it

www.specialolympics.it

www.ioadottouncampione.it

www.specialolympics.org

———————–

 

 

Gli Atleti vincitori
dei XXX Giochi Nazionali Invernali Special-Olympics di Bardonecchia

Note biografiche

 

GIANLUCA PERRONE, vincitore di 3 medaglie d’oro Sci Alpino (nello slalom gigante, nello slalom speciale e nella discesa)

GianLuca Perrone nasce in Alessandria l’8/03/1992. Alla nascita presenta subito dei gravi problemi di salute. Gianluca ha la sindrome di down e una grave forma di cardiopatia operata con successo all’età di un anno. Si dimostra un combattente e, dopo l’intervento e tanta di riabilitazione, acquista sempre più forza e all’età di tre anni inizia a frequentare la scuola materna e nel contempo a fare sport con il nuoto. L’attività in acqua favorisce al piccolo Gianluca senso di benessere e di rilassamento e gli permette di provare momenti positivi e gioiosi, nuove abilità, fiducia verso l’altro e se stesso.

Il bambino è anche ipovedente con gravi problemi di linguaggio; mamma e papà, in collaborazione con le maestre, lo seguono nel suo percorso personalizzato che lo aiuterà a relazionarsi meglio con gli altri. Lo sport si vede già essere, senza dubbio, la strada giusta da percorrere: inizia cosi a sciare seguito da maestri specializzati della scuola sci del Sestriere.

Tutto questo sport favorisce l’integrazione, la socializzazione, l’autostima e gli fa capire che anche lui può vincere delle medaglie. Viene visto e applaudito come un campione, lotta per raggiungere i suoi obbiettivi e man mano diventa sempre piùsicuro e forte. Il suo motto è “verso l’infinito e oltre”.

 

SONIA SALICE, vincitrice di 1 medaglia d’argento (nella corsa 25 mt con racchette da neve)

Sonia ha 43 anni e un ritardo mentale dalla nascita. Fino a dieci anni fa circa, viveva una vita tranquilla e che probabilmente si sarebbe potuta definire “felice” nonostante l’assenza di relazioni sociali extra-familiari. Poi l’incontro con Special-Olympics e la squadra di Alessandria ha dato il via a una seconda fase della crescita personale di Sonia e della sua appartenenza al mondo.

Sonia si è innamorata della pallacanestro, ma si è innamorata ancor più dell’appartenenza ad una squadra e ai suoi compagni. Sonia si è innamorata soprattutto dello sport grazie a Special-Olympics, che non tralascia nulla e che rende ogni avvenimento davvero speciale: dal Presidente all’ultimo volontario, ai tecnici… tutti riescono a coniugare con apparente semplicità una grande sensibilità, insieme alle capacità tecniche che permettono anche ai “profani” l’approccio ad un nuovo sport e, quel che fa la differenza, a… creare un gruppo! E tutto con una umiltà ammirevole! Da ogni competizione sportiva Special-Olympics, Sonia torna cresciuta ogni volta insieme a tutti gli altri gli atleti con i quali si condividono spontaneità, coraggio, fatica, sacrificio, amicizia, solidarietà e soprattutto gioia di vivere.

 

ELISA TRUCCHI, vincitrice di 1 medaglia d’oro Sci Alpino (nello slalom gigante) e di 2 medaglie d’argento Sci Alpino (nello slalom speciale e discesa)

Elisa Margherita Trucchi è nata a Novi Ligure il 2/08/1995. A sei anni Elisa già muoveva i primi passi sugli sci a Capannette di Pey grazie a papà Oreste Paolo. «Avrebbe anche iniziato prima, ma ad appena due anni è stata colpita dalla leucemia», racconta la madre Enrica Casella, 54 anni. Le difficoltà del passato forse hanno reso ancora più determinata la giovane atleta novese.

Frequenta le discipline di Sci Alpino, di Nuoto (livello amatoriale) otto anni presso la Piscina Aquarius di Novi Ligure, di Danza Contemporanea e Moderna presso il Centro Danza ASD-Roberta Borello.

I suoi recenti successi ottenuti sono come esordiente nei XXX Special Olympics Giochi Nazionali Invernali di Bardonecchia: Medaglia d’Oro Sci Alpino, Slalom Gigante femminile; Medaglia d’Argento Sci Alpino, Slalom Speciale femminile; Medaglia d’Argento Sci Alpino, Discesa femminile.

Print Friendly, PDF & Email