Alessandria; Artico e Cammaroto sul deferimento: ‘Tutto assurdo’

0
216

Una situazione kafkiana. Fabio Artico fatica a contenere la rabbia per un epilogo comunque annunciato. “Nel momento in cui la Procura Federale avesse ritenuto coinvolto Giorgio Veltroni; era inevitabile la responsabilità diretta dell’Alessandria”. Hanno sperato; però; tutti i giocatori e lo staff; “anche se il peso di questa vicenda ci ha accompagnato già alla vigilia della semifinale di ritorno con la Salernitana e poi in queste settimane vissute nell’incertezza e; anche; in una condizione di ‘condannati’ ancora prima del deferimento”. Come ‘appestati’ per colpa di un untore che ha sparso ogni nefandezza contro i grigi e; alla fine; potrebbe essere colui che pagherà di meno. “Come stiamo? Frastornati; anche se è giusto che si vada avanti; si lavori; si prepari la stagione. La notizia è arrivata quando ci stavamo mettendo a tavola: ha gelato tutti – sottolinea Vincenzo Cammaroto – anche se tutti coloro che sono qui; in questo gruppo; sapevano bene della spada di Damocle del calcio scommesse e se hanno detto sì è perché; comunque; vogliono indossare questa maglia. Anche se il pensiero di ripartire dalla C2; per noi che siamo qui da cinque stagioni e abbiamo scalato le categorie sfiorando la B; pesa come un macigno. Ed è difficile anche spiegarlo ai compagni: pagare per qualcosa che non è avvenuto; per una partita che è stata fra le più combattute; che abbiamo rischiato di pareggiare al 90′; e che abbiamo fortemente voluto vincere. Tutto questo ci sembra assurdo”.

Print Friendly, PDF & Email