Domenica ultima gara del 2018: al ‘Moccagatta’ c’è Alessandria-Juve B, gran derby fra squadre giovani

0
896

Inizia il girone di ritorno con un derby di lusso al ‘Moccagatta’, domenica 30 dicembre alle 14.30: Alessandria-Juventus U23. Un derby senza storia, è vero, ma dal grande fascino, visto che entrambe le società appartengono ai gloriosi albori del calcio italiano, con ben 39 precedenti, seppur datati, fra le due prime squadre.
La Juve B è 1 punto avanti in classifica per via del 3-0 a tavolino contro il Pro Piacenza, ma se la squadra emiliana dovesse essere radiata (dopo 4 gare senza presentarsi, ndr) verrebbero azzerati tutti i suoi risultati, quindi i grigi, sconfitti dai rossoneri, ci guadagnerebbero. Staremo a vedere. Per il presente, godiamoci questa sfida tra due giovani squadre un po’ acciaccate, anche se l’Alessandria lo è di più.

PRECEDENTIEsiste solo la gara di andata, giocata il 16 settembre scorso: finì 2-1 per l’Alessandria, con reti di Sartore 16′, De Luca 60′ rig., Zappa (J) 85′.

JUVENTUS U23 – Con il 3-0 ‘a tavolino’ per l’assenza del Pro Piacenza, chiude il girone di andata al 12° posto con 21 punti, frutto di 6 vittorie, 3 pareggi e 10 sconfitte, con 22 reti segnate e 24 incassateIl vantaggio sulla zona playout è di 6 punti, il ritardo da quella playoff di 2. Viene dal successo virtuale sui rossoneri emiliani, che di fatto ha regalato un po’ riposo in più rispetto ai grigi che hanno giocato mercoledì. Primo esperimento delle ‘seconde squadre’ dei club di A, è la compagine più giovane del campionato con un’età media di 21.8 anni per i 25 elementi della rosa (8 stranieri). L’allenatore è il 48enne Mauro Zironelli, che dispone quasi sempre la squadra col modulo 3-4-1-2, salvo emergenze infortuni. Fino a dopo la sosta infatti, se non oltre, il tecnico veneto non potrà disporre dei lungo-degenti Alcibiade (pronto a fine gennaio) e Parodi (maggio), cui si è aggiunto da due settimane il guineano Tourè (fine gennaio).
Appare recuperato però, e forse a disposizione, l’angolano Fernandes, infortunato contro l’Alessandria a metà settembre e fermo da allora. Dunque il probabile undici anti-grigi potrebbe essere così: Del Favero; Andersson, Del Prete, Coccolo; Di Pardo, Muratore, Kastanos, Beruatto; Pereira; Bunino, Mavididi.

ALESSANDRIA – Ha chiuso l’andata al 14° posto con 20 punti, frutto di 3 vittorie, 11 pareggi e 5 sconfitte, con 15 reti segnate e 22 subìte. Il vantaggio sulla zona playout è di 5 punti, il ritardo da quella playoff di 3. Viene dalla vittoria fuori casa sull’Albissola (2-1), arrivata dopo 11 turni di digiuno. Ha il terzo peggior attacco (15) del girone A, dopo Cuneo (12) e Arzachena (13). Solo tre volte ha fatto due gol (le due vittorie 2-1 su Juve B e Albissola e la sconfitta casalinga con la Carrarese (2-3) mentre sette volte (su 19) è rimasta all’asciutto e sei ha mantenuto inviolata la porta. Ha una rosa di 25 elementi (4 stranieri) con un’età media di 23.3 anni, quasi tutta nuova, affidata al 36enne siciliano Gaetano D’Agostino, che utilizza prevalentemente il 3-5-2.
Quattro gli assenti sicuri per la sfida con la Juve B: da Gatto che sconta il 2° turno di squalifica, ai tre infortunati Maltese (pronto dopo la sosta), Usel (marzo) e Badan, che nella rifinitura pre-Albissola, come dice il sito ufficiale, “ha riportato una sub-lussazione dell’acromion claveare per la quale sono previste inizialmente 3 settimane di riposo assoluto. Seguirà la ripresa graduale dell’attività, con una fase iniziale di fisioterapia sulla parte infortunata”. Due gli incerti, AgostinoneTentoni, acciaccati per i guai fisici accusati contro l’Albissola; entrambi verranno valutati fino a poche ore dall’inizio per l’ultimo sforzo prima della sosta. Quindi D’Agostino farà ‘la conta’ dei disponibili e la formazione per la sfida ai bianconeri potrebbe essere così: Cucchietti; Sbampato, Prestìa, Fissore; Sartore, Gazzi, Checchin, Bellazzini, Agostinone; De Luca, Santini.

I BOMBER – Non ci sono grandi cannonieri nelle due formazioni, tant’è che i migliori sono a quota 5 gol segnati: Santini e De Luca in grigio, Bunino e Pereira in bianconero.

ARBITRO – Sarà la terna formata dall’arbitro Matteo Marchetti (Ostia Lido) e dagli assistenti Mattia Segat (PN) e Andrea Torresan (Bassano del Grappa) a dirigere Alessandria-Juventus U23 di domenica 30 dicembre, ore 14.30, allo stadio “Moccagatta”. Marchetti è al 4° anno nella Can C e ha 5 precedenti con le due società: ha ‘fischiato’ i grigi lo scorso 14 ottobre (AL-Siena 1-1) e nel torneo passato (Siena-AL 0-0), e tre volte la ‘Primavera’ della Juventus, sempre fuori casa e sempre vittoriosa: Toro-Juve 0-1 e Napoli-Juve 1-4 nel 2017 e Toro-Juve 0-1 nel 2018.

Print Friendly, PDF & Email