Dealessi-Carrò: e-volution e Pedale Acquese protagonisti ai “provinciali” di Casale

0
479

CASALE MONFERRATO – Dai professionisti del Giro d’Italia ai giovani promettenti dell’e-volution day, con un successo di partecipanti (circa 300 al via) e di pubblico. Un bel segnale per la Provincia, da Casale Monferrato – che, dopo aver accolto la corsa rosa, ha ospitato la competizione in linea organizzata dalla società valenzana – a Novi Ligure, dover si lavora alle iniziative in viste del centenario dalla nascita di Fausto Coppi: nell’alessandrino il ciclismo – se organizzato in maniera corretta – è sport ancora molto seguito.

La lotta tra e-volution Valenza e Pedale Acquese per le maglie di Campione Provinciale categoria Esordienti si è conclusa con un pari e patta. Al Memorial Papà Pederzolli di Villanova Monferrato, tra i corridori del primo anno ha prevalso Riccardo Dealessi, 8° assoluto all’arrivo e Campione Provinciale (al centro, nella foto della premiazione). Nel secondo anno era attesa la sfida tra Matteo Monti della e-volution e Samuele Carrò del Pedale Acquese, con quest’ultimo vincitore. Troppe chiusure e rilanci sono stati fatali a Monti, giunto nella pancia del gruppo principale alla volata finale, mentre Carrò ha fatto valere la maggiore esperienza. Tra le ragazze, Elisabetta Prato – causa caduta e alto ritmo che impediva la rimonta – non è riuscita a conquistare il titolo.

Domenica pomeriggio è poi andato di scena il Memorial Guerci per Giovanissimi, in cui i piccoli corridori e-volution hanno brillato: Tommaso Stefani secondo tra i G1, Roberto Naclerio ha vinto la gara dei G2 con Alessandro Prato 10°, Giacomo Dentelli ha vinto tra i G5 e Marisol Dalla Pietà seconda nei G6F.

Gli Juniores LAN Service hanno corso a Carnago (Va) il duro 22° GP dell’Arno, con Simone Carrò (fratello maggiore di Samuele) a cercare inutilmente allunghi in una corsa di vertice – poi spentosi sul finale – e Ilario Cagnazzo nel gruppo principale all’arrivo.
Luci e ombre per gli Under23: la volata di sabato 9 giugno all’86° Trofeo Medaglia d’Oro di Monza, col tracciato disegnato sul fantastico scenario dell’autodromo, non ha riservato posizioni di prestigio per il team giallonero. Invece, domenica, il 34° Trofeo S.Fumagalli di Gessate (Mi) ha visto uno Stefano Frigerio in gran spolvero: 7° nella volta finale sotto lo striscione del traguardo.

Print Friendly, PDF & Email