Assegnate le maglie tricolori dei giornalisti ciclisti: tra i campioni anche il nostro collaboratore Perazzi

0
483
tra i campioni anche Giancarlo, collaboratore dialessandria.it

Nomi nuovi sono venuti alla ribalta al 68° Campionato Italiano disputato a Pozzolo Formigaro, Alfredo Zini, vincitore assoluto e campione tra i pubblicisti veterani, Giancarlo Perazzi, pubblicisti senior, e Marcello Valoncini, professionisti senior, hanno conquistato il loro primo titolo italiano di ciclismo giornalisti. Avevano già vestito la maglia tricolore Giovanni Fantozzi, pubblicisti gentlemen, Claudio Di Benedetto, professionisti gentlemen, Samantha Profumo, femminile, e soprattutto il recordman Nino Villa che ha così portato a 42 le maglie conquistate. La manifestazione ottimamente organizzata dalla ASD Paolo Fornasari in collaborazione con Piemontebike, Alexala, Camera di Commercio di Alessandria, Monferrato Comunità Europea dello Sport, ha visto al via 27 giornalisti provenienti da tutta Italia che si sono affontati in una giornata dal clima autunnale ma fortunatamente senza pioggia, davanti all’assessore allo sport della Regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris, al sindaco di Pozzolo Formigaro Domenico Miloscio e al sindaco di Novi Ligure Rocchino Muliere. La gara ha assegnato anche il Trofeo Marco Giorcelli che è stato consegnato da SIlvana Mossano e Serena Malabrocca a Giovanni Battistuzzi. Alle premiazioni ha partecipato il campione olimpico dell’inseguimento Marino Vigna. La 69a edizione del Campionato giornalisti si terrà al Museo del Ghisallo di Magreglio la notizia è stata data con la direttrice del Museo Carola Gentilini.

l'unica donna protagonitsa, dietro Perazzi all'inseguimento
l’unica donna protagonista, dietro Perazzi all’inseguimento

Ecco le classifiche

Assoluta: 1. Alfredo  Zini (Corriere della Sera), 2. Giancarlo Perazzi (Radio Acqui-diAlessandria.it), 3. Marcello  Valoncini (Corriere della Sera), 4. Eddy Zanenga (Treviglio.tv), 5. Claudio  Di Benedetto (Mediaset), 6. Marco Tennyson, 7. Rinaldo Bernardi (free lance), 8. Mauro Merli (free lance), 9. Massimiliano Muraro (TgVercelli), 10. Alberto Dolfin (La Stampa), 11. Ivano Santachiara (Gazzetta di Reggio), 12. Giampaolo Grossi (Gazzetta di Mantova), 13. Leonardo  Olmi (Cycling360.net), 14. Samantha Profumo (La Sesia), 15. Sergey Kurdyukov (Lettonia – Eurosport), 16. Giovanni Fantozzi (free lance), 17. Antonio Venditto (RoadBikemagazine.it), 18. Daniele Baldini (VocisMagazine), 19. Giovanni Nizzero (Il Giornale di Vicenza), 20. Paolo Viberti (Tuttosport), 21. Nino Villa (Sabato Sera), 22. Franco Pavan (Il Gazzettino), 23. Alessandro Fulloni (Corriere della Sera), 24. Mattia  Salvagnin (Il Gazzettino), 25. Giovanni Battistuzzi (Il Foglio Quotidiano), 26. Lino  Rubini (Il Gazzettino), 27. Adriano Santelli (Voce della Vallesina).

Professionisti

Senior: 1. Marcello  Valoncini (Corriere della Sera), 2. Rinaldo Bernardi (free lance), 3. Alberto Dolfin (La Stampa), 4. Giampaolo Grossi (Gazzetta di Mantova), 5. Giovanni Battistuzzi (Il Foglio Quotidiano),

Gentlemen: 1. Claudio  Di Benedetto (Mediaset), 2. Marco Tennyson, 3. Giovanni Nizzero (Il Giornale di Vicenza), 4. Paolo Viberti (Tuttosport), 5. Franco Pavan (Il Gazzettino), 6. Alessandro Fulloni (Corriere della Sera).

Pubblicisti

Senior: 1. Giancarlo Perazzi (Radio Acqui-diAlessandria.it), 2. Eddy Zanenga (Treviglio.tv), 3. Massimiliano Muraro (TgVercelli), 4. Mattia  Salvagnin (Il Gazzettino).

Veterani: 1. Alfredo  Zini (Corriere della Sera), 2. Mauro Merli (free lance), 3. Ivano Santachiara (Gazzetta di Reggio), 4. Leonardo  Olmi (Cycling360.net), 5. Sergey Kurdyukov (Lettonia – Eurosport), 6. Antonio Venditto (RoadBikemagazine.it), 7. Daniele Baldini (VocisMagazine).

Gentlemen: 1. Giovanni Fantozzi (free lance).

Supergentlemen (pubblicisti e professionisti)

  1. Nino Villa (Sabato Sera), 2. Lino Rubini (Il Gazzettino), 3. Adriano Santelli (Voce della Vallesina).

Femminile

  1. Samantha Profumo (La Sesia).

Lo scrivente sarà felice di rappresentare l’Italia ai prossimi mondiali giornalisti in Germania.

Giancarlo Perazzi

Print Friendly