Geocaching: caccia al tesoro

0
790

Per tutti gli amanti dell’avventura, per chi da piccolo sognava di essere un pirata in cerca di un tesoro, per i bambini, gli adulti e le famiglie, il geocaching potrà diventare una nuova esperienza.
Il geocaching nasce nel maggio 2000 come un esperimento di Dave Ulmer, cittadino statunitense, per testare la precisione del segnale GPS dopo la rimozione del Selective Availability.
In pochissimo tempo, grazie al web, si diffonde anche in altri stati diventanto un vero e proprio gioco. I partecipanti, muniti di ricevitore gps, spirito di avventura e una connessione internet per avere le coordinate del tesoro nascosto, dovranno trovare un contenitore, solitamente un tapperware, chiamato anche cache.
All’interno di questo un loogbook, un foglio o un block notes, permette ai partecipanti di lasciare un segno del proprio passaggio. Molto spesso all’interno del contenitore si trovano anche oggetti di poco valore, chiunque trovi il tesoro può prenderne uno scambiandolo però con un oggetto di sua proprietà, in questo modo avremo un ricordo della nostra avventura e daremo ai futuri cercatori la stessa nostra opportunità.
Nel multi-cache verranno fornite coordinate che porteranno ad ottenere uno o più indizi in diversi luoghi per poi poter ottenere le coordinate finali che indicano il luogo dove è nascosto il nostro tesoro. Spesso gli indizi vengono dati dall’ambiente circostante portando così alla scoperta del punto successivo fino ad condurci alla meta finale. Una menzione particolare la merita l’earthcache, nato negli Stati Uniti. Questo tipo di “cerca” non prevede alcun contenitore finale ma conduce i partecipanti a un punto di grande interesse geologico ambientale o relativo ai reperti fossili.
L’Associazione Americana della Geologia sponsorizza questi eventi, che sempre più stanno diffondendosi non solo in America, con lo scopo di rendere queste avventure delle giornate educative. Anche voi adesso volete partecipare? Munitevi di un ricevitore gps, organizzate il vostro gruppo di avventura e scegliete la vostra meta.
Non preoccupatevi non dovrete andare negli Usa alcuni cache sono molto vicino a noi. Visitate il sito internet italiano dedicato al geocaching per trovare quello più vicino a voi.

Print Friendly, PDF & Email